Il CFI - Consulente Finanziario Indipendente


Le domande fondamentali che il cliente deve porre per riconoscerlo…e se le risposte non coincidono non può essere un CFI
Il  CFI - Consulente Finanziario Indipendente
Come viene pagata la sua prestazione?
Il CFI deve essere pagato direttamente dal cliente previa emissione di fattura (parcella) per l’attività professionale svolta in suo favore, così come avviene per qualsiasi altro libero professionista: avvocato, commercialista, medico privato, ingegnere ecc.

Riceve commissioni e incentivi sui prodotti consigliati?
NO, oltre che per divieto normativo anche per il rispetto della propria deontologia professionale che diversamente lo porrebbe in un grave e insanabile conflitto d’interessi.

A quanto ammonta il costo della sua consulenza?
Non esiste un costo standard in quanto la parcella, previamente concordata, è commisurata alla prestazione intellettuale svolta sulla base dell’entità e qualità delle esigenze esplicitate dal cliente.

Quali prodotti finanziari consiglia in genere?

Solo prodotti finanziari EFFICIENTI: a parità di rischio e rendimento selezionerà sempre quelli con minori costi (traducendo così fin da subito maggiori guadagni per il cliente) potendo spaziare su TUTTI gli strumenti finanziari disponibili sul mercato, nessuno escluso.

Può raccogliere direttamente i soldi dal cliente da destinare agli investimenti consigliati ?
NO e per nessuna ragione (pena la radiazione dall’Albo di appartenenza) in quanto la sua attività professionale si concretizza non nel collocamento di prodotti, ma solamente nelle indicazioni operative concordate con i clienti i quali le porranno in essere personalmente presso le proprie banche di fiducia.

A chi deve essere intestato il mezzo di pagamento per la prestazione professionale ricevuta?
Come già implicito nella risposta alla prima domanda, sia che si tratti di assegno o di bonifico bancario, dovranno sempre essere intestati unicamente al CFI.



Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

La parcella occulta

Gran parte dei prodotti finanziari collocati sul mercato non consentono agli investitori di comprendere realmente quali siano i costi occulti

Continua

Consulenza di processo…

Consulente esperto o consulente di processo?

Continua

Strumenti finanziari efficienti: gli ETF

Minori costi, maggiore rendimento

Continua

Stato con sovranità monetaria

Fondamenti di macroeconomia

Continua

L’asimmetria informativa

Quando un risparmiatore sottoscrive un prodotto di risparmio gestito si trova quasi sempre in una condizione di svantaggio

Continua

U.E.: impiccati al 3% nel rapporto deficit/pil

Un disastro economico e sociale per rispettare un numero partorito da un misto di superficialità, ignoranza e crudeltà umana

Continua

L’economia reale

C’era una volta l’economia reale…oggi ridotta a servitù della grande oligarchia finanziaria speculativa globale

Continua

Fondi obbligazionari inefficienti

Bassi rendimenti prossimi allo zero, quando non negativi, ma con costi elevati fuori mercato

Continua

Evoluzione degli Etf: gli Etf Smart Beta

Strumenti a mezza via tra i fondi attivi e quelli passivi da utilizzare con appropriatezza e su un arco temporale d’investimento medio-lungo.

Continua

Prigionieri di una crisi imposta (parte prima)

Come liberarci dalla profonda crisi economica ripartendo dai fondamentali teorici del più grande economista del XX secolo: John Maynard Keynes

Continua

Prigionieri di una crisi imposta (parte seconda)

Come liberarci dalla profonda crisi economica ripartendo dai fondamentali teorici del più grande economista del XX secolo: John Maynard Keynes

Continua