Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Finanza agevolata: come ottenerla in soli 3 giorni


Nello Studio Brega abbiamo sempre dedicato ampio spazio alla finanza agevolata, tematica diventata sempre più centrale per tutti gli imprenditori
Finanza agevolata: come ottenerla in soli 3 giorni

In questa sede vogliamo soffermarci sull'ultima iniziativa promossa da Credimi, azienda fintech specializzata nei finanziamenti digitali per le imprese. Su Studio Brega abbiamo sempre dedicato ampio spazio alla finanza agevolata, tematica diventata sempre più centrale per tutti gli imprenditori. L’obiettivo? Rendere gli imprenditori il più consci possibile di tutti gli strumenti a loro disposizione per migliorare lo stato di salute della propria azienda. Ma entriamo nel dettaglio. Proviamo ad analizzare insieme i presupposti necessari per sfruttare questo nuovo strumento di finanza agevolata.

Finanza agevolata: le ditte individuali ringraziano

Un finanziamento da 20 mila euro fino a 1,5 milioni. Senza garanzia personale con risposta in 3 giorni. Questa l’idea dietro all’iniziativa Credimi Subito. Sul portale web potranno fare domanda di finanziamento tutte le ditte individuali aventi due specifici requisiti:

  • un fatturato di minimo 100 mila euro;

  • almeno due anni di età.

La piattaforma assicura una velocità di istruttoria della pratica sbalorditiva. Come è possibile? Grazie alla tecnologia di raccolta dati e rating che riesce ad analizzare più variabili. Dall’andamento dell’attività commerciale ed economica, alla storia della società e dell’imprenditore. Passando per l’andamento di tutti i finanziamenti in essere, inclusi quelli presenti in Centrale Rischi.

Il finanziamento ha una durata di 5 anni di cui uno di preammortamento. Gli unici dati che occorre inserire sono la Partita Iva e l’ultima dichiarazione fiscale. L’importo richiedibile (massimo il 25% del fatturato della Ditta) va da 25 mila euro a 1,5 milioni.

Finanza agevolata: non è sempre la soluzione

Secondo l’Osservatorio Piccole Imprese Italiane, le ditte individuali hanno subito un calo di fatturato più rilevante rispetto alla media delle Pmi. Il 72% delle ditte individuali prevede di richiedere un finanziamento. Delle aziende che si finanzieranno, il 76% chiederà un ammontare superiore a 25mila euro. Tra gli impieghi al primo posto c’è il ripristino della liquidità. Infatti ben il 28% di queste aziende pensa di ricorrere alla finanza in anticipo per far fronte a quello che potrà accadere.

Ricorrere alla finanza agevolata per sopperire a carenze di liquidità derivante dal ciclo di pagamento fornitori ed incasso clienti, non sempre è la scelta più corretta. Occorre prima di tutto procedere ad un’analisi preliminare della realtà imprenditoriale. In secondo luogo capire effettivamente dove si verifica la carenza di liquidità. E di conseguenza dove poter attingere per sopperire a tale mancanza. Altrimenti il rischio che si corre è alto. Quale rischio? Quello di indebitarsi ulteriormente e scoprire troppo tardi che la liquidità andava semplicemente cercata da un’altra parte. 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Bonus 2021: credito d'imposta al 50% per i beni strumentali

Tra i bonus 2021 inseriti nella neo nata Legge di Bilancio 2021, troviamo il potenziamento del credito di imposta per i beni strumentali, la cosiddetta "Industria 4.0"

Continua

Auto aziendale assegnata ai dipendenti: le ultime novità

Ecco quali sono le novità relative alla fiscalità dell'auto aziendale assegnata ai dipendenti

Continua

Assumere dipendenti 2021: risparmio fino a 6 mila euro annui

La neo nata Legge di Bilancio 2021 ha introdotto esoneri contributivi a carico dei datori di lavoro. Vediamo di cosa si tratta

Continua

Superbonus 110%: conviene cedere il credito alle banche?

E' una delle domande che ci pongono più spesso i nostri clienti: conviene cedere il credito alla banche? Proviamo a fare chiarezza

Continua

Superbonus 110% e cessione del credito: 3 esempi per capire quando conviene

La cessione del credito da superbonus è sempre convenente? E a che condizioni? Abbiamo ipotizzato 3 differenti casi per comprendere al meglio

Continua

Start up innovativa: come si costituisce con pochi euro

Cos'è una start up? Come posso crearne una? La mia azienda può essere definita una start up? Proviamo a fare chiarezza

Continua

Ricerca e sviluppo: bonus investimento fino al 45%

L'investimento in ricerca e sviluppo permette di ottenere un cospicuo credito di imposta. Un'opportunità molto interessante per gli imprenditori.

Continua

Finanza agevolata: come ottenerla in soli 3 giorni

Uno degli ultimi strumenti utili ad ottenere finanziamenti agevolati. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta

Continua

Ricerca e sviluppo: bonus investimento fino al 45%

La legge di bilancio 2021 proroga fino al 31/12/22 e potenzia il bonus ricerca e sviluppo.

Continua

Superbonus e sconto in fattura: è possibile fare i lavori gratis?

Superbonus 110%, tre vie per il recupero. Dichiarazione dei redditi, cessione del credito o sconto in fattura

Continua

Regime forfettario, addio definitivo alla Flat Tax?

Nel 2020 oltre 215 mila persone hanno aderito al regime forfettario. Quale sarà il futuro per questo particolare regime agevolato?

Continua

Beni strumentali e industria 4.0: tax planning fondamentale

La Legge di Bilancio 2021 ha potenziato il premio fiscale per gli acquisti di beni strumentali. Vediamo nel dettaglio a quanto ammonta l'agevolazione.

Continua