Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Dal 1° luglio nuova stretta alle auto aziendali


Aumenta la tassazione alle auto aziendali in base al tasso si inquinamento del veicolo
Dal 1° luglio nuova stretta alle auto aziendali

L'ennesima stretta alle auto aziendale parte dal primo luglio con il fringe benefit in busta paga.

Per semplificare, il fringe benefit non è altro che un beneficio non in denaro che scaturisce dall'uso dei beni aziendali (auto, telefonini computer etc.), che vengono concessi all'uso normale dei dipendenti, a prescindere dal fatto che essi siano utilizzati esclusivamente nell'ambito lavorativo e non, beneficio considerato “reddito imponibile” per il lavoratore dipendente, soggetto, come la retribuzione, ad imposizione fiscale e contributiva.

Il presupposto dell'uso promiscuo è stato logicamente necessario, poiché per molti beni risulta impossibile quantificarne nel tempo, l'indirizzo aziendale e/o personale, del suo utilizzo.

In tema auto, la novità introdotta dalla legge di bilancio 2020, prevede un nuovo meccanismo di calcolo che inciderà notevolmente sia sul costo del lavoro che sul versamento di imposte e contributi, le quali, nello specifico, non si applicheranno più al 30% dell'importo corrispondente al valore convenzionale stabilito dalle tabelle annuali dell'Aci in base alle fasce chilometriche per ogni tipo di autovettura (art. 51 co.4 lett. a Tuir), ma ad un nuovo coefficiente di calcolo di determinazione forfettaria del beneficio.

Per incentivare la diffusione di auto con caratteristiche che possano rendere basso l'impatto ambientale, la norma prevede uno sconto, abbassando l'aliquota dal 30 al 25% del valore convenzionale della tabella Aci per fasce chilometriche, per le autovetture con valore di emissione di anidride carbonica entro i 60 grammi per km.

La percentuale al valore convenzionale in tabella e, quindi, in buona sostanza il peso fiscale e previdenziale in capo all'azienda e al dipendente, aumenterà proporzionalmente all'aumentare del coefficiente di emissione di co2 fino a raggiungere il 50% per le auto più vecchie e più inquinanti.

Nel silenzio interpretativo del nuovo disposto, lo stesso, parrebbe attestare lo spartiacque tra le auto immatricolate entro il 30/6 e quelle dal 1/7, ma in realtà il comma 633 della legge di bilancio fissa un'unica regola transitoria che mantiene il vecchio sistema di valorizzazione fiscale e contributivo per i veicoli concessi con contratti stipulati entro il 30/6.

Se il criterio di immatricolazione risulta facilmente ed inequivocabilmente rintracciabile, quella del momento della stipula contrattuale non lo è per niente, poiché l'iter di assegnazione delle auto si sdoppia in due tempi: uno è quello dell'assegnazione della flotta auto dalla società di leasing all'impresa (contratti generalmente di durata molto lunga) e l'altro che coincide con l'assegnazione in comodato d'uso del mezzo, al singolo dipendente.

Si auspica come spesso accade, un'ulteriore presa di posizione da parte del legislatore, nella speranza che l'estensione del precedente regime, quindi più conveniente per l'impresa e lavoratore, possa essere esteso alle auto facenti già parte del parco aziendale, anche se assegnate al dipendente successivamente al 30/6.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Corrispettivi elettronici: anno nuovo, scontrino...elettronico nuovo!

Ecco un breve vademecum sullo scontrino elettronico al quale quasi tutti gli esercenti al minuto dovranno confrontarsi da quest'anno

Continua

Sale il "bonus Renzi" in busta paga

A partire daI 1° luglio 2020 i lavoratori si troveranno un "bonus Renzi" maggiorato in busta paga

Continua

La rivalutazione dei terreni, riaperti i termini fino al 30 giugno 2020

Anche quest'anno la legge di bilancio ripropone la possibilità di rideterminare il costo di acquisto di terreni edificabili e agricoli

Continua

Nuovi limiti al contante: chiarimenti su Pos, prelevamenti e buste paga

Ecco cosa cambia nel 2020 in merito a Pos obbligatorio, prelevamenti bancomat e retribuzione dei dipendenti

Continua

Pensioni con la Legge di Bilancio 2020, cosa cambia

Ecco quali sono le poche novità rispetto al 2019 e un quadro riassuntivo sulle vie d'uscita

Continua

Assenze da Coronavirus, quale gestione da parte del datore di lavoro

Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, fattispecie legate alle assenze dal posto del lavoro per il pericolo di contagio

Continua

Slitta la scadenza per CU, 730 e precompilati

Ecco cosa prevede il Decreto Coronavirus in merito alle scadenze relative agli adempimenti dichiarativi

Continua

Come si deducono i contributi nel regime forfettario

Ecco qual è il metodo per dedurre i contributi nel regime forfettario

Continua

In tempi di “contagio” le ferie possono essere imposte

Come giustificare le assenze in queste settimane di assenza dal lavoro

Continua

Il Covid-19 entra nel Documento di Valutazione dei Rischi

I datori di lavoro hanno l'obbligo di aggiornare il documento valutazione rischi

Continua

Credito d'imposta su locazioni commerciali interessati dalla chiusura

Nel decreto anti COVID-19 un nuovo credito di imposta per aiutare gli imprenditori in crisi

Continua

A Marzo ricavi e compensi senza ritenute

Fino al 31 marzo i ricavi non scomputano le ritenute. Introdotta l’esenzione delle ritenute d'acconto a beneficio di taluni soggetti

Continua

Nuovo rinvio delle scadenze di Aprile e Maggio, ma non per tutti

Le nuove moratorie su imposte e contributi previste dal nuovo "Decreto liquidità"

Continua

Decreto liquidità: i mini prestiti e le altre disposizioni fiscali

I prestiti bancari garantiti alle piccole e medie imprese e le ulteriori proroghe sugli adempimenti

Continua

Arriva il super bonus di 100 euro in busta paga di aprile

100 euro in busta paga a tutti coloro che hanno lavorato in sede nel mese di marzo e hanno dichiarato nel 2019 un reddito da lavoro dipendente sotto i 40 mila euro

Continua

La cassa integrazione durante maternità, permessi, ferie e congedi

Le compatibilità delle misure sulla gestione degli ammortizzatori sociali adottate dal Governo in presenza di più eventi tipici del rapporto di lavoro

Continua

730/2020: novità anche per gli eredi

Da quest'anno c'è la possibilità di presentare il modello 730 anche per il contribuente deceduto

Continua

Il decreto "Rilancio" riscrive la mappa delle scadenze

Varato il DL "Rilancio" ci apprestiamo a ridisegnare il calendario delle scadenze, tra vecchi e nuovi rinvii

Continua

Lo "slalom" tra indennità e finanziamenti a fondo perduto

Sotto la lente le novità del decreto "Rilancio", in attesa degli emendamenti in Parlamento

Continua

Rivalutazione dei terreni, riapertura dei termini fino al 30/09/2020

Il Decreto "Rilancio" ha prorogato per la seconda volta, nello stesso anno, il termine per la rideterminazione del prezzo di acquisto di terreni e partecipazioni

Continua

Come compilare l'istanza per gli aiuti a fondo perduto

Vademecum alla compilazione delle istanze per gli aiuti a fondo perduto che potranno essere inviate a partire dal 15 giugno e non oltre il 13 agosto

Continua

Dal 1° Gennaio 2020 le detrazioni dipenderanno anche dal forfettario

Forte diminuzione dell'effetto detrazioni in dichiarazione, con l'incidenza del reddito da imposta sostitutiva

Continua