Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Dropshipping


Particolare tipologia di E-commerce: caratteristiche e vantaggi
Dropshipping
Il dropshipping, nato negli Stati Uniti oltre 10 anni fa, è una particolare tipologia di E-commerce che permette di iniziare un'attività di commercio on-line senza la necessità di investire capitali, di possedere un magazzino e di assumere dipendenti.
Alla base vi sono dei contratti commerciali tra il venditore, denominato Market, e il fornitore dei prodotti, denominato Dropshipper.
Il venditore, tramite il proprio sito E-commerce, riceve l'ordine da parte del consumatore finale e il relativo corrispettivo; tempestivamente trasmette l'ordine al proprio fornitore, che preparerà, imballerà e spedirà la merce all'indirizzo indicato dal consumatore finale. Sulla confezione verrà indicato il nome ed il logo del venditore. Una volta effettuata la spedizione il venditore pagherà il proprio fornitore.
Quali sono i vantaggi di questa particolare forma di commercio on-line?
Per il venditore, sicuramente il maggior vantaggio è quello di non possedere un magazzino e di non essere responsabile della spedizione della merce. Per contro dovrà scegliere accuratamente i propri fornitori, i prodotti da vendere e i paesi in cui effettuare le vendite. Pertanto sarà necessaria una buona capacità di promuovere la propria attività, una buona conoscenza della concorrenza e un ottimo marketing per attirare quanti più clienti possibili.
Dovrà inoltre, controllare le scorte di magazzino del proprio fornitore in modo da non vendere prodotti al momento non disponibili.
Il vantaggio per il fornitore sarà invece la possibilità di far crescere la propria rete di vendita senza perdite di tempo nella presentazione del prodotto al pubblico.
Va ricordato che le vendite on-line, e quindi anche il dropshipping, sono assimilate alle vendite per corrispondenza; non è pertanto obbligatorio l'emissione della fattura, scontrino o ricevuta fiscale se non espressamente richiesta dal cliente. Il venditore avrà comunque l'obbligo di annotare sul registro dei corrispettivi i ricavi delle vendite; annoterà inoltre nel registro acquisti la fattura ricevuta dal dropshipper relativa alla merce acquistata.
Dal punto di vista fiscale, il dropshipping rientra nelle triangolazioni Iva: due distinte cessioni ma un unico movimento dei beni. Va pertanto prestata molta attenzione, ai fini dell'iva, alla nazionalità delle parti in causa.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

E-commerce: che cos'è'?

Definizione e principali adempimenti amministrativi e fiscali per avviare l'attività

Continua

Fatturazione elettronica

Nuovi obblighi a partire dal 1° gennaio 2019 per tutte le società

Continua

Le novità del Decreto Dignità

Contratti a tempo determinato, voucher turismo, sgravi contributivi e licenziamenti

Continua

Rottamazione-ter, al via le domande fino al 30 aprile 2019

Può aderire anche chi lo ha fatto alle precedenti Definizioni agevolate rispettando alcuni requisiti

Continua

Pace fiscale, arriva la proroga al 31 luglio 2019

E’ possibile ancora aderire alla rottamazione ter e al saldo e stralcio delle cartelle esattoriali

Continua