Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Decreto Rilancio: credito d'imposta per locazioni di immobili ad uso non abitativo


Prime istruzioni operative dell'Agenzia delle Entrate per l'utilizzo del bonus affitti a seguito pubblicazione della circolare 14/E
Decreto Rilancio: credito d'imposta per locazioni di immobili ad uso non abitativo

Il Decreto Rilancio del 19.05.2020, nell'articolo 28, prevede la possibilità di poter utilizzare il 60% del canone di locazione pagato nei mesi di Marzo, Aprile e Maggio.

Sempre nello stesso decreto si dà la possibilità di cedere il credito maturato al proprietario anche in conto affitti.

La circolare dell'Agenzia entrate 14/E fornisce un prima parte di istruzioni per l'utilizzo del credito, nello specifico:

•    Istituisce il codice tributo necessario per poter effettuare la compensazione, cod. 6920 già da questo mese;

•    Conferma la possibilità di maturare il credito su locazioni di qualsiasi tipo di immobile ad uso non abitativo, comprendendo anche chi in regime forfettario e agricoltori;

•    Esclusione dell'utilizzo del credito per chi detiene immobili con leasing finanziario, ma è possibile per leasing di godimento;

•    Possibilità di maturare un credito pari al 30% per i canoni di affitto di azienda


Requisiti per l'accesso

•    Diminuzione del fatturato per almeno il 50% nei mesi di marzo, aprile e maggio: nel mese di flessione del fatturato si usufruirà del credito di imposta;

•    Ricavi annuali inferiori a € 5.000.000,00: nessun limite per strutture alberghiere e agrituristiche (la norma fa riferimento al codice Ateco 55.);

•    Il canone del singolo mese dovrà essere saldato: possibile utilizzo anche nel caso in cui il canone sia stato pagato in via anticipata.


Modalità di utilizzo

•    In compensazione;

•    Nella dichiarazione dei redditi relativo all'anno 2020;

•    Ceduto al locatore;

•    Ceduto ad altri soggetti (istituti di credito, intermediari finanziari ecc..


Si ricorda che:

•    NON è possibile cumularlo con il credito di imposta (credito di imposta per botteghe e negozi) del decreto 18 del 17.03.2020;

•    NON sono ancora state fornite le istruzioni e modalità operative per la cessione del credito; sono state comunque chiarite le responsabilità del cedente e del cessionario e i controlli a cui potrebbero essere sottoposti.


Per ogni ulteriore approfondimento contattateci ai numero 0375260948 - 0521233905 oppure visitate il nostro sito

Approfondimenti nel blog

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Breve guida per le Start Up innovative

Ecco una breve guida sulla costituzione, la composizione e i vantaggi delle Start up innovative

Continua

Affitti brevi: cosa sono e qual è la tassazione

Breve guida sugli affitti brevi: tutto ciò che si deve sapere sul funzionamento, sulla normativa e sulla tassazione

Continua

Decreto liquidità imprese, ecco cosa prevede

Dopo il Decreto “Cura Italia” è stato varato dal Governo un nuovo provvedimento che contiene misure per l’accesso al credito e nuove proroghe fiscali

Continua

Nuovi limiti all'utilizzo dei contanti dal 1° Luglio 2020

A partire dal 1° luglio 2020 il limite all’utilizzo dei pagamenti in contanti in unica soluzione scenderà da 3.000 a 2.000 euro (dunque 1.999 euro)

Continua

Contributo a fondo perduto: ecco come richiederlo

A partire dal 15 giugno sarà possibile richiedere il contributo a fondo perduto per ditte e azienda anche neo costituite nel 2019: requisiti e modalità di richiesta

Continua