Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Covid-19: responsabilità dello Stato e della struttura ospedaliera


Questo articolo offre una sintetica riflessione e sulla responsabilità dello Stato e sul contagio da Covid-19 nelle strutture sanitarie
Covid-19: responsabilità dello Stato e della struttura ospedaliera

Covid-19: sintetica riflessione sulla responsabilità dello Stato e sul contagio nosocomiale

Alla luce della recente pandemia che ha sconvolto il nostro modo di vivere e di rapportarci con le persone, ci sarà, probabilmente, un nuovo filone di richiesta danni per chi ha subito danni da vaccinazione e/o per il contagio da Covid-19 all’interno della Struttura SanitariaApparentemente sembrerebbe che la mancanza dell’obbligo vaccinale sia un fattore che escluda l’obbligo vaccinale dello Stato per chi subisce conseguenze negative a seguito del vaccino inoculato.

L’art. 1 della legge n. 210 del 25 febbraio 1992 infatti dispone che l’indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da «complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati».

Nel caso di vaccino contro il covid-19 non siamo in ipotesi di «vaccinazioni obbligatorie per legge o per ordinanza di una autorità sanitaria italiana» tuttavia la Corte costituzionale ha chiarito che la norma è incostituzionale nel non prevedere l’indennizzo a favore anche dei soggetti danneggiati da vaccini non obbligatori ma incentivati.

Così la Corte Cost. 14/12/2017 n. 268 "in tema di vaccinazioni sanitarie, il diritto all'indennizzo, diverso dal risarcimento dei danni spetta, alle condizioni e nei modi stabiliti dalla medesima legge, anche in favore di chiunque abbia riportato lesioni o infermità, dalle quali sia derivata una menomazione permanente dell'integrità psico-fisica, a causa della vaccinazione antinfluenzale, e ciò benché si tratti di vaccinazione raccomandata e non obbligatoria, a tutela del principio di solidarietà, della salute collettiva e del principio di ragionevolezza, non potendo inoltre tale diritto essere limitato ai soli soggetti a rischio, cui la somministrazione del vaccino è riconosciuta in via gratuita, ma dovendo essere esteso alla generalità della popolazione, ove se ne riscontrino i menzionati presupposti”.

Altra riflessione riguarda l’infezione contratta nelle strutture sanitarie e il conseguente riconoscimento di una responsabilità.  È comunque innegabile che tra il paziente e la struttura ospedaliera si instaura una obbligazione contrattuale, denominato “contatto sociale”, per la quale eventuali danni da contagio procurati da omissioni dei propri sanitari.

In punto contagio da Covid-19 si dovrà, probabilmente, ricercare la causa nell’omissione dell'isolamento in tutti quei casi in cui dallo stato asintomatico sia passato allo stato sintomatico della malattie nell’ospedale in cui il paziente sia stato contagiato a seguito della mancata attivazione delle dovute procedure preventive di isolamento del paziente.

Il paziente dovrà dimostrare la sua non positività prima del ricovero. La struttura sanitaria dovrà dimostrare l’inevitabilità della diffusione del contagio e l’adozione delle misure precauzionali atte a scongiurare che il contagio si sia propagata ai altri ricoverati non-Covid-19 per essere liberata dall’obbligo risarcitorio.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Legge 210/1992: indennizzo e risarcimento danni da emotrasfusione

Chi subisce dei danni alla salute ha diritto a un equo indennizzo, ecco la procedura per richiederlo

Continua

Danno da attività medica: in mancanza della cartella clinica si ricorre alle presunzioni

Nel caso in cui la cartella clinica sia incompleta o smarrita è consentito il ricorso a presunzioni

Continua

Epatite C ante 1989: legittimazione passiva del Ministero della Salute

Cassazione: confermata la sussistenza della responsabilità in capo al Ministero della Salute in merito ai contagi da trasfusioni infette anche prima del 1989

Continua

Principi consolidati in tema di danno da emotrasfusione

Principi giurisprudenziali consolidati in tema di responsabilità civile in tema di danno da emotrasfusione

Continua

L’indennizzo e il risarcimento ordinario: cumulabili o alternativi?

Sebbene vi sia la possibilità di cumulo, il risarcimento del danno non verrà liquidato se l’indennizzo riconosciuto e pagato è superiore al danno

Continua

E' risarcibile il danno da vaccini non obbligatori?

Ecco qual è la normativa e le sentenze di riferimento in tema di risarcimento danni da vaccinazioni non obbligatorie

Continua

Il danno da vaccinazione non obbligatoria è risarcibile

Danno da vaccinazione non obbligatoria conosciamo le casistiche e se e come può essere risarcito

Continua

Danno da vaccinazione: prescrizione quinquennale

Danno da vaccinazione: prescrizione quinquennale come quella da emotrasfusione

Continua