Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Ecobonus 110%, cos'è e cosa prevede (Prima parte)


Il Decreto Riancio 2020 ha aumentato la detrazione di imposta al 110% per le ristrutturazioni edilizie, per alcune tipologie di interventi sugli edifici esistenti
Ecobonus 110%, cos'è e cosa prevede (Prima parte)

Il Decreto Riancio del 2020 ha aumentato la detrazione di imposta al 110% per le ristrutturazioni edilizie, per alcune tipologie di interventi sugli edifici esistenti.

In particolare, potrenno essere detratte al 110%, in 5 rate annuali di uguale importo, tutte le spese effettuate dal 1° Luglio 2020 al 31 dicembre 2021. Saranno prorogate fino al 31/12/2022 solo le spese relative ai condomini.

Queste detrazioni si aggiungono a quelle già vigenti (il 50%, 65%, 85%). 

In particolare, le spese riguardano interventi di:

  1.  Riqualificaizone energetica di edifici (ECOBONUS). Se si interviene nelle parti comuni dell'involucro edilizio opaco di strutture verticali, orizontali ed oblique, per più del 25% della superficio disperdente e a patto che si migliori di almeno due classi energetiche.
  2.  Recupero del patrimonio edilizio (SISMABONUS) che migliori il rischio sismico, migliorando di almeno due classi. Non valido per le zone sismiche 4.

La novità principale è il cosiddetto SCONTO IN FATTURA, o CESSIONE DEL CREDITO. In particolare, tale Cessione del credito esiste da diversi anni, ma praticato poco. Con questo provvedimento, si può cedere il credito all'impresa esecutrice dei lavori o ad un istituto di credito. 

Poichè la normativa agevola molto il recupero edilizio, è necessario adempiere ad alcune condizioni:

  • il VISTO DI CONFORMITA' dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d'imposta. Tale visto deve essere rilasciato da commercialisti, ragionieri, caf, ecc.
  • ASSEVERAZONE TECNICA relativa agli interventi di efficienza energetica o rischio sismico da parte dei tecnici abilitati, che certifichi il rispetto dei requisiti tecnici e la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati.

L'ENEA effettuerà controlli sia documentali che attraverso sopralluoghi, per verificare la sussistenza delle condizioni necessarie per usufruire delle detrazioni.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Compravendita, la commerciabilità di un immobile

Per poter immettere sul mercato un immobile è necessario controllare lo stato di “legittimità” dello stesso a livello tecnico

Continua

Rifacimento del tetto nel centro storico

La ristrutturazione dei tetti nei nei centri storici deve garantire sicurezza e rispetto delle caratteristiche di “antichità” delle tegole

Continua

Cappotto interno, isolare dall'interno una parete con materiali naturali

I pannelli di argilla sono un ottimo materiale per isolare dall'interno una parete

Continua

Detrazioni fiscali o sconto immediato in fattura?

Una novità del Decreto Crescita: come applicare lo sconto immediato in fattura al posto della detrazione fiscale

Continua

Bonus facciate e le novità in ambito edilizio del 2020

Confermate le detrazioni fiscali degli scorsi anni per ristrutturazione e riqualficazione energetica. Introdotto il Bonus facciate senza limiti di spesa

Continua