Richiedi una consulenza in studio gratuita!

E' risarcibile il danno da vaccini non obbligatori?


Ecco qual è la normativa e le sentenze di riferimento in tema di risarcimento danni da vaccinazioni non obbligatorie
E' risarcibile il danno da vaccini non obbligatori?

Senza entrare nel merito dei preparati biologici alla base dei vaccini, in questo articolo si vuole affrontare la questione della responsabilità in caso di danno da vaccinazione, soprattutto oggi a mente del contesto storico che stiamo vivendo.

Quello da vaccinazione è una tipologia di danno in continua evoluzione in funzione del corso degli anni e al progresso delle conoscenze scientifiche che rappresentano uno dei presupposti delle pronunzie giudiziali.

Si ritiene, senza entrare nel merito della sussistenza o meno dei presupposti, che è possibile ottenere il risarcimento in ipotesi di danno da vaccinazione non obbligatoria.

Il danno da vaccinazione è disciplinato dalla legge 25 febbraio 1992, n. 210 e ss mm, che riconoscie un indennizzo ai soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati.

La tutela indennitaria, inizialmente riconosciuta solo nell'ambito delle vaccinazioni obbligatorie, è stata ampliata ricomprendendovi le vaccinazioni imposte o sollecitate da interventi finalizzati alla protezione della salute pubblica.

Lo Stato dovrebbe accompagnare da una norma di copertura a protezione per i danneggiati all'integrità fisica da vaccinazioni non obbligatorie anche perché la previsione dell'indennizzo completa il "patto di solidarietà" tra individuo e collettività in tema di tutela della salute e rende più serio e affidabile ogni programma sanitario volto alla diffusione dei trattamenti vaccinali, al fine della più ampia copertura della popolazione.

Ma anche in assenza di queste previsioni normative la giurisprudenza della Corte Costituzionale ha esteso l'originaria tutela indennitaria concernente le sole vaccinazioni obbligatorie.

Con la sentenza n. 268 del 2017 ha dichiarato costituzionalmente illegittima la disposizione nella parte in cui non consentiva la corresponsione di indennizzo nel caso di vaccino antinfluenzale (non obbligatorio).

La sentenza 118/2020 ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. 1, comma 1, della L. 25 febbraio 1992, n. 210 (Indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati), nella parte in cui non prevede il diritto a un indennizzo, alle condizioni e nei modi stabiliti dalla medesima legge, a favore di chiunque abbia riportato lesioni o infermità, da cui sia derivata una menomazione permanente della integrità psico-fisica, a causa della vaccinazione contro il contagio dal virus dell'epatite A.

Alla base delle pronunce vi è l'obiettivo di salute pubblica che può essere perseguito attraverso fenomeni generalizzati di immunizzazione sia mediante atti che impongano le vaccinazioni sia attraverso atti che ne fanno oggetto di raccomandazione.

L'utilità pubblica delle vaccinazioni raccomandate, in queste situazioni, legittima ed anzi impone la traslazione sulla comunità del rischio connesso alla pratica vaccinale, a prescindere dalle particolari motivazioni che muovono i singoli (in virtù degli artt. 2, 3 e 32 Cost, secondo i principi enunciati nella giurisprudenza costituzionale in materia.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Legge 210/1992: indennizzo e risarcimento danni da emotrasfusione

Chi subisce dei danni alla salute ha diritto a un equo indennizzo, ecco la procedura per richiederlo

Continua

Danno da attività medica: in mancanza della cartella clinica si ricorre alle presunzioni

Nel caso in cui la cartella clinica sia incompleta o smarrita è consentito il ricorso a presunzioni

Continua

Epatite C ante 1989: legittimazione passiva del Ministero della Salute

Cassazione: confermata la sussistenza della responsabilità in capo al Ministero della Salute in merito ai contagi da trasfusioni infette anche prima del 1989

Continua

Principi consolidati in tema di danno da emotrasfusione

Principi giurisprudenziali consolidati in tema di responsabilità civile in tema di danno da emotrasfusione

Continua

L’indennizzo e il risarcimento ordinario: cumulabili o alternativi?

Sebbene vi sia la possibilità di cumulo, il risarcimento del danno non verrà liquidato se l’indennizzo riconosciuto e pagato è superiore al danno

Continua

Il danno da vaccinazione non obbligatoria è risarcibile

Danno da vaccinazione non obbligatoria conosciamo le casistiche e se e come può essere risarcito

Continua

Danno da vaccinazione: prescrizione quinquennale

Danno da vaccinazione: prescrizione quinquennale come quella da emotrasfusione

Continua

Covid-19: responsabilità dello Stato e della struttura ospedaliera

Questo articolo offre una sintetica riflessione e sulla responsabilità dello Stato e sul contagio da Covid-19 nelle strutture sanitarie

Continua