Delibera ANAC 626/17: Fine dei regimi in proroga?


La delibera ANAC 626/17 mette fine al regime delle proroghe e degli affidamenti senza gara ad ex municipalizzate cresciute oltre l'originario scopo
Delibera ANAC 626/17: Fine dei regimi in proroga?
L’ANAC, Autorità Nazionale Anti Corruzione, ha pubblicato la Delibera N. 626/2017.

Il provvedimento detta principi applicabili a tutte le forme di "in-house providing", e pertanto appare lecito aspettarsi che possa portare a ricadute a proposito di tutti i servizi pubblici.
La Delibera:
1) muove aspre censure all’Agenzia regionale per i ritardi nella emissione delle gare per l’affidamento dei servizi pubblici le cui concessioni sono scadute anche da molti anni;
2) a maggior ragione contesta il sistema degli affidamenti in proroga, senza confronto competitivo; e
3) contesta altresì la situazione delle aziende che, nate dalla aggregazione di imprese municipalizzate, con l’apertura del capitale a terzi, la quotazione in borsa e lo sviluppo dei rispettivi business, hanno ormai raggiunto dimensioni industriali che non giustificano più il beneficio di affidamenti diretti come aziende in-house delle rispettive amministrazioni.
Legislazione e giurisprudenza restringono il ricorso all’affidamento diretto ad emanazioni delle amministrazioni di pubblici appalti che verrebbero, così, sottratti al mercato. La soluzione è possibile, ma solo in presenza di condizioni, soggettive ed oggettive, che ne giustifichino il ricorso. Non è difficile osservare ictu oculi che ben difficilmente le tre condizioni dettate dal Legislatore per legittimare gli affidamenti diretti possono ritenresi soddisfatte nel caso delle ex municipalizzate ora quotate in Borsa.
L'oggetto della censura dell'Autorità è duplice: da un lato, il ricorso al sistema delle proroghe di concessioni scadute, anche da molti anni;dall'altro l'impiego degli affidamenti in-house a soggetti che hanno perso la vocazione ad agire come strumentalità dell'Amministrazione, per via della crescita dimensionale e di scopo rispetto alle origini.
Molte se non tutte le società costituite per trasformazione delle pregresse aziende municipalizzate, ed oggi affidatarie della gestione di rilevanti porzioni dei SSPPLL si trovano in analoghe situazioni: concessioni originariamente assentite in via diretta, in quanto l’azienda era ontologicamente costituita per l’"in-house providing" sono ora scadute, o in via di scadenza, ed il loro esercizio viene spesso proseguito, con rinnovi o proroghe, senza un effettivo accertamento del permanere delle condizioni che giustifichino il by-pass delle procedure competitive.
La strigliata imposta dalla Delibera ANAC, si auspica, dovrebbe ora portare ad un riesame delle situazioni pendenti, per accelerare con l’emissione delle procedure di gara rimaste insabbiate.
Questo metterebbe sul mercato un numero non trascurabile di opportunità.

Articolo del:



L'autore è esperto in Diritto commerciale
renato conti
via di val tellina, 74, Scala A, int. 3
00151 - Roma (RM), Lazio


Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Avvocatura, digitale, soddisfazione del cliente

Ricorrere alla tecnologia per migliorare la prestazione legale: si può. Ma anche il cliente deve attrezzarsi. Questo articolo spiega come

Continua

MOG 231/01 e Sistemi qualità, non sono alternativi

Cassazione: diverse le finalità e i presupposti, i modelli qualità non sono sostitutivi dei MOG previsti dal D. Lgs. 231/01

Continua

Modelli di Compliance, valutazione di idoneità

Come si può individuare il limite da raggiungere per poter considerare "idoneo" il modello organizzativo adottato dall'impresa?

Continua

Perché rileva la valutazione d'idoneità del MOG?

Individuare nella sostenibilità economica della compliance un limite allo sforzo per l’idoneità dei modelli di organizzazione e gestione?

Continua

Rilevanza delle valutazioni d'idoneità del MOG

Individuazione della sostenibilità economica quale limite allo sforzo delle scelte di compliance

Continua

1/12: una nuova era per gli affidamenti in-house?

Operativo dal 30/11 l'elenco ANAC delle stazioni appaltanti che ricorrono all'in-house. Dubbi ed opportunità

Continua

AGCM: separazione societaria per operatori TPL

AGCM: operatori di TPL attivi anche in mercati diversi (art. 8, co. 2bis L287/90) devono separare societariamente le attività. Ma siamo sicuri?

Continua

Servizi legali e creazione di valore

I servizi legali di ogni impresa devono contribuire alla creazione di valore. Le nuove tecnologie offrono la metrica per misurarne il contributo

Continua

22 marzo, giornata mondiale dell'acqua

L'acqua è un bene prezioso, che va tutelato e gestito al meglio. Investire nella tutela delle acque produce ritorni sociali ed economici importanti

Continua

Giuristi di impresa e metriche organizzative

Definire il ruolo del legale interno e dotarlo di strumenti che ne facilitino l'allineamento alle esigenze gestionali, una sfida win-win per tutti

Continua

Impugnare le delibere del Collegio Sindacale?

Quando i controllori esercitano poteri gestori, divengono controllati, ed il diritto di impugnazione si veste in capo al CdA, considerato dissenziente

Continua

Due parole sui Bitcoin

Valute virtuali, base patrimoniale, crisi dello Stato e aspettative di conversione: una lettura della storia per valutare i rischi di investimento

Continua

Esporre un caso a Consiglieri, Dirigenti e Imprenditori

Come indirizzarsi al top management per una presentazione di successo

Continua