Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Il Covid-19 entra nel Documento di Valutazione dei Rischi


I datori di lavoro hanno l'obbligo di aggiornare il documento valutazione rischi
Il Covid-19 entra nel Documento di Valutazione dei Rischi

 

In questa fase emergenziale “Coronavirus”, tra gli adempimenti da considerare “impellenti” per il datore di lavoro vi è, senza ombra di dubbio, la predisposizione di adeguate procedure per ridurre al minimo il rischio contagio tra i lavoratori, attraverso misure cosiddette di “prevenzione alla diffusione del virus” che non sono dissimili da quelle adottate dagli ultimi interventi di natura governativa aventi caratteristiche di necessità e urgenza, rivolti a tutta la popolazione.

Poiché il nuovo virus può comportare danni anche gravi alla salute dell’uomo, esso costituisce un agente biologico che in quanto tale, deve essere classificato all’interno delle quattro classi di appartenenza di tutti gli agenti biologici potenzialmente rischiosi per ogni lavoratore (art. 268 D.lgs. 81/2008), e di conseguenza, è da considerarsi un rischio che ogni soggetto può incorrere, senza le misure protettive da adottare, durante la giornata lavorativa.

Tali misure adottate, richiamate dal il D.L. 2 marzo 2020, n. 9 “Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” (esempi: modalità di utilizzo di mascherine, guanti, monitoraggio della temperatura corporea, differimenti di tutte le trasferte, lavaggio periodico delle mani, distanza interpersonale da rispettare, sanificazione periodica dei luoghi di lavoro etc.), dovranno essere inserite nel documento di valutazione dei rischi di cui al D.lgs. 81/2008, nonostante il decreto, fino ad ieri, non prevedesse la necessità di revisioni o modifiche frequenti al documento, (convenzionalmente ogni tre anni). Il contenuto dell'aggiornamento è rimesso alla discrezionalità del datore di lavoro ed in questo potrà avvalersi sia dalla figura del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, del Medico Competente e della figura del Rappresentante dei Lavoratori perla Sicurezza, di cui al D.lgs. 81/2008 art. 29 commi 1 e 2.

Il primo attore al quale delegare il compito della predisposizione degli aggiornamenti al documento di valutazione del rischio “contagio” è il medico competente, il quale dovrà considerare, a carico dei singoli lavoratori, le condizioni di salute in sede di visita di idoneità e predisporre le cautele per gli eventuali dipendenti con patologie tali da renderli più vulnerabili di fronte alla diffusione del virus, da coordinare con il RSPP , sentite le opinioni e le problematiche dei lavoratori, rappresentate dalla figura del RLS.

La modifica al Documento valutazione dei rischi, inoltre, deve far accenno, anche, ad una adeguata formazione della figura individuata come “Responsabile Sicurezza dei Lavoratori" in relazione alle nuove procedure di prevenzione e all'utilizzo dei nuovi dispositivi di protezione individuali utilizzate sul posto di lavoro. Pertanto, entro 30 giorni a partire dal momento in cui si verificano le nuove modifiche significative ai fini della salute e all'organizzazione del lavoro, la parte datoriale ha l'obbligo di integrare il Dvr con le nuove misure di prevenzione attuate a garanzia di un posto di lavoro sicuro per il rischio covid-19.

Non è inopportuno ricordare che l'incompleta redazione DVR per omessa indicazione di tutte le misure opportune per garantire il miglioramento dei livelli di sicurezza, misure di protezione e prevenzione, procedure sulle misure da adottare e distribuzione di compiti e responsabilità prevede un'ammenda da 2.400 a 4.500 euro, mentre l'omessa redazione prevede la reclusione da 3 a 6 mesi o l'ammenda meno afflittiva da 3.000 a 7.800 euro. Pene aumentate per le imprese con più di 50 fino a 200 lavoratori.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Corrispettivi elettronici: anno nuovo, scontrino...elettronico nuovo!

Ecco un breve vademecum sullo scontrino elettronico al quale quasi tutti gli esercenti al minuto dovranno confrontarsi da quest'anno

Continua

Sale il "bonus Renzi" in busta paga

A partire daI 1° luglio 2020 i lavoratori si troveranno un "bonus Renzi" maggiorato in busta paga

Continua

La rivalutazione dei terreni, riaperti i termini fino al 30 giugno 2020

Anche quest'anno la legge di bilancio ripropone la possibilità di rideterminare il costo di acquisto di terreni edificabili e agricoli

Continua

Nuovi limiti al contante: chiarimenti su Pos, prelevamenti e buste paga

Ecco cosa cambia nel 2020 in merito a Pos obbligatorio, prelevamenti bancomat e retribuzione dei dipendenti

Continua

Pensioni con la Legge di Bilancio 2020, cosa cambia

Ecco quali sono le poche novità rispetto al 2019 e un quadro riassuntivo sulle vie d'uscita

Continua

Assenze da Coronavirus, quale gestione da parte del datore di lavoro

Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, fattispecie legate alle assenze dal posto del lavoro per il pericolo di contagio

Continua

Slitta la scadenza per CU, 730 e precompilati

Ecco cosa prevede il Decreto Coronavirus in merito alle scadenze relative agli adempimenti dichiarativi

Continua

Come si deducono i contributi nel regime forfettario

Ecco qual è il metodo per dedurre i contributi nel regime forfettario

Continua

In tempi di “contagio” le ferie possono essere imposte

Come giustificare le assenze in queste settimane di assenza dal lavoro

Continua

Credito d'imposta su locazioni commerciali interessati dalla chiusura

Nel decreto anti COVID-19 un nuovo credito di imposta per aiutare gli imprenditori in crisi

Continua

A Marzo ricavi e compensi senza ritenute

Fino al 31 marzo i ricavi non scomputano le ritenute. Introdotta l’esenzione delle ritenute d'acconto a beneficio di taluni soggetti

Continua

Nuovo rinvio delle scadenze di Aprile e Maggio, ma non per tutti

Le nuove moratorie su imposte e contributi previste dal nuovo "Decreto liquidità"

Continua

Decreto liquidità: i mini prestiti e le altre disposizioni fiscali

I prestiti bancari garantiti alle piccole e medie imprese e le ulteriori proroghe sugli adempimenti

Continua

Arriva il super bonus di 100 euro in busta paga di aprile

100 euro in busta paga a tutti coloro che hanno lavorato in sede nel mese di marzo e hanno dichiarato nel 2019 un reddito da lavoro dipendente sotto i 40 mila euro

Continua

La cassa integrazione durante maternità, permessi, ferie e congedi

Le compatibilità delle misure sulla gestione degli ammortizzatori sociali adottate dal Governo in presenza di più eventi tipici del rapporto di lavoro

Continua

730/2020: novità anche per gli eredi

Da quest'anno c'è la possibilità di presentare il modello 730 anche per il contribuente deceduto

Continua

Il decreto "Rilancio" riscrive la mappa delle scadenze

Varato il DL "Rilancio" ci apprestiamo a ridisegnare il calendario delle scadenze, tra vecchi e nuovi rinvii

Continua

Lo "slalom" tra indennità e finanziamenti a fondo perduto

Sotto la lente le novità del decreto "Rilancio", in attesa degli emendamenti in Parlamento

Continua

Rivalutazione dei terreni, riapertura dei termini fino al 30/09/2020

Il Decreto "Rilancio" ha prorogato per la seconda volta, nello stesso anno, il termine per la rideterminazione del prezzo di acquisto di terreni e partecipazioni

Continua