Cose in custodia e diligenza del danneggiato


La disattenzione del danneggiato può escludere o diminuire la responsabilità del custode
Cose in custodia e diligenza del danneggiato
Un orientamento della giurisprudenza di legittimità ritiene che la disattenzione del danneggiato non è sufficiente ad interrompere totalmente il nesso tra la cosa e il danno, ma può escludere il nesso ed integrare gli estremi del caso fortuito se la condotta è colposa ed è imprevedibile per il custode (Cass.civ.sez.III 15761/2016, Cass.civ. III Ord.n.25837/2017), ossia eccezionale, inconsueta, inattesa (Cass.civ.III Ord.25837/2017). La mera condotta disattenta può assumere i caratteri del concorso di colpa ai sensi dell'art.1227 co.I c.c. con conseguente diminuzione del risarcimento (Cass.civ.III n.15761/2016).

Articolo del:


di Avv. Maurizio Mariani

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse