Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Veri e falsi investimenti, la manipolazione di una parola


Investimenti e speculazione
Veri e falsi investimenti, la manipolazione di una parola

Le parole hanno un peso e tale detto è particolarmente vero nel mondo della finanza. Termini come “investire” e “investimento” associate poi a “sicuro”o “facile” creano nell’immaginario collettivo una falsa idea che basta metterci quattro soldi e la rendita o il guadagno è servito.

Chi opera nel settore sa benissimo però che tra il dire e il fare c’è molto di più del mare. Perciò facciamo una piccola carrellata intorno alla parola investire.

Benjamin Graham non solo era uno dei migliori investitori mai vissuti, ma è anche il padre della teoria degli investimenti moderni. Prima gli investitori in fondi erano pervasi da credenze e falsi miti, ma con l’uscita del libro "Security Analisis" di Graham si posero le basi alla professione moderna.

“Un investimento è un’attività che, dopo un’analisi approfondita, promette la sicurezza del capitale e un rendimento adeguato. Le operazioni che non soddisfano questi requisiti sono speculazioni”. Con questa affermazione si mettono le basi sul concetto di investimento. Quando non ci sono analisi e dati fondamentali sul perché un titolo dovrebbe accrescere il suo valore, ma solo la speranza che qualcun altro voglia quel titolo ad un prezzo maggiore di quanto lo abbiamo pagato noi, siamo già con un piede nella fossa. Infatti speculando, anzicché investire, si abbassano le possibilità di costruire ricchezza e si aumentano le ricchezze di qualcun altro.

Gli investimenti, secondo Graham, sono composti da tre elementi:

  • analisi dell’azienda, dei suoi dati societari e del suo mercato;

  • tutela da eventuali perdite;

  • sperare in prestazioni “adeguate” e non straordinarie.

Un investitore calcola il valore di un titolo sulla base del valore delle sua attività, uno speculatore scommette che quel titolo salirà di prezzo perché qualcun altro pagherà ancora di più per averlo.

Oggi giorno, grazie a internet e a varie piattaforme di trading il mercato finanziario si è trasformato in un videogioco non stop. Le persone si ritengono sempre più informate, ma purtroppo, quelle informazioni non si traducono in conoscenza.

Ma quali sono i mezzi per investire 

Il più famoso è il trading on-line. Esso è la compravendita di titoli (azioni, valute, materie prime, indici ecc..) al fine di ottenere un profitto dall’oscillazione dei prezzi.

Ma già da questa affermazione ci si dovrebbe fermare a riflettere, l’eterogeneità di questi titoli non ne fanno un’investimento, così come versare tutto quello che c’è nella credenza crea una torta.

Altro punto dolente è dove investire, ovvero quale piattaforma è utile per investire. Qui mi concentro su due realtà: le SIM, società di Investimento mobiliare, e i tanto pubblicizzati (e da evitare) Broker in CFD.

Ho già scritto in centinaia di articoli, post, resoconti, che I BROKER CFD NON SONO UN’INVESTIMENTO, MA “UNA PERDITA DI SOLDI E TEMPO  e che è meglio un libretto della posta che questo misto tra inutilità e false opportunità  A questa inutilità concedo solo questo trafiletto, non meritano altro.

Abbiamo poi le Sim o i conti correnti e piattaforme dedicate dalle banche. Tutte danno l’opportunità, concreta, di acquistare titoli e fare guadagni, quasi nessuna, anzi nessuna, si pone il problema se abbiate la conoscenza, l’esperienza e le possibilità economiche per fare un investimento.

Investire in Borsa è una professione a tutti gli effetti. Studiare, studiare e ancora studiare è l’unico mezzo per non essere fregati. Ma anche affidarsi ad un Consulente Indipendente, può essere una soluzione.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Fondi aperti, gestioni separate e sicav, quali sono le differenze?

Come investire: ecco quali sono le differenze tra i fondi comuni di investimento, le gestioni separate e le sicav

Continua

Società: polizze di fine mandato per gli amministratori

Ecco quali sono le caratteristiche generali e i vantaggi delle polizze di fine mandato per gli amministratori delle società

Continua

Impignorabilità e insequestrabilità delle polizze, quando è possibile?

Tra i benefici delle polizze vi è l'insequestrabilità e l'impignorabilità degli importi versati, ma in alcuni casi il beneficio decade. Ecco quando...

Continua

I broker in CFD...sono veramente investimenti???

Ecco perchè investire in CFD (Contratti Per Differenza) non significa veramente "investire"!

Continua

La consulenza finanziaria indipendente in Italia

Breve storia della consulenza finanziaria indipendente nel nostro paese

Continua

Il consulente finanziario indipendente

Chi è e cosa fa il Consulente Finanziario Indipendente. Scopriamolo

Continua