Controlli personali sul lavoratore


definizione, caratteristiche
Controlli personali sul lavoratore
In tema di controlli personali sul prestatore di lavoro da parte del datore di lavoro, la legge stabilisce che le visite personali di controllo sul lavoratore sono vietate tranne nei casi in cui siano necessarie ed indispensabili ai fini della tutela del patrimonio aziendale, in relazione alla qualità degli strumenti di lavoro o delle materie prime o dei prodotti inerenti l'azienda in questione. In tali casi le visite personali potranno essere effettuate soltanto a condizione ch siano eseguite all'uscita dei luoghi di lavoro, e che siano salvaguardate la dignità e la riservatezza del lavoratore avvenendo le stesse con applicazione di sistemi di selezione automatica riferiti a gruppi di lavoratori.

In particolare si sottolinea la garanzia della dignità e dell'intimità del lavoratore perchè quando si tratta di visite personali si ha a che fare con vere e proprie ispezioni da compiersi sul prestatore di lavoro. Il significato di tale norma è adeguato ai valori espressi dalla Carta Costituzionale che garantisce e tutela tra gli altri il diritto dell'individuo alla propria privacy.

A tal proposito la Corte Costituzionale ha ritenuto legittime le visite personali di controllo per due motivi principali: in primis perchè tali visite debbono essere concordate tra il datore di lavoro e le reppresentanze sindacali, ed in secondo luogo perchè le stesse non sono obbligatorie ed il lavoratore può sottrarvisi diventando però assoggettabile a sanzione disciplinare. La norma in esame ha dato origine a delicate questioni interpretative con riguardo all'ambito soggettivo di operatività e per quanto riguarda l'oggetto di tali visite personali. La giurisprudenza al riguardo è orientata a ritenere che il divieto di visite personali debba estendersi anche agli effetti personali del lavoratore stesso poichè tali beni possono essere considerati come diretta pertinenza della persona del lavoratore, mentre esulerebbe dall'area operativa della norma in esame, l'ispezione dell'armadietto ripostiglio, l'esame dei pacchi e degli involucri in possesso dei lavoratori e comunque di tutto quanto non costituisca una diretta pertinenza della persona.

Articolo del:


di Studio legale Tomassi

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse