Frazionamento di appartamenti


Cosa fare e a chi rivolgersi
Frazionamento di appartamenti
Un appartamento di grandi dimensioni, può essere frazionato in due unità indipendenti tra loro.
Questa soluzione è molto vantaggiosa dal punto di vista economico, perchè un appartamento di piccole dimensioni è più facile venderlo o affittarlo e consente l'alleggerimento dei costi di gestione.

I costi di un frazionamento variano a seconda del Comune e del tipo di intervento.
Essi si possono riassumere così brevemente:
- versamenti per tariffa e diritti di segreteria e costo di costruzione, variabili da Comune a Comune;
- aggiornamento catastale, tramite procedura DocFa;
- interventi edili;
- parcella del Tecnico incaricato.

Per ottenere l'Autorizzazione le due nuove unità devono rispettare le Norme di Attuazione e il Regolamento Edilizio del Comune cui appartengono:
- dimensioni minime,
- requisiti igienico-sanitari,
- rispetto della L. 13/89 per l'abbattimento delle barriere architettoniche,
- verifica della provenienza con titolo di proprietà Redatto da un Notaio Registrato e trascritto in Conservatoria,
- verifica catastale,
- verifica presso gli archivi comunali del progetto originario.

Per quanto concerne l'apertura del nuovo ingresso, essa può avvenire direttamente sul pianerottolo, se non vi sono condizioni di particolare pregio architettonico (per il quale occorre il parere assembleare del condominio), o in alternativa essere recuperato creando una cosidetta "bussola di distribuzione", posta all'interno dell'appartamento originario, che tramite un disimpegno darà accesso indipendente alle due nuove unità, con due nuovi ingressi e senza arrecare problematiche al pianerottolo e quindi non avere la necessità del consenso condominiale.

L'intervento ricade come "Manutenzione straordinaria" e quindi suscettibile di comunicazione SCIA, presso gli uffici comunali di competenza.
Dopo aver dato quindi la comunicazione di inizio lavori e dopo aver aggiornato la situazione catastale presso l'Agenzia delle Entrate, originando due nuovi subalterni, il Tecnico dovrà trasmettere il Fine lavori, ed entro 15 giorni richiedere l'Abitabilità, perchè è stato creato un nuovo carico urbanistico.

Articolo del:


di Geom. Francesca Arena

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse