Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Il Fideiussore: consumatore o professionista?


Colui che sottoscrive una fideiussione può sottostare alla disciplina favorevole prevista per il consumatore? La giurisprudenza, anche europea, si esprime in merito
Il Fideiussore: consumatore o professionista?

 

Come noto, il fideiussore è colui che presta una garanzia personale (appunto, la fideiussione) a favore di un altro soggetto (il debitore principale) garantendo che, se quest’ultimo non pagherà, il creditore sarà soddisfatto col patrimonio del fideiussore stesso.

Spesso le banche richiedono, per garantire per esempio un mutuo ad una società di capitali (S.R.L., S.P.A., ecc…), che uno o più dei soci, l’amministratore o ancora un parente o congiunto divenga fideiussore di quel credito.

 

Cosa deriva dalla qualifica di fideiussore come consumatore?

Se è vero che il fideiussore si rende disponibile ad una garanzia, quest’ultima ha dei limiti più o meno ampi, in base alla qualifica che esso assume. Se infatti la società, o comunque il debitore principale, incorrono in gravi dissesti finanziari, il fideiussore potrà essere considerato:

•    al pari di un professionista seguendo, dunque, la sorte del debitore principale ed essendo assoggettabile a procedura concorsuale, in cui il fideiussore per lo più subisce passivamente la decisione del giudice e le richieste dei creditori.
•    o invece essere considerato un consumatore e come tale tutelato dalla disciplina più favorevole della procedura di sovraindebitamento, caratterizzata da una maggiore attenzione alla disponibilità e alle volontà del fideiussore.

 

Come si distingue il fideiussore consumatore da quello professionista?

Per distinguere l’applicabilità delle due diverse discipline di professionista e consumatore, la Corte di Cassazione era solita utilizzare il “principio di accessorietà”, per il quale il fideiussore era sempre considerato al pari di un professionista, poiché le vicende del contratto principale (per esempio un mutuo) si ripercuotono sul contratto subordinato (nel nostro caso, la fideiussione).

La sentenza Dietzinger della Corte di Giustizia dell’UE puntualizzava questo criterio creando la figura del “professionista di riflesso”, per il quale il fideiussore era considerato sempre come professionista, ma questa volta per il fatto di prestare garanzia ad un professionista.

La stessa Corte di Giustizia ha, però, mutato atteggiamento a partire da una sentenza Dumitras contro BRD, causa C 534 del 2015, affermando che la qualifica di professionista non può essere data in base al semplice di rapporto di accessorietà, ma necessita invece di una valutazione caso per caso da parte del giudice.

In Italia si iniziano ad avere solo ora le prime pronunce conformi a quanto indicato dalla Corte di Giustizia, come il decreto del Tribunale di Palermo, sez. I, del 31 luglio 2017, per il quale la tutela consumeristica non sarebbe applicabile nel caso in cui il fideiussore sia socio o amministratore della società beneficiaria, mentre potrebbe ricorrere per chi è estraneo alla compagine o alla gestione della stessa società, quale ad esempio il coniuge del socio o dell’amministratore.

Se vuoi rimanere aggiornato su altre novità o approfondire altri argomenti visita le nostre pagine Facebook e Linkedin.

Per ricevere assistenza legale non esitare a visitare il nostro sito web oppure a compilare il form di contatto.

 

Ti può interessare anche l'articolo dello stesso autore "Fideiussioni bancarie nulle, ecco un altro trucco bancario a danno del garante"

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Il recesso del socio della srl: formalità per il socio e per l’amministratore

Il recesso del socio di una srl: il ruolo del socio e dell'amministratore

Continua

Fideiussioni bancarie nulle, ecco un altro trucco bancario a danno del garante

Da anni molte banche applicano clausole di fideiussione nulle a danno dei clienti. Come difendersi

Continua

Le polizze assicurative di tipo Unit Linked: nullità e restituzione

Negli ultimi anni si assiste a ricorsi contro un prodotto venduto come assicurativo, ma in realtà finanziario: questa situazione porta spesso al loro annullamento

Continua

Risarcimento nel trading: i CFD e la responsabilità dell'intermediario

Il trading online è un fenomeno tipico degli ultimi anni e tuttora in espansione. A margini di profitto alti corrispondono eguali o maggiori rischi. Cos'è che non va?

Continua

Riconoscere le truffe finanziarie di soggetti non autorizzati

Quando si investe nel mercato finanziario ci si affida ad intermediari finanziari. Come riconoscere i truffatori e le truffe?

Continua