Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Privacy: prorogato lo stato di emergenza fino ad ottobre 2020


Prorogato lo stato di emergenza fino al 15 ottobre 2020 anche in tema di specifiche misure sul trattamento dei dati personali
Privacy: prorogato lo stato di emergenza fino ad ottobre 2020

Considerato che la curva dei contagi in Italia, pur ridotta ai mesi precedenti, dimostra che persiste una diffusione del virus che provoca focolai anche di dimensioni rilevanti, e che sussistono pertanto le condizioni oggettive per il mantenimento delle disposizioni emergenziali e urgenti dirette a contenere la diffusione del virus, con DECRETO-LEGGE 30 luglio 2020, n. 83 è stato prorogato lo stato di emergenza dal 31 Luglio al 15 ottobre 2020, con possibilità per il Governo di intervenire con provvedimenti ad hoc in caso di necessità.

Fino all’emanazione di nuovo D.P.C.M. rimane in vigore il D.P.C.M. del 14/07/2020 (che aveva essenzialmente prorogato al 31/07/2020 le misure di cui al D.P.C.M. 11/06/2020).

In particolare, sono prorogate integralmente le misure in materia di salute e sicurezza adottate per la riapertura delle attività produttive e per garantire al sicurezza nei luoghi di lavoro, di cui al D.L. n°33 del 16/05/2020 convertito in legge con modifiche (Legge n. 74 del 14/07/2020).

Il decreto proroga, inoltre, i termini di alcune specifiche misure come le disposizioni sul trattamento dei dati personali nel contesto emergenziale e le misure in tema di lavoro agile. Prorogate anche le norme che prevedono divieti di assembramento e la disciplina sanzionatoria per chi viola le disposizioni anti COVID.

Tuttavia la disposizione di cui all’art. 90 comma 1, primo periodo del decreto-legge 19 Maggio 2020, n.34, convertito in legge con modificazioni (Legge n°77 del 17/07/2020), viene prorogata al 14 Settembre 2020: “Fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, i genitori lavoratori dipendenti del settore privato che hanno almeno un figlio minore di anni 14, a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o che non vi sia genitore non lavoratore, hanno diritto a svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile anche in assenza degli accordi individuali, fermo restando il rispetto degli obblighi informativi previsti dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81, e a condizione che tale modalità sia compatibile con le caratteristiche della prestazione”.

Tale eccezione è stata posta in relazione alla presunta data di riapertura delle scuole.

Come buona prassi si raccomanda a tutti i Datori di Lavoro di far autocertificare, al dipendente che rientra dalle ferie estive, quanto indicato nel fac-simile allegato.

I NS. TECNICI RIMANGONO A DISPOSIZIONE PER OGNI NECESSITA’ O CHIARIMENTO

CONTATTACI SUL NOSTRO PORTALE:

https://www.studiorivelli.it/contactus/

 


 

FAC SIMILE – MODULISTICA ACCESSO PERSONALE INTERNO

Dichiarazione da rendere nell’ambito dell’emergenza Covid-19

(Da inviare via e-mail all’ufficio del Personale nei giorni precedenti al primo accesso ai locali aziendali, a seguito di assenze prolungate – es. ferie – o secondo le procedure adottate dalla direzione aziendale.)

Io sottoscritto/a _______________________ [inserire nome e cognome], nato/a a ______________________, il _____________________, dipendente della Società __________________________, dichiaro:

• di non aver avuto, per quanto di mia conoscenza, contatti stretti ad alto rischio di esposizione, negli ultimi 14 giorni, con soggetti sospetti o risultati positivi al COVID-19 e di non aver registrato, nel predetto periodo, alcuna sintomatologia rilevante;
• di non essermi recato, negli ultimi 14 giorni, in zone a rischio secondo le indicazioni dell’OMS;
• di aver preso completa visione e compreso a pieno i contenuti dei regolamenti interni

Luogo, data
________________, _____________________
In fede,
____________________________ [firma leggibile per esteso]

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Evoluzione della Videosorveglianza e GDPR

Gennaio 2020, gli impatti che la nuova regolamentazione privacy ha anche sui sistemi di videosorveglianza. Le nuove linee guida impongono di adottare nuovi modelli

Continua

FORMALAV per una corretta formazione sul GDPR

Il personale che lavora in un’organizzazione deve essere idoneamente formato secondo quanto previsto dal GDPR e dal codice della privacy.

Continua