Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Farmacia e la "lotteria degli scontrini"


L'Agenzia delle Entrate con recente provvedimento ha aperto all'estrazione dei premi della "lotteria degli scontrini" anche per gli acquisti dei consumatori in Farmacia
Farmacia e la "lotteria degli scontrini"

Una delle misure anti-evasione da tempo sbandierata dal Governo è la cosiddetta “lotteria degli scontrini”.

È già attivo il sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it in cui l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli fornisce tutte le informazioni utili per partecipare dal 1° gennaio 2021, dopo essere stata prorogata la partenza precedentemente fissata al 1° luglio 2020 a causa dell’emergenza sanitaria.

Pare, comunque, che tutto sia pronto per poter partecipare all’estrazione dei premi in denaro per i consumatori, i quali dovranno preventivamente (a partire da dicembre) dotarsi del “codice lotteria” personale.

Ricordiamo che i fortunati vincitori non saranno solo i consumatori, ma anche gli esercenti qualora il pagamento avvenga con sistemi tracciati (quindi senza contanti)[1].

Inizialmente non avevamo dato tanto peso alla lotteria in quanto l’originario provvedimento n. 739122 del 31 ottobre 2019 stabiliva che i registratori telematici utilizzati dai soggetti tenuti all’invio dei dati al sistema Tessera Sanitaria non potessero trasmettere i dati necessari per la partecipazione alla lotteria.

Ecco però che con provvedimento  n. 0351449 dello scorso 11 novembre il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha modificato la precedente disposizione prevedendo che i dati dei corrispettivi validi ai fini della partecipazione alla lotteria potranno essere trasmessi anche dai soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria, ma soltanto nel caso in cui il cliente consumatore finale richieda all’esercente l’acquisizione del codice lotteria in alternativa al codice fiscale.

La Farmacia, quindi, in fase di registrazione dell’operazione con il proprio registratore telematico, potrà memorizzare:

- o il codice fiscale se il cliente intende ottenere la detrazione fiscale della spesa;

- o il codice lotteria se il cliente intende partecipare alla lotteria degli scontrini.

Sarà, inoltre, necessario procedere all’aggiornamento del registratore telematico entro il 31 dicembre per adeguare il tracciato di trasmissione dei dati alle nuove specifiche tecniche.

 

[1] Nel caso di estrazioni “zerocontanti”, lo scontrino estratto premia sia il consumatore, sia l’esercente:

  • quindici premi da 25.000 euro ciascuno per il consumatore e quindici premi da 5.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni settimana;
  • dieci premi di 100.000 euro ciascuno per il consumatore e dieci premi di 20.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni mese;
  • un premio di 5.000.000 di euro per il consumatore e un premio di 1.000.000 di euro per l’esercente, ogni anno.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Farmacie: fattura esente IVA per cessione di beni anti Covid-19

Il DL. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio) ha previsto all'art. 124 una nuova esenzione IVA per alcune categorie d beni fino al 31 dicembre 2020

Continua

Super-ammortamento 2019 con consegna dei beni entro dicembre 2020

Proroga per il sostenimento del costo di beni strumentali super-ammortizzabili prenotati nel 2019

Continua

Farmacie: prorogato l’aggiornamento dei registratori telematici

Con il provvedimento n. 248558 del 30 giugno 2020 del Direttore dell'Agenzia delle Entrate sono stati prorogati i termini per l'adeguamento dei Registratori telematici

Continua

IVA su detergenti disinfettanti: i chiarimenti dell'AdE

L'Agenzia delle Entrate chiarisce l'applicabilità dell'esenzione IVA prevista dall'art. 124 del DL Rilancio

Continua