Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Detrazioni fiscali o sconto immediato in fattura?


Una novità del Decreto Crescita: come applicare lo sconto immediato in fattura al posto della detrazione fiscale
Detrazioni fiscali o sconto immediato in fattura?

Tutti gli interventi soggetti a Ecobonus e Sismabonus, possono usufruire dello sconto immediato in fattura invece della detrazione IRPEF in 10 anni.


Come funziona?

Lo sconto immediato, del 50% o del 65% a seconda del tipo di intervento, può essere applicato, al posto della detrazione in 10 anni, nei seguenti casi:
1.    Ecobonus
2.    Sismabonus
3.    Condizionatori
4.    Tende da sole con schermature
5.    Bonus zanzariere
6.    Infissi
7.    Caldaie

Pertanto, secondo quanto previsto dal Decreto Crescita approvato in via definitiva e, pertanto, diventato legge, i contribuenti che hanno diritto alla detrazione per gli interventi di Efficienza energetica, possono optare, al posto della detrazione, uno sconto, pari alla percentuale di contributo spettante, da applicare sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi.

Lo sconto applicato dal fornitore viene poi rimborsato sotto forma di credito di imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione in 5 quote annuali di pari importo.

A partire dal 1° Luglio 2019 tutti i contribuenti che hanno diritto alle detrazioni che prevedono un risparmio energetico, possono scegliere se farsi fare lo sconto immediato dal prezzo di vendita oppure portare le spese in detrazione.


Come fare per fruire dello sconto in fattura?

Per ottenere lo sconto in fattura, il contribuente deve:

•    entro il 28 febbraio dell'anno successivo a quello in cui si è sostenuta la spesa, comunicare l'opzione, per via telematica, all'Agenzia delle Entrate tramite l'area riservata del sito dell'Agenzia stessa;

oppure

•    effettuare la comunicazione tramite gli uffici dell'Agenzia, utilizzando l'apposito modulo (allegato al provvedimento 660057/2019 delle Entrate) o inviando il modulo tramite PEC insieme al documento di identità.

La comunicazione può essere effettuata a partire dal 16 ottobre 2019.


Dati della comunicazione per lo sconto

Per ottenere lo sconto in fattura, il contribuente deve fare la comunicazione all'Agenzia delle Entrate indicando i seguenti dati OBBLIGATORI:
•    denominazione e codice fiscale del soggetto avente diritto alla detrazione
•    tipologia di intervento effettuato
•    importo complessivo della spesa sostenuta
•    anno di sostenimento della spesa
•    importo complessivo del contributo richiesto (pari alla detrazione spettante)
•    dati catastali dell'immobile oggetto di intervento
•    denominazione e codice fiscale del fornitore che applica lo sconto
•    data in cui è esercitata l'opzione
•    assenso del fornitore all'esercizio dell'opzione e la conferma del riconoscimento del contributo, sotto forma di sconto di pari importo sul corrispettivo dovuto per l'intervento effettuato.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Compravendita, la commerciabilità di un immobile

Per poter immettere sul mercato un immobile è necessario controllare lo stato di “legittimità” dello stesso a livello tecnico

Continua

Rifacimento del tetto nel centro storico

La ristrutturazione dei tetti nei nei centri storici deve garantire sicurezza e rispetto delle caratteristiche di “antichità” delle tegole

Continua

Cappotto interno, isolare dall'interno una parete con materiali naturali

I pannelli di argilla sono un ottimo materiale per isolare dall'interno una parete

Continua