Coronavirus e mutui. Cosa c'entrano?


Ecco qual è l'impatto del Coronavirus sui mutui, rendendoli più vantaggiosi
Coronavirus e mutui. Cosa c'entrano?

 

Coronavirus e mutui. Cosa c'entrano?

Il 2019-nCOV, una nuova tipologia di virus della famiglia dei Coronaviridae, dalla fine dello scorso anno, per via della scia di infetti e decessi che si porta dietro (ma è bene sempre contestualizzare il tutto) sta causando paura, ansia ed eccessive paranoie (tra cui molte discriminatorie tipo "non mangiamo più al ristorante cinese o giapponese, sono tutti infetti" o "non compro più al cinese sotto casa”).

Tra i risvolti, ce ne sono anche alcuni economici non indifferenti, come l'incidenza sui tassi dei mutui.

L'indice Eurirs, che attualizza i movimenti dei tassi di interesse europei ed i mutui che sono calcolati con uno spread applicato dalla banca sul tasso di riferimento, come conseguenza del virus, è calato di parecchi punti base.

Questo ha portato ha una riduzione degli interessi sui mutui e, quindi, rate più vantaggiose per chi ne stipula uno o ne surroga uno esistente.

 

Articolo del:


di Dr. Simone Cardoni

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse