Cryptolocker


Cryptolocker il "Ramsomware" che sta terrorizzando l'Italia
Cryptolocker
Negli ultimi giorni mi sono giunte tantissime segnalazioni relativamente al virus Cryptolocker e alcuni utenti mi hanno chiesto aiuto su come difendersi e proteggersi da questa minaccia. E' giunta l' ora di "ricordare" agli amici che ne avevo già trattato nell' articolo del 1° febbraio 2015 http://www.prontoprofessionista.it/articoli/1241/come-difendersi-da-cbt-locker/, ma ora il "Ramsomware" è diventato sempre più pericolo e difficile da estirpare. Vedere anche articolo tratto dal Ministero dell' Interno http://www.interno.gov.it/it/notizie/allerta-polizia-postale-contro-virus-informatico-cryptolocker

DI COSA SI TRATTA
Questo "Ramsomware" nome composto dalle parole inglesi "ransom", ricatto, e "software", programma informatico), è estremamente pericoloso, ed è in grado di criptare e rendere inutilizzabili i file di computer, server ecc. La sua efficienza distruttiva è elevatissima e una volta che ha agito, la maggior parte dei dati risulteranno "completamente" inutilizzabili.

DA DOVE ARRIVA
Normalmente all’interno di un allegato che arriva per posta elettronica.

RIMEDI
- Avere attivo un antivirus meglio con funzione aggiuntiva antimalware, un buon firewall e aggiornarli con continuità.
- Verificate le e-mail in arrivo
Prima di aprire le e-mail arrivate, verificate la loro provenienza e il testo contenuto nell’e-mail. Vi ricordo che le minacce si nascondono nei collegamenti o negli allegati.
Quindi non aprite nessun allegato soprattutto da mittenti sconosciuti.
- Backup e punti di ripristino
Il sistema di Backup è la vera arma risolutiva in caso di danni provocato da virus. E' buona norma effettuarlo su partizioni esterne dedicate e/o sui NAS. Inoltre è buona norma creare periodicamente dei punti di ripristino del sistema.
Se queste condizioni sono soddisfatte, l’eventuale danno sarà limitato al ripristino delle postazioni colpite, ma i dati saranno completamente salvi.

SOLUZIONI PER PC INFETTI
- non accendere assolutamente il pc
- "estrarre" il vostro hard disk dal computer ed effettuare una scansione con un ottimo antivirus e con MalwareBytes
Il mio consiglio e lo ribadisco è comunque di chiedere sempre aiuto ad esperti ed aziende specializzate nella sicurezza informatica.
Il responsabile di Informatica Nuscana
Gianfranco Bruno

Articolo del:


di Gianfranco Bruno

Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse