Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Mercati finanziari, eccoci alla fine di questo 2019


Cosa è successo nel 2019 e cosa aspettarsi per il prossimo anno?
Mercati finanziari, eccoci alla fine di questo 2019

Ultimo giorno di un anno in cui i mercati finanziari si sono ampiamente riscattati rispetto ai rendimenti negativi del 2018: i prezzi di mercato delle obbligazioni sono risaliti oltre il valore di 100 perché nel primo trimestre gli scenari inflazionistici e i dati di crescita macroeconomica sono tornati a puntare verso il basso per poi stabilizzarsi nell'ultimo trimestre. Di conseguenza, le banche centrali hanno dovuto rivedere le politiche restrittive che avevano pensato e programmato a fine 2018.

I mercati azionari, sostenuti dai nuovi stimoli delle banche centrali hanno corso parecchio recuperando tutto il terreno perso nel 2018.

Gli indici della borsa americana hanno aggiornato nuovi massimi, sembra che tutto ciò non abbia un limite...

Non so cosa ci aspetta per il nuovo anno, di sicuro le pubblicazioni degli utili potranno confermare se i prezzi attuali delle quotazioni azionarie sono congrue con le aspettative di remunerazione per gli azionisti, e se così non fosse, tenetevi forte perché le "montagne russe" dei mercati finanziari potrebbero essere molto volatili.

Abbassare la quota di investimenti azionari, portando a casa almeno i profitti generati, è strategicamente corretto e fa bene anche all'umore; la liquidità generata poi si potrebbe reinvestire gradualmente nei prossimi 12 - 18 mesi ricomprando i mercati azionari.

Le obbligazioni, causa la risalita dei prezzi di mercato, sono tornate ad avere prospettive di rendimenti complessivi negativi (soprattutto nella zona Euro) o sotto l'inflazione attesa, salvo che non si cerchi rendimento con emissioni obbligazionarie in Paesi emergenti o emesse da Paesi che hanno avuto, o anno tuttora, importanti difficoltà economiche o politiche: in qualsiasi caso, per queste tipologie di investimento è consigliabile approcciarle tramite i gestori specializzati.

L'oro, seppur quotato in dollari Usa, potrebbe essere un buon "paracadute" se le cose dovessero girare per il peggio.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Supply chain e inflazione, le ripercussioni per aziende e investimenti

Nell'attuale scenario internazionale trovare un giusto compromesso tra rischio e rendimento reale negli investimenti obbligazionari potrebbe diventare più complicato

Continua