Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Cosa vuol dire gratitudine?


Significato della parola gratitudine: sentimento di affettuosa riconoscenza per un beneficio o un favore ricevuto e di sincera completa disponibilità a contraccambiarlo
Cosa vuol dire gratitudine?

Cosa vuol dire ringraziare sempre la vita ogni giorno per tutto ciò che abbiamo attorno?

Una meravigliosa definizione di questa parola l'ho letta casualmente in un articolo in rete che diceva esattamente così: la gratitudine è un costante atteggiamento di felicità ingiustificata.

Ciò vuol dire che dobbiamo essere felici e ringraziare per tutto quello che ogni giorno la vita ci offre, con tanta gratitudine e amore, senza un motivo preciso, ma solo perché lo abbiamo. Vivere ogni giorno avendo un atteggiamento completamente disinteressato, ci  permette di vedere la nostra vita sotto una luce nuova, e ci fa capire quanto ogni singolo giorno può essere semplicemente meraviglioso.

L'unico segreto della felicità di ogni individuo è nella gratitudine

Negli ultimi anni ho acquisito questo tipo di atteggiamento nei confronti della vita, infatti, sono grata perché oggi ho una maggiore consapevolezza di me stessa e delle mie capacità e ho realizzato che tutto dipende concretamente solo da me. Ringrazio i miei genitori che mi hanno donato la cosa più bella e immensa che esista, cioè la vita.

Fin da quando ero  piccola ho convissuto con rabbia e con tutta una serie di credenze molto limitanti che mi hanno costretto nel corso degli anni a vivere la vita in modo negativo.

Quando poi cominci a capire che il lavoro fondamentale deve essere fatto su te stesso e sui tuoi stati d'animo ci si rende conto che a fare la differenza è l'atteggiamento con cui affrontiamo la quotidianità. Davanti a me si aprirono due strade una che portava alla frustrazione della malattia l'altra che mi avrebbe portato a cambiare la visione della vita curando la mente e di conseguenza creando benessere per il corpo…Scelsi la seconda e finalmente cominciai a vivere davvero!

Qualcuno disse: “Provare gratitudine e non esprimerla è come incartare un regalo e non darlo.

Perché la gratitudine è il segreto della felicità?

In questo articolo voglio darvi alcuni spunti utili per riuscire a capire perché la gratitudine è davvero il segreto della felicità.

  • La gratitudine rende piacevoli anche quei piccoli avvenimenti della vita quotidiana che di solito non apprezziamo. Il mostro che si nasconde dietro questa verità è l'aspettativa che abbiamo. Dobbiamo, invece, meravigliarci ogni giorno per ogni piccola cosa anche se sembra insignificante e godere appieno di ogni piccolo avvenimento che ci capita. Basta pensare ai bambini, loro si entusiasmano e gioiscono per tutto quello che vedono ogni giorno che sia nuovo o strano. Ringraziare per il sole che oggi ha deciso di regalarci i suoi raggi, ringraziare per quel sorriso ricevuto dal commesso del negozio che è stato motivo di gioia anche per noi, ringraziare per il cibo che abbiamo potuto dare ai nostri figli. Nella quotidianità raramente riusciamo a capire che quello che abbiamo non è dovuto e che riusciamo a ricevere molto più di quanto invece diamo, “la vita si arricchisce solo con la gratitudine.” Basta veramente un piccolissimo sforzo, bastano pochi gesti, pochi pensieri per accorgersi di quanto bella e varia può essere la nostra vita. Questo è il punto di partenza per riuscire ad essere felici.

  • La gratitudine ci fa stare meglio e migliora anche la nostra salute. La maggior parte della gente è capace solo di accorgersi di tutto quello che non ha o che non può fare. “Non posso andare in vacanza quest’anno, mentre tutti i miei amici si“, “lui ha una macchina bellissima che non mi posso permettere“, “anch’io vorrei poter girare il mondo senza pensieri” ecc… Se invece riuscissimo a dare più attenzione a quello che abbiamo, potremmo imparare ad apprezzarlo meglio e a sorridere più facilmente davanti ai piccoli successi o alle belle cose che ci capitano ogni giorno. In fondo non possiamo effettivamente avere la minima idea della vita degli altri, non possiamo sapere quali sono le difficoltà maggiori affrontate da quella persona. Proviamo a fare questo esercizio ogni giorno: mettiti davanti allo specchio e concentrati su tutto quello che possiedi già di bello nella tua vita, e per ogni cosa ringrazia ad alta voce. E’ un esercizio molto utile e molto gratificante, infatti parlare con sé stessi ci permette di renderci conto di determinate situazioni che di solito non notiamo o non vogliamo vedere.

  • La gratitudine ti permette di migliorare le relazioni con le altre persone. Più riusciamo a dare amore in maniera incondizionata e più ne riceviamo indietro, inoltre sarà moltiplicato. Grazie alla Legge dell’Attrazione, più riusciamo di dare e distribuire amore agli altri, più l’Universo nei tuoi confronti sarà benevolo, ricambiando la tua grande generosità nei modi più impensabili. Ringraziare le persone che vedi quotidianamente solo per il fatto di essere presenti nella tua vita, può aiutare a migliorare il rapporto con loro, e contribuire a circondarti di persone che ti apprezzano per quello che sei e a vivere legami sani con amici che ti vogliono bene davvero. “Nessuno è più povero di colui che non ha gratitudine. La gratitudine è una moneta che possiamo coniare da soli, e spendere senza timore di fallimento.” Solo la gratitudine potrà arricchire te stesso di sane e meravigliose relazioni, ma soprattutto contribuirai ad arricchire gli altri di felicità, anche se solo per brevi momenti, e porteranno amore nei tuoi confronti. Il segreto è nel dare, avendo un pensiero positivo mentre lo fai, con la consapevolezza che tutto il bene che fai ritorna indietro sempre, moltiplicato.

  • La gratitudine ci guida durante la nostra vita a capire quali cose hanno priorità rispetto ad altre. Quando entriamo nel circolo dell’energia data dalla gratitudine, capiamo di dover smettere di lottare contro quello che non vogliamo, per focalizzarci più facilmente sui nostri obiettivi e quindi anche sulle nostre priorità. Basta dissipare energie preziose, impariamo a accumulare energia positiva  attraverso gli atteggiamenti quotidiani che possiamo trasformare in azioni da fare e ricevere.

  • La gratitudine ci permette di provare emozioni più di qualsiasi altra cosa. Voglio ricordare la storia di un ragazzo qualunque, che ho letto qualche tempo fa, salvato dalla sua marachella da parte di un uomo che non conosceva e con cui non aveva assolutamente nulla in comune. Ma la vita non dimentica e la gratitudine, prima o poi, presenta il conto. A distanza di anni, a quell’uomo capita un incidente e il dottore che lo cura risulta essere quel ragazzo a cui aveva fatto un gesto gentile e che aveva cambiato la vita. Di solito tendiamo a dimenticare di ringraziare per le piccole cose che viviamo o le diamo semplicemente per scontate. In questi anni ho imparato a ringraziare per tutto quello che mi circonda, cominciando dal letto appena apro gli occhi al mattino per avermi dato la possibilità di riposare tutta la notte, ringrazio  per la natura meravigliosa che nella sua perfezione  ci circonda, ringrazio le persone che ogni giorno mi fanno da  guida non abbandonandomi mai e facendomi vivere ogni giorno le esperienze giuste per crescere, imparare ed evolvermi. Ringrazio l’Universo per tutte le opportunità e per l’amore che prendo da ogni persona che incontro, ringrazio le infinite persone che mi seguono e mi leggono, perché mi permettono di imparare cose nuove ed evolvermi ogni giorno, ringrazio i miei amici per esserci e per portare valore aggiunto alla mia vita.

E voi… Quanto siete grati?

Voglio darvi un semplice consiglio da applicare ogni giorno: appena apri gli occhi al mattino, segna su un foglio 3 cose per cui sei grato e alla sera, prima di andare a letto, ricorda le cose splendide che hai vissuto durante la giornata e concludi scrivendo cosa avresti potuto fare per renderla ancora più meravigliosa.

Questo esercizio ha determinato un enorme cambiamento nella mia vita, adesso per me ringraziare è diventata un’abitudine molto appagante. Sono concentrata su tutto quello che ho e non su quel che mi manca… Quello che, secondo me, manca arriverà al momento giusto, il mio pensiero dominante è a quanti anni di vita mi restano da vivere in salute con una consapevolezza nuova.

Impara a ringraziare te stesso per i successi ottenuti, per le difficoltà che affronti ogni giorno, per la meravigliosa persona che sei, per tutti gli obiettivi raggiunti e le difficoltà superate…

La vita saprà come ripagarti al meglio!

Adesso voglio lasciarvi con un elenco di frasi che riportano alla grandezza e alla potenza della gratitudine:

Che cosa invecchia presto? La gratitudine(Diogene Laerzio)

Noi diamo spesso per scontate proprio le cose che più meritano la nostra gratitudine(Cynthia Ozick)

“Grazie” è la migliore preghiera che chiunque possa dire. Grazie esprime gratitudine estrema, umiltà, comprensione(Alice Walker)

Io sosterrò sempre che il ringraziamento è la più alta forma di pensiero, e che la gratitudine non è altro che una felicità raddoppiata dalla sorpresa(GK Chesterton)

La maggior parte degli esseri umani hanno una capacità quasi infinita di prendere le cose per scontate. (Aldous Huxley)

Una persona grata è grata in ogni circostanza. Un’anima che si lamenta, si lamenta anche se vive in paradiso(Anonimo)

Impariamo a dire “Grazie,” a Dio, agli altri. Lo insegniamo ai bambini, ma poi lo dimentichiamo! (Papa Francesco)

Dire grazie non è solo una questione di buone maniere. E una questione di buona spiritualità(Alfred Painter)

Per ogni grazie non detto cade a terra un petalo di rosa (Betti Genova)

Quando fai un dono agli altri non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra e non affaticarti a ricordare il bene fatto ma quando ricevi un dono non dimenticarlo e cerca di essere grato verso chi ti ha fatto del bene. (Enzo Bianchi)

La gratitudine è non solo la più grande delle virtù, ma la madre di tutte le altre. (Marco Tullio Cicerone)

Dobbiamo essere grati alle persone che ci rendono felici, sono gli affascinanti giardinieri che rendono la nostra anima un fiore(Marcel Proust)

Una sola parola, logora, ma che brilla come una vecchia moneta: “Grazie!” (Pablo Neruda)

Ogni volta che ci ricordiamo di dire “grazie”, sperimentiamo niente di meno che il paradiso in terra. (Sarah Ban Breathnach)

C’è un estremo bisogno di pensieri semplici, fatti di poche parole. Ti voglio bene.

Grazie.

Ho sbagliato.

Scusa.

Mi manchi.

Arrivo.

GRAZIE

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Come migliorare il rapporto genitori e figli

Siamo di fronte a cambiamenti sociali che ci creano stress. In tutto questo ci siamo trovati a vivere tanto tempo insieme ai nostri familiari, ma come?

Continua

Qual è il problema di tutti i problemi?

Oggi molti problemi ci affliggono, ma come affrontarli in maniera opportuna? Prepariamoci a conquistare la nostra nuova realtà

Continua

Gestione del tempo: da ostacolo ad alleato

Il tempo è una risorsa preziosissima, ma spesso abbiamo l'impressione che ci sfugga dalle mani o che non ne abbiamo abbastanza. Come gestirlo e ottimizzarlo?

Continua

Emozioni inutili: senso di colpa e inquietudine

Se credi che il rimorso o l'inquietudine possano cambiare ciò che è stato o sarà vivi su un altro pianeta. Senso di colpa e inquietudine ci condizionano...liberiamoci!

Continua

Tempo di cambiare

Imparare a non essere infelici, il lavoro non è semplice ma non deve impedirci di provare, niente è impossibile

Continua

Genitori coach e l'allenamento emotivo

Prima di essere genitori, anche noi adulti siamo stati bambini, ma oggi il mestiere di genitore non è così scontato, bisogna prepararsi

Continua

Smettere oggi di rimandare a domani

Come funziona la procrastinazione? La maggior parte delle persone riesce a rimandare sempre a domani. Sicuramente però preferiremmo non vivere nell’angoscia

Continua

Come definire i propri obiettivi

Pianificare degli obiettivi da raggiungere significa avere uno scopo che ci permette di vivere la nostra vita per un motivo preciso: portare a termine quello scopo

Continua

La zona di comfort: accettare l'insicurezza per superare i tuoi limiti

La "comfort zone" rappresenta il nostro mondo fatto di sicurezza e agio, a lungo andare però si può restare fermi senza migliorare, allora quali sono le conseguenze?

Continua

Un addio all'ira

L'unico antidoto all'ira è l'eliminazione della frase interiore: “Se solo tu fossi più simile a me”

Continua

Punti cardine di una comunicazione efficace

“Quando sono pronto per ragionare con un uomo, impiego un terzo del tempo pensando a me e a quello che devo dire e due terzi a pensare a lui e a quello che dirà" A.L.

Continua