Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Il numero minimo dei soci nelle cooperative


Ecco cosa prevede la normativa in merito al numero minimo legale dei soci stabilito per le cooperative
Il numero minimo dei soci nelle cooperative

 

Una delle domande che si pone chi vuole costituire una cooperativa è la seguente: quanti soci deve avere una cooperativa?

L’art. 2522 del codice civile recita: “Per costituire una società cooperativa è necessario che i soci siano almeno nove. Può essere costituita una società cooperativa da almeno tre soci quando i medesimi sono persone fisiche e la società adotta le norme della società a responsabilità limitata; nel caso di attività agricola possono essere soci anche le società semplici. Se successivamente alla costituzione il numero dei soci diviene inferiore a quello stabilito nei precedenti commi, esso deve essere integrato nel termine massimo di un anno, trascorso il quale la società si scioglie e deve essere posta in liquidazione. La legge determina il numero minimo di soci necessario per la costituzione di particolari categorie di cooperative”.

Ormai non sono infrequenti i casi in cui le cooperative siano composte da tre soci, laddove adottino le norme previste per le società a responsabilità limitata.

Gli stessi tre soci, a seguito della entrata in vigore del comma 936 dell’articolo unico della legge 27 dicembre 2017 n. 205, il più delle volte sono tutti amministratori

E’ anche evidente come nelle cooperative non sia possibile costituire società unipersonali come accade nelle società per azioni e nelle società a responsabilità limitata dove è prevista la figura del socio unico.

Vi è altresì da sottolineare come qualora il numero dei soci risulti inferiore al numero minimo previsto, bisogna integrarlo entro un anno, altrimenti la società si scioglie e viene messa in liquidazione. Pertanto, ad esempio, qualora una cooperativa per la quale sia previsto un numero minimo di soci pari a 3, si ritrovi con soli 2 soci, deve attivarsi affinché entro un anno si ristabilisca il numero minimo legale; in caso contrario sarà sciolta e posta in liquidazione.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

La tassazione Ires nelle società cooperative

Ecco sinteticamente quali sono le principali norme sulla tassazione agevolata dell'Ires nelle società cooperative

Continua

Il limite del 30% di lavoratori svantaggiati nelle cooperative sociali

Ecco quali sono le modalità di determinazione della percentuale del 30% dei lavoratori svantaggiati nelle cooperative sociali

Continua

Obbligo del consiglio di amministrazione nelle cooperative

L’amministrazione della cooperativa deve essere in ogni caso affidata a un organo collegiale formato da almeno tre soggetti

Continua

Regime forfettario: vantaggi e svantaggi

I vantaggi e gli svantaggi nella scelta tra regime forfettario e regime ordinario

Continua

Guida al versamento del 3% ai fondi mutualistici

Breve guida sulle modalità di versamento del 3% dovuto dalle cooperative ai fondi mutualistici per la promozione e lo sviluppo della cooperazione

Continua

La liquidazione coatta amministrativa e concorso con il fallimento

Sintesi sui principali aspetti della liquidazione coatta amministrativa e alternatività con il fallimento

Continua

La vidimazione dei libri sociali nelle cooperative

Ecco quello che c'è da sapere sull'obbligo della vidimazione dei libri sociali nelle cooperative

Continua

Credito di imposta canoni di locazione immobili ad uso non abitativo

Breve guida sul funzionamento del nuovo credito di imposta mensile del 60% sui canoni di locazione degli immobili ad uso non abitativo a causa emergenza da COVID 19

Continua

I contributi previdenziali per i contribuenti in regime forfettario

Breve guida sulle agevolazioni contributive Inps in favore degli artigiani e commercianti in regime forfettario

Continua