Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Dichiarazione dei redditi Irpef, le novità del 730/2019


Tra le novità, le detrazioni sulle spese degli abbonamenti dei mezzi pubblici, bonus verde e bonus per gli studenti con DSA
Dichiarazione dei redditi Irpef, le novità del 730/2019

E’ il periodo della dichiarazione dei redditi 2019 sulla base degli introiti e delle spese sostenute nel corso del 2018.

Già a partire dal 15 aprile scorso, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il Modello 730/2019 destinato alle dichiarazioni di lavoratori dipendenti e pensionati e le istruzioni per la sua compilazione. Quest’anno, fanno la loro comparsa anche alcune novità in merito a detrazioni e ad agevolazioni fiscali aggiuntive rispetto agli scorsi anni.

 

Le scadenze di invio del modello 730/2019

Prima di illustrare le novità di quest’anno è bene ricordare che dal 2 maggio scorso è possibile integrare e modificare la versione online del modello 730/2019 precompilato. La scadenza dell’invio all’Agenzia delle Entrate del modulo, sia precompilato che ordinario, è fissata per il prossimo 23 luglio 2019. Mentre, se l’invio del 730/2019 avviene tramite il sostituto d’imposta, la scadenza è fissata per il 7 luglio prossimo (che in pratica slitta a lunedì 8 luglio dato che il 7 luglio è una domenica).
L’invio del Modello 730/2019 potrà avvenire tramite Caf o tramite il proprio commercialista di fiducia.

 

Le novità del modello 730/2019

Come detto, il modello 730/2019 prevede l’inserimento di nuove detrazioni e di agevolazioni fiscali.
Eccole nel dettaglio.

Spese per abbonamenti dei mezzi pubblici: in sede di dichiarazione sarà possibile richiedere la detrazione per l’abbonamento ai mezzi pubblici come gli autobus e i treni del trasporto pubblico locale (TPL), regionale ed interregionale. Il valore del rimborso è pari al 19% di quanto sostenuto fino a un tetto massimo di spesa di 250 euro annui. La detrazione può essere richiesta anche su abbonamenti dei familiari a carico.

Bonus verde: chi ha sostenuto spese per i lavori di sistemazione del verde (giardini, terrazzi o balconi) sia nelle singole unità immobiliari sia nelle parti comuni condominiali, ha diritto a un credito di imposta pari al 36% dell’importo versato fino a un tetto massimo di spesa di 5 mila per unità immobiliare (dunque, il tetto massimo di spesa agevolabile per lavori condominiali è pari a 5 mila euro per il numero di unità immobiliari presenti nel condominio). La detrazione dovrà essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

Bonus per gli studenti con DSA: oltre alle “tradizionali” detrazioni per le spese scolastiche (legate alle iscrizioni, alle mense, alle spese per gite e contributi volontari, ecc…) arriva una nuova detrazione che riguarda le spese sostenute per l’acquisto di strumenti e sussidi necessari per favorire l’apprendimento e la comunicazione verbale di studenti che hanno un DSA (ovvero un disturbo specifico dell’apprendimento). Il costo di tutto il materiale acquistato in ausilio dello studente con DSA (fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado) potrà subire una detrazione del 19%.

Polizze assicurative contro il rischio di eventi calamitosi: chi ha stipulato nel 2018 una polizza assicurativa contro il rischio di eventi calamitosi, come i terremoti, possono detrarre nel modello 730/2019 il 19% del premio dell’assicurazione. La polizza deve essere relativa a immobili ad uso abitativo.

Erogazioni liberali: sono previste detrazioni pari al 30% sulle erogazioni liberali effettuate dal contribuente a favore di organizzazioni non lucrative di utilità sociale e di associazioni di promozione sociale. L’aliquota sale al 35% nel caso di organizzazioni di volontariato. Infine, è possibile dedurre quanto versato a favore di Onlus e Associazioni di promozione sociale fino al limite del 10% del reddito dichiarato.


Il mio studio si offre disponibile ad offrire maggiori informazioni e consulenza in merito.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Fatturazione elettronica: chiarimenti e novità

Legge di Bilancio 2018: fattura elettronica obbligatoria dal 2019

Continua

Bilancio di esercizio 2018: termini di approvazione e cause di rinvio

In specifici casi illustrati dal CNDCEC è possibile approvare il bilancio di esercizio fino a 180 giorni dopo la chiusura dell’esercizio

Continua

Il trust: strumento di tutela del patrimonio e dei propri familiari

Il trust consente una pianificazione del passaggio generazionale tutelando il patrimoni

Continua

Consulenza finanziaria: la figura del CFO esterno

Le sfide dei mercati globalizzati comportano la necessità di gestire l’impresa analizzando professionalmente l’equilibrio finanziario e reddituale

Continua