Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Il mobbing familiare


Si esamina la possibilità di estendere la fattispecie di mobbing anche a livello familiare
Il mobbing familiare

Negli ultimi anni, essendo aumentata l’attenzione, in dottrina, in merito alla violazione dei diritti inviolabili presenti all’interno della dimensione familiare, si è discusso sulla possibilità di trapiantare le fattispecie di mobbing anche nell’ambito della famiglia.

In merito si è rilevato che non esistono ostacoli da un punto di vista tematico, in quanto, in seno alla famiglia, si estrinseca un insieme molto importante di diritti della persona, proprio poichè questa risulta essere inserita in un fitto tessuto di relazioni affettive, fondamentali per lo sviluppo della propria identità.

Una tutela risarcitoria, eterogenea e variegata, non può che contribuire alla protezione di tali importanti diritti, per far sì che non via sia una mortificazione ed una compressione della sfera esistenziale del singolo.

Laddove tali lesioni avvengano a causa di comportamenti posti in essere da alcuni membri del nucleo familiare, reiteratamente e per un lasso di tempo significativo, con la volontà, più o meno consapevole, di ledere alcuni diritti  del congiunto, ingenerando, pertanto, nel soggetto un sentimento di insicurezza ed estraneità, può configurarsi la fattispecie del mobbing familiare.

E’ necessario, solamente, così come avviene anche nell’ambiente di lavoro, che vi sia la volontà persecutoria di danneggiare il congiunto, senza che tali condotte siano, di per sè, illecite o lesive di interessi fondamentali, e che tali condotte portino, come conseguenza, una serie di disagi psico-fisici al soggetto leso.

Ai comportamenti mobbizzanti seguono, solitamente, pregiudizi di natura biologica, spesso inerenti la sfera psicologica, anche con ripercussioni negative sulla sfera esistenziale del soggetto danneggiato (nei casi più gravi si passa dall’estraneità all’autolesionismo).

Nell’ambito del mobbing familiare possiamo trovare, nello specifico, il mobbing coniugale, consistente in un attacco, continuo e intenzionale, nei confronti del proprio coniuge, attraverso diverse modalità, quali l’esternazione di giudizi offensivi, a volte teatrali, tentativi di sminuire il ruolo in famiglia, aggressioni verbali, pressioni per lasciare la casa coniugale, continue imposizioni della propria volontà nell’ambito della convivenza coniugale, etc.

Abbiamo, poi, il mobbing familiare, che può essere attuato nei confronti di qualsiasi congiunto o, quando viene specificato come genitoriale, si può manifestare nell'ambito della coppia genitoriale in seguito alla separazione o al divorzio, i cui segnali possono essere costituiti da: sabotaggi delle frequentazioni con il figlio, minacce, delegittimazione familiare e sociale, etc.

Ancora, si suole distinguere il mobbing orizzontale, quello verticale e quello ascendente.

Il primo si attua tra componenti di “pari grado”, quindi tra coniugi, tra fratelli e sorelle, etc.; il secondo tra un soggetto dotato di autorità e, spesso, di età diversa rispetto alla parte lesa, l’ultimo si perfeziona nel caso in cui un discendente attui comportamenti vessatori o screditanti nei confronti di un ascendente, genitore o nonno.

In ogni caso, è bene sottolineare che il mobbing familiare risulta, ancor oggi, di difficile individuazione ed interpretazione, sia sul piano probatorio, sia per la volontà, purtroppo frequente, di celare e non pubblicizzare alcuni, mortificanti e dolorosi, comportamenti dei propri congiunti.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Prime osservazioni sul testo del disegno di legge Pillon in materia di affido condiviso

Osservazioni sul testo del disegno di legge in materia di affido condiviso e bigenitorialità

Continua

L'assegnazione della casa familiare

Profili giuridici in merito all'istituto dell'assegnazione della casa familiare

Continua