Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Contributo alternativo


Parliamo di contributo alternativo. Vediamo a chi spetta e come si calcola
Contributo alternativo

Contributo a fondo perduto alternativo: a chi spetta

Il contributo a fondo perduto è in favore di tutti i soggetti che svolgono attività:

  • d’impresa;

  • arte o professione;

  • che producono reddito agrario;

  • titolari di partita IVA residenti o stabiliti nel territorio dello Stato;

  • con ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro nel secondo periodo d’imposta antecedente a quello di entrata in vigore del decreto (2019).

Tale contributo è alternativo a quello automatico. Leggi anche Fondo perduto sostegni bis: da oggi 16 giugno partiranno i bonifici automatici.

I soggetti che, a seguito della presentazione dell’istanza per il riconoscimento del contributo di cui all’articolo 1 del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, abbiano beneficiato del contributo automatico, potranno ottenere l’eventuale maggior valore del contributo risultante in base nuovi parametri.

Il contributo alternativo spetta a condizione che:

  • l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021;

  • sia inferiore almeno del 30% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020. 

Si specifica che potrebbe accadere che il contributo già riconosciuto nel frattempo venga scomputato dall’agenzia da quello da riconoscere. Qualora, invece, dal calcolo con i diversi parametri su base mensile dovesse scaturire un contributo inferiore l’agenzia non darà seguito all'istanza.

Il contributo a fondo perduto alternativo non spetta, in ogni caso, ai soggetti la cui la partita IVA risulti non attiva alla data di entrata in vigore del decreto-legge (26 maggio 2021), agli enti pubblici di cui all’articolo 74, nonché ai soggetti di cui all’articolo 162-bis del Testo unico delle imposte sui redditi approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.

Contributo a fondo perduto alternativo: come si calcola

Per il contributo alternativo possono verificarsi due casi:

1- Per i soggetti che hanno beneficiato del contributo a fondo perduto di cui all’articolo 1 del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, l’ammontare del contributo alternativo è determinato in misura pari all’importo ottenuto applicando una percentuale alla:

  • differenza tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 
  • e l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020 come segue:
  • 60% per i soggetti con ricavi e compensi 2019 non superiori a centomila euro;
  • 50% per i soggetti con ricavi o compensi 2019 superiori a centomila euro e fino a quattrocentomila euro;
  • 40% per i soggetti con ricavi o compensi 2019 superiori a quattrocentomila euro e fino a 1 milione di euro;
  • 30% per i soggetti con ricavi o compensi 2019 superiori a 1 milione di euro e fino a 5 milioni di euro;
  • 20% per i soggetti con ricavi o compensi 2019 superiori a 5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro.

2- Per i soggetti che NON hanno beneficiato del contributo a fondo perduto di cui all’articolo 1 del decreto- legge 22 marzo 2021, n. 41, l’ammontare del contributo alternativo è determinato in misura pari all’importo ottenuto applicando una percentuale alla:

  • differenza tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021
  • e l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020 con percentuali diverse ossia:
    • 90% per i soggetti con ricavi e compensi 2019 non superiori a centomila euro
    • 70% per i soggetti con ricavi o compensi 2019 superiori a centomila euro e fino a quattrocentomila euro;
    • 50% per i soggetti con ricavi o compensi 2019 superiori a quattrocentomila euro e fino a 1 milione di euro;
    • 40% per i soggetti con ricavi o compensi 2019 superiori a 1 milione di euro e fino a 5 milioni di euro;
    • 30% per i soggetti con ricavi o compensi indicati 2019 superiori a 5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Gli ISA non virtuali per le tasche dei professionisti

Arrivati al debutto degli indici sintetici di affidabilità fiscale permangono criticità da risolvere

Continua

Mandato d’arresto europeo

Mandato d’arresto europeo e verifica del reato

Continua

Fatti verificatisi dopo la chiusura dell’esercizio

Fatti verificatisi dopo la chiusura dell’esercizio

Continua

700 mila lettere in arrivo dall’Agenzia delle Entrate

Entro il 31 ottobre l’Agenzia delle Entrate invierà una comunicazione sull'esito della richiesta di adesione alla Rottamazione-ter e Saldo e stralcio dei contribuenti

Continua

“Expo Dubai 2020”, l’internazionalizzazione delle imprese negli UAE

Come “Italian representative 2020”, il mio scopo è quello di agevolare nuovi business negli Emirati Arabi Uniti GULLì CONCETTINA  CAMERA DI COMMERCIO ITALIAN

Continua

Prestige Awards 2020/2021 - Italia

Lo studio Gullì, è stato  selezionato  dalla rivista specializzata britannica Corporate LiveWire, come il migliore studio di commercialisti

Continua

Bonus casa: ecco tutte le agevolazioni previste per il 2021

Bonus casa 2021: superbonus 110%, proroga bonus ristrutturazioni, bonus bagno, bonus mobili, bonus facciate, bonus verde, ecobonus

Continua

Decreto Sostegni: come richiedere il fondo perduto

Vediamo come richiedere il fondo perduto, a chi è rivolto e quali sono i requisiti

Continua

Dichiarazione di successione

Nell'ambito della dichiarazione di successione parliamo di ciò che si è tenuti a versare all'Agenzia delle Entrate quando si riceve un'eredità

Continua

Decreto Sostegni bis: contributi a fondo perduto

Parliamo dei cotributi a fondo perduto varati con il nuovo Decreto Sostegni bis. Come ottenerli? Cosa prevede il decreto?

Continua

Contributo perequativo

In questo articolo parliamo del contributo perequativo

Continua