Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Il patrocinio per i non abbienti


Le tappe fondamentali per ottenere il gratuito patrocinio a carico dello Stato
Il patrocinio per i non abbienti

IL GRATUITO PATROCINIO IN 3 TAPPE

Il Gratuito Patrocinio è il riconoscimento dell’assistenza legale gratuita a carico dello Stato, ed è in favore dei non abbienti, il cui reddito annuo non supera 11.369,24 euro, che debbano difendersi davanti al giudice o che intendano promuovere un giudizio.

Il diritto alla difesa, è un diritto inviolabile, tutelato dall’art. 24 della Costituzione. Il suddetto articolo assicura ai non abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione.

 

Le 3 tappe fondamentali:

  1.  Chi ha diritto al gratuito patrocinio?

Possono richiedere l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato ai sensi della legge che la regolamenta, il D.P.R. n. 115 del 2002 (Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia):
• cittadini non abbienti:
• i cittadini italiani;
• gli stranieri, regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale al momento del sorgere del rapporto o del fatto oggetto del processo da instaurare;
• gli apolidi (“una persona che nessuno Stato, in base al proprio ordinamento giuridico, considera come proprio cittadino”);
• gli indagati, imputati, condannati, persone offese dal reato, i danneggiati che intendano costituirsi parte civile, responsabile civile ovvero civilmente obbligati per la pena pecuniaria.
• gli enti o associazioni che non perseguano fini di lucro e non esercitino attività economica.

Puoi ottenere il gratuito patrocinio nel processo civile, amministrativo, contabile, tributario e penale.

 

2. Quali sono i requisiti per l’ammissione al gratuito patrocinio?

Puoi essere ammesso al patrocinio a spese dello stato (gratuito patrocinio) se hai un reddito imponibile, documentato nell’ultima dichiarazione, non superiore 11.369,24 euro (ai fini dell’imposta personale sul reddito).
A tale importo devono essere sommati anche i redditi non imponibili.


Per approfondimenti e casi specifici, contattaci.


3. Come richiedere l’ammissione al patrocinio?

Per richiedere l’ammissione al gratuito patrocinio, puoi:
• effettuare la nomina di un difensore scelto tra gli iscritti in un apposito elenco di avvocati abilitati per il patrocinio a spese dello Stato (l’elenco viene tenuto presso ogni Corte d’Appello dall’Ordine Forense di riferimento);
• rivolgerti al Tuo avvocato di fiducia che si occuperà del disbrigo della pratica, se abilitato.

Dopo l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato, avrai il supporto di un avvocato specializzato in assistenza e rappresentanza in quel processo per cui hai presentato la richiesta.
L’attività in giudizio dell’avvocato sarà per Te gratuita, in quanto pagata dallo Stato, mentre sarà a titolo oneroso l'attività extragiudiziale.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Il nuovo ddl sulla bigenitorialità perfetta: “equilibrio tra entrambe le figure genitoriali”

"Bigenitorialità perfetta": i figli avranno doppio domicilio e tempo equamente diviso tra i genitori

Continua