Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Fondo Perduto Aziende Artigiane: cos'è e come funziona


Ecco gli aspetti principali del credito agevolato per gli artigiani con le ultime novità che riguardano il contributo in conto capitale
Fondo Perduto Aziende Artigiane: cos'è e come funziona

La legge 949/1952 prevede il contributo in conto interessi e in conto capitale per gli investimenti delle aziende artigiane. Il finanziamento deve essere destinato esclusivamente:

a) all'impianto, all'ampliamento e all'ammodernamento di locali posti al servizio dell’attività artigiana dell’impresa;

b) all'acquisto di macchine, attrezzi e autoveicoli nuovi oppure usati;

c) alla formazione di scorte di materie prime e di prodotti finiti.

 

Come Funziona il contributo

L'azienda artigiana richiederà un finanziamento bancario per poter effettuare gli investimenti previsti. Una volta effettuati gli investimenti l'azienda presenterà le fatture quietanzate alla banca che procederà alla richiesta del contributo in conto interessi e in conto capitale. Il contributo in conto capitale che di norma è pari al 10% dell'investimento è stato portato al 40% nel 2020 per sostenere maggiormente le aziende in questo periodo di crisi economica causato dall'emergenza Covid-19.

L’importo ammissibile al contributo non può superare il 90% della spesa d’investimento. Nello specifico i limiti massimi sono:

a) 325.368,00 €: per le imprese individuali e societarie;

b) 697.217,00 €: a) per i consorzi di imprese non costituiti sotto forma di società cooperativa; b) per le imprese cooperative; c) per le società costituite da non più di due anni, derivanti dalla fusione di due o più imprese preesistenti, iscritte nell'Albo delle Imprese Artigiane da almeno tre anni;

c) 1.394.433,00 €: per i consorzi costituiti in forma di cooperativa, previsti dal 3° comma dell'articolo 6 della Legge n. 443/85 (c.d. consorzi misti).

Per le imprese di produzione di beni i suddetti limiti sono aumentati del 100%, ossia rispettivamente ad € 650.736,00, € 1.394.434,00 ed € 2.788.866,00. 

Non sono agevolabili gli investimenti di importo inferiore a 5.165,00 Euro.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Rimborsi IVA Trimestrali: come finanziarsi con l'IVA

Se l’eccedenza detraibile IVA è superiore a € 2.582,28 i soggetti passivi possono chiederla a rimborso anche prima della dichiarazione annuale con il modello IVA TR

Continua