Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Covid-19: tutela del diritto di visita di genitori separati/divorziati


Resta inalterato il diritto di visita dei figli, trattandosi di spostamento necessario rientrante tra le situazioni di necessità
Covid-19: tutela del diritto di visita di genitori separati/divorziati

Sono in molti, tra i genitori separati e divorziati, ad essersi chiesti come comportarsi in questi giorni di restrizioni negli spostamenti disposte dal Governo e dalle amministrazioni locali in tutta Italia.

I provvedimenti emanati negli scorsi giorni, infatti, hanno fortemente limitato i diritti e le libertà costituzionali dei cittadini, tra cui anche quello di circolazione, per le ben note ragioni di sicurezza e di salute.

Il diritto di frequentazione e di visita del genitore separato non collocatario rimane però garantito e gli spostamenti per prendere e riportare i figli da e all’altro genitore devono considerarsi spostamenti necessari e, perciò, leciti.

Mentre il DPCM del 09/03/20 ha vietato ogni spostamento non necessario, è con provvedimento del Governo del successivo 10/03/20 che si è espressamente chiarito come «gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti, in ogni caso secondo le modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione o divorzio».

A tal riguardo, si riporta anche quanto stabilito dal Tribunale di Milano con provvedimento dell’11/03/20, confermando ai genitori di attenersi agli accordi raggiunti nel giudizio di separazione sulle frequentazioni padre-figli, nonostante i genitori abitino in due Comuni diversi.

Il Tribunale ha sancito che l’art. 1 comma 1, lett. a), DPCM 8 marzo 2020, n. 11 non preclude l’attuazione delle disposizioni di affido e collocamento dei minori e consente gli spostamenti finalizzati ai rientri presso la residenza o il domicilio, cosicché nessuna chiusura di ambiti regionali può giustificare violazioni dei provvedimenti di separazione o divorzio vigenti.

La questione affrontata, nello specifico, atteneva ad un padre che, con ricorso in via di urgenza, aveva adito il Giudice della separazione al fine di esercitare il diritto di frequentazione concordato con l’ex coniuge, in seguito trasferitasi in altro Comune.

Il Tribunale ha ritenuto che: “in relazione alla contingenza determinata dalla diffusione epidemica COVID-19 non sussistono ragioni per considerare gravi ai sensi dell’art. 709-ter c.p.c. i comportamenti tenuti dal padre a tutela dei minori”, disponendo “che le parti si attenessero alle previsioni di cui al verbale di separazione consensuale omologato”.

Per le modalità di esercizio del diritto di visita, andranno comunque rispettate le Linee Guida del Governo, al fine di limitare quanto più possibile il rischio di diffusione del contagio.

Sarà, pertanto, possibile un trasferimento dall’abitazione di un genitore all’abitazione dell’altro, ovviamente senza trattenersi in luoghi pubblici.

Sarà concesso, eventualmente, all’altro genitore adire il Tribunale con ricorso ex articolo 709 ter c.p.c., in condizioni di rischio per la salute dei minori, per richiedere una temporanea limitazione o una differente regolamentazione del diritto di visita ordinario.

Lo studio DM resta a disposizione dei genitori che, in questo particolare momento, vogliano concordare le modalità di esercizio di tale diritto, nel rispetto degli accordi pregressi e, allo stesso tempo, delle prescrizioni relative alla sicurezza di ognuno per limitare i rischi di contagio, offrendo consulenza mediante strumenti telematici.

 

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Separazione di fatto e separazione legale: quale differenza?

Solo la separazione legale - consensuale o giudiziale - ha efficacia giuridica e ciò la distingue dalla separazione di fatto

Continua

I vantaggi di una separazione e di un divorzio congiunto

Procedura più snella, spese contenute, mantenimento dei rapporti interfamiliari: ecco le ragioni per preferire un accordo di separazione e di divorzio

Continua

Come quantificare il mantenimento pro (ex) coniuge e figli?

Tra gli elementi che influiscono sulla misura del mantenimento v'è l'assegnazione della casa familiare. Esempi pratici per comprendere meglio l'istituto

Continua

Convivenza e unione civile, differenze e tutele

Accanto alla famiglia tradizionale fondata sul matrimonio, si affermano sempre più le convivenze e le unioni civili. Il ruolo fondamentale del legale in questo ambito

Continua

Ai diritti dei bambini corrispondono i doveri dei genitori

Tutelare il superiore interesse del minore significa anche non esporlo ai conflitti tra genitori

Continua

Il fondo patrimoniale: cassaforte del patrimonio della famiglia

Il fondo patrimoniale, se usato propriamente, può assicurare risorse ai bisogni della famiglia

Continua

Tutti possono guardare al futuro con più ottimismo!

La legge sul dopo di noi, mediante la regolamentazione del trust, ha introdotto tutele a favore dei disabili

Continua

Il testamento: tutela dell’individuo e della sua volontà

Il testamento è l’atto che contiene le disposizioni di ultima volontà. Per questo va redatto come prescrive la legge

Continua

Infortuni sul lavoro e inosservanza delle misure di sicurezza

La mancata attuazione delle misure di sicurezza e il conseguente infortunio sul lavoro espongono il datore di lavoro inadempiente a una responsabilità civile e penale

Continua

Fondo di Garanzia Inps, recupero dei crediti nei rapporti di lavoro

Tra gli istituti a tutela del lavoratore, il Fondo di Garanzia Inps ha un ruolo decisivo in caso di fallimento del datore di lavoro

Continua

Licenziamento, conoscere l'istituto per una maggiore tutela

Il licenziamento per giusta causa e il licenziamento per giustificato motivo oggettivo. Quali tutele per il datore di lavoro e per il lavoratore

Continua

Il mobbing: caratteristiche, risvolti procedurali e risarcitori

Il mobbing, nelle sue varie accezioni (verticale/orizzontale, straining), implica un comportamento, reiterato, che incide sulla salute psichica del lavoratore

Continua

Il procedimento disciplinare per lavoratore e datore di lavoro

Il procedimento disciplinare: dalla contestazione all'(eventuale) irrogazione della sanzione

Continua

Il Coronavirus e gli effetti sui contratti già stipulati

Le limitazioni imposte dal Governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Covit-19 quali causa di risoluzione dei contratti per impossibilità sopravvenuta

Continua

Gli effetti del Coronavirus sui contratti di locazione

Sospensione/riduzione dei canoni di locazione per immobili sia ad uso abitativo sia ad uso commerciale. Cenni agli studenti universitari, lavoratori emigrati e negozi.

Continua