Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Fisco e accertamenti bancari


Accertamenti bancari, presunzione legale di maggior reddito per i prelievi bancari
Fisco e accertamenti bancari

Dopo l'intervento della Corte Costituzionale n. 24/2014, la presunzione di reddito riferito ai prelievi operati sul conto corrente non è più valida per i professionisti, e per i lavoratori autonomi.

Rimane invece operativa per gli imprenditori e la distinzione fa leva sulla diversa organizzazione e struttura esistente tra un imprenditore ed un lavoratore autonomo, in cui premane l'apporto del lavoro proprio.

Nel caso del professionista, quindi, non opera la presunzione: i prelevamenti bancari sono in tal caso imputati alle esigenze personali o familiari e non fanno REDDITO.

Recentemente, tuttavia, la Cassazione ha avuto modo di chiarire che la presunzione legale di maggior reddito non è riferibile solo a imprenditori a professionisti, ma è riferibile alla GENERALITA' DEI CONTRIBUENTI.

Quindi, qualsiasi contribuente, anche senza partita IVA, in caso di indagini finanziarie sul suo conto (e in presenza di somme non giustificabili) sarà oggetto di ACCERTAMENTO da parte del Fisco!

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Notifica inesistente. Appello accolto

Nulla la notifica se non vi è la prova dell'invio della seconda raccomandata

Continua

Cartella notificata dalle poste private: nullità

Sentenza n. 1302 2016 del Tribunale di RIMINI

Continua

Prescrizione della cartella esattoriale

Sentenza della Corte di Cassazione Sezioni Unite n. 758/2017

Continua

Notifica telematica di sentenza

Corte di Cassazione, sentenza 24292 2017 SEZ. III

Continua

Riforma del fallimento

Lavori in corso per la riforma fallimentare

Continua

Azione di accertamento negativo

Azione di accertamento negativo e ripartizione dell'onere probatorio

Continua

Risoluzione del contratto per inadempimento

Sentenza della Cassazione SEZ. II n. 15993 /2018

Continua