Fallimento addio


La liquidazione giudiziale sostituisce il fallimento
Fallimento addio
Addio al fallimento: al suo posto la liquidazione giudiziale.
Si parte da una rivoluzione letterale: la riforma abbandonando la tradizionale espressione "fallimento" e sostituendola con quella di "liquidazione giudiziale", nella quale si innesta una soluzione concordataria con la completa liberazione dei debiti entro 3 anni al massimo dall'apertura della procedura ha come scopo, spiega Orlando, di evitare le conseguenze connesse alla dichiarazione di fallimento dell'imprenditore, "che vanno dalla stigmatizzazione all'incapacità di far fronte ai propri debiti, e che incidono negativamente sulle possibilità di avviare una nuova attività, nascondendo il fatto che la crisi o l'insolvenza sono evenienze fisiologiche nel ciclo di un'impresa, da prevenire ed eventualmente regolare al meglio, ma non da esorcizzare".

Le modifiche attengono:
- Fase preventiva e stragiudiziale per anticipare l'emersione della crisi.
- Giudice ad hoc per le procedure concorsuali.
- Concordato preventivo in continuità.
- Accordi di ristrutturazione estesi.
- Marketplace nazionale per i beni in vendita, il sistema Common.
- Procedura unitaria per i gruppi di impresa.
- Più facile l'accesso al credito.
- Tutela per chi compra immobili da costruire.
Queste in sintesi le più importanti modifiche.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

I creditori delle società liquidate e cessate

Gli effetti della cancellazione si annullano se la cessazione viene effettuata per finalità elusive delle obbligazioni pendenti

Continua

Condominio: la revisione delle tabelle millesimali

Quali sono i casi in cui è necessario emendare la tabella millesimale

Continua

Crisi di impresa e fallimento

Quando le società cessate possono fallire

Continua

L'ipoteca della Banca prevale sempre

L’ipoteca preesistente della banca prevale sulla sentenza di assegnazione della casa familiare alla moglie a seguito di separazione o divorzio

Continua

Contratti bancari: la sottoscrizione della Banca

Anche la Banca al pari dell'investitore deve sottoscrivere i contratti di consulenza e di gestione del portafoglio del cliente

Continua

Condominio: ripartizione spese

Condominio: la ripartizione delle spese per frontalini e fioriere

Continua

La Riforma della legge Fallimentare

Il Concordato preventivo: nuovi sviluppi

Continua

Trust e azione revocatoria ex art. 2901 c.c.

Il Trust e la sua revocabilità: i presupposti per tale azione revocatoria

Continua