Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Il permesso di soggiorno per residenza elettiva in Italia


Per gli stranieri che sono interessati a trasferirsi e vivere in Italia è prevista la possibilità di ottenere un permesso di soggiorno per residenza elettiva
Il permesso di soggiorno per residenza elettiva in Italia

L’Advogado Luiz Scarpelli iscritto al Consiglio dell’Ordine Degli Avvocati di Roma, esperto di diritto sull’immigrazione nell’Unione Europea, presta assistenza legale agli stranieri che sono interessati a trasferirsi e vivere in Italia per i quali è prevista la possibilità di ottenere un permesso di soggiorno per residenza elettiva.

I casi in cui è possibile sono rappresentati dalle seguenti 4 ipotesi:

1.    al cittadino straniero titolare di un visto di ingresso per residenza elettiva (Decreto Interministeriale dell'11 maggio 2011 e Regolamento (UE) n. 977/2011 della Commissione del 3 ottobre 2011 che modifica il regolamento (CE) n.810/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce un codice comunitario dei visti, codice dei visti);
2.    al cittadino straniero titolare di un permesso di soggiorno per lavoro subordinato, autonomo o per motivi familiari, a titolo di conversione del permesso di soggiorno (art.14, comma 1, lett. d) Reg.Att.);
3.    al cittadino straniero “altro familiare” di cittadino comunitario (Circolare Ministero dell'Interno del 18/07/2007);
4.    al cittadino straniero dipendente del Vaticano (Circolare Ministero dell'Interno del 24/05/2005).

Per il caso n. 1 Il visto per residenza elettiva consente l'ingresso in Italia allo straniero che intenda stabilirsi nel nostro Paese e sia in grado di mantenersi autonomamente senza esercitare alcuna attività lavorativa. Lo straniero dovrà fornire adeguate e documentate garanzie circa la disponibilità di un'abitazione da eleggere a residenza e di ampie risorse economiche (pensioni, vitalizi, proprietà immobiliari, stabili attività economico-commerciali o da altre fonti diverse dal lavoro subordinato) di cui si possa ragionevolmente supporre la continuità. Anche al coniuge convivente, ai figli minori e ai figli maggiorenni conviventi e a carico, potrà essere rilasciato analogo visto, a condizione che le suddette capacità finanziarie siano giudicate adeguate anche per questi ultimi.

Per il caso n. 2 - Il permesso di soggiorno per residenza elettiva può essere rilasciato, in fase di conversione, al cittadino straniero già titolare di un permesso di soggiorno per lavoro subordinato, lavoro autonomo, motivi familiari, quando il richiedente cessa la propria attività lavorativa e diventa titolare di una pensione (di vecchiaia, invalidità, sociale…) o di vitalizi o rendite.
Tale permesso viene rilasciato sul presupposto che il cittadino straniero sia in grado di mantenersi autonomamente in Italia senza svolgere alcuna attività lavorativa, in quanto in possesso di adeguate capacità finanziarie. Il permesso di soggiorno per residenza elettiva può essere rilasciato anche al coniuge convivente, ai figli minori, ai figli maggiorenni conviventi e a carico e ai genitori conviventi a carico, sempre su dimostrazione di risorse economiche sufficienti.
Il permesso di soggiorno per residenza elettiva consente l'iscrizione volontaria al SSN (vedi Sez. 14 - Assistenza Sanitaria). Nell'ipotesi specifica in cui la conversione venga richiesta per una momentanea incapacità a svolgere attività lavorativa (es. incidente stradale o sul lavoro), in caso di guarigione e, quindi, di riacquistata capacità di svolgere la suddetta attività, è possibile, ove ne sussistano tutti i requisiti previsti per legge, richiedere nuovamente la conversione in permesso di soggiorno per lavoro subordinato o autonomo.

Per il caso n. 3 - Il permesso di soggiorno per residenza elettiva viene, inoltre, rilasciato, come ipotesi del tutto residuale, al cittadino straniero in qualità di familiare di cittadino comunitario, quando non possa rientrare nella definizione di familiare prevista dall'art.2 del D.lgs. 30/2007 (Circolare del Ministero dell'Interno del 18/07/2007), in particolare i conviventi di cittadini comunitari.
Tale disposizione deriva dalla necessità di dare attuazione alla direttiva 2004/38/CE che richiede di agevolare al massimo la libera circolazione dei familiari di cittadino comunitario, anche se con dei limiti oggettivi (impossibilità di svolgere attività lavorativa, di iscriversi gratuitamente al SSN, durata limitata, necessità di dimostrare risorse economiche...).
In tutte queste ipotesi il rapporto di convivenza stabile o di parentela va dimostrato tramite documentazione idonea rilasciata dallo Stato in cui il cittadino UE dimorava prima del trasferimento in Italia. Il titolare del permesso di soggiorno per residenza elettiva in quanto familiare di cittadino comunitario può svolgere attività lavorativa.

Per il caso n. 4 - I dipendenti stranieri, religiosi o laici, che svolgono attività lavorativa presso enti e organizzazioni del Vaticano, ma dislocati in territorio italiano, ottengono un permesso di soggiorno per residenza elettiva perché la fonte di reddito da lavoro non viene percepita né dichiarata in Italia.

L’Advogado Luiz Scarpelli può prestare servizi giuridici stragiudiziali per il permesso di residenza elettiva in qualsiasi parte d’Italia davanti l’amministrazione pubblica italiana.

 

Scarpelli Dos Santos Reis, Luiz Gustavo, advogado e cittadino italo-brasiliano che agisce per il riconoscimento della cittadinanza in Italia per i Cittadini di Ceppo italiano Nati a l'estero (Brasile, Argentina e Stati Uniti) e Legge sull'Immigrazione. È registrato in Brasile come Advogado presso il Consiglio Dell’Ordine degli Avvocati di MG, SP, RJ, ES e GO. È Membro e giurista dello IAMG - Istituto degli Advogados di Minas Gerais, Brasile. In Europa è Membro del Council of Bars and Law Societies of Europe. In Italia è Advogado iscritto come Avvocato Stabilito nell'Albo dell’Ordine degli Avvocati di Roma e nell'Albo del Consiglio Nazionale Forense d’Italia. In Portogallo è advogado iscritto al Consiglio di Coimbra dell'Ordine degli Avvocati Portoghese. Fondatore della Catena del Bene nella cittadinanza italiana su YouTube, ha aiutato più di 1.000 persone vittime della criminalità organizzata in Brasile e in Italia.

Visite o SITE do Studio Legale Adv. Luiz Scarpelli em Roma: www.advscarpelli.it

Siga o Adv. Luiz Scarpelli no FACEBOOK: https://www.facebook.com/advluiz.scarpelli.5

Siga o Adv. Luiz Scarpelli no YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCyJy6fJFN9ddsJ1Fy5cibQQ?view_as=subscriber

Siga o Adv. Luiz Scarpelli no INSTAGRAM: https://www.instagram.com/advluizscarpelli/

Siga o Adv. Luiz Scarpelli no TWITTER: https://twitter.com/AdvScarpelli

Mande um WHATSAPP (Itália) para o advogado Luiz Scarpelli: +39 328.537-1777

E-mail: judicial@advscarpelli.it

#correntedobem, #luizscarpelli, #scarpelli, #advogadoscarpelli, #advocaciascarpelli, #advluizscarpelli, #cidadaniaitaliana, #antenatoitaliano, #passaporteitaliano, #vivernaitalia, #vivernaeuropa, #cidadaniaitalianalegal, #cidadaniaitalianajudicial, #viamaternajudicial, #viapaternajudicial, #açãocontraasfilasdosconsulados, #açãocontraasfilas, #advogadoemroma, #tribunaleordinariodiroma, #ordineavvocatiroma, #ordinedegliavvocatidiroma, #consiglionazionaleforense, #iuresanguinis, #cittadinanzaitaliana #tribunaleordinariodiroma, #tribunalecivilediroma, #passaportoitaliano, #identitàitaliana, #passaportorosso, avvocatostabilito

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

L’analisi dei documenti nel processo di Cittadinanza Italiana!

Come funziona il processo di riconoscimento di cittadinanza italiana iure sanguinis e come devono essere trattati i documenti (certificati)!

Continua

Preparazione dei documenti in Brasile per la cittadinanza italiana

La preparazione dei documenti nel Processo di Riconoscimento della Cittadinanza Italiana iure sanguinis, per i cittadini italiani di ceppo italiano nati a l’estero!!!

Continua

La cittadinanza italiana giudiziale e il principio IURE SANGUINIS!

Sono riconosciuti dalla Costituzione italiana come cittadini, i figli di padre e/o di madre cittadini italiani, cioè la base è il principio IURE SANGUINIS!

Continua

I documenti necessari per il riconoscimento della cittadinanza italiana

Per il riconoscimento della cittadinanza italiana iure sanguinis è necessario dimostrare il sangue italiano, cioè di essere figlio o figlia di cittadini italiani

Continua

Chi ha diritto di riconoscere la cittadinanza italiana iure sanguinis!

Tutti i cittadini di ceppo italiano, nati in Italia o all’estero, senza limite generazionale, hanno il diritto di riconoscere la cittadinanza italiana iure sanguinis!

Continua

Chi è l'Advogado che ha denunciato la cittadinanza truffata in Italia?

L'advogado italo-brasiliano Dott. Luiz Scarpelli, del Foro di Roma, fornisce consulenza legale in materia di cittadinanza italiana e diritto immigratorio nell'UE!

Continua

Il rischio della strada amministrativa nella cittadinanza italiana!

È sicuro cercare il riconoscimento della cittadinanza italiana iure sanguinis in un Comune in Italia, nella strada amministrativa, con l'aiuto di un consulente?

Continua

Strade legale per riconoscere la cittadinanza italiana iure sanguinis!

Quali sono le strade legale disponibili per il riconoscimento della cittadinanza italiana iure sanguinis?

Continua

Cos'è e cosa significa "Spazio Schengen"?

L’area Schengen comprende 26 paesi europei che hanno deciso di rimuovere tutti i controlli alle frontiere interne

Continua

L'immigrazione degli italiani all'estero dagli anni 1780 al 1945

Dagli anni 1780 al 1945, sono andati all’estero, ovvero emigrati, circa 26 milioni di cittadini italiani, per fuggire dalla fame, dalla povertà e dalle guerre

Continua

La criminalità organizzata e la truffa nella cittadinanza italiana!

È sicuro cercare il riconoscimento della cittadinanza italiana in Comune attraverso la via amministrativa con l'aiuto di un "consulente disbrigo pratiche"?

Continua

Ius soli: cosa rappresenta esattamente questo istituto?

Prima di tutto, dobbiamo concettualizzare l'espressione latina così ben nota a tutti noi, che prende sempre più spazio nelle notizie stampa!

Continua

Cos'è esattamente e come si ottiene la Carta d'Identita italiana?

La carta d’identità è un documento di identità, munito di fotografia, rilasciato dallo Stato (tramite i Comuni), su supporto cartaceo, magnetico o informatico

Continua

Il sistema di Pantouflage per combattere la corruzione nella P.A.

Istituto del Pantouflage: ha lo scopo di evitare che il dipendente pubblico possa sfruttare la conoscenza della struttura organizzativa della P.A. per trarne vantaggio

Continua

L'importanza dell'Istituto Open Government Partnership

Come strumento per prevenire la corruzione, l’Agenzia Nazionale Anticorruzione (ANAC) ha avviato una strategica e fondamentale operazione di trasparenza...

Continua

Whistleblower nella pubblica amministrazione in Italia!

Il dipendente pubblico non può scegliere se segnalare o no un atto illecito o di corruzione nella pubblica amministrazione. E' un dovere

Continua

Il fenomeno corruttivo, un cancro da contrastare!

Prima di tutto, vorrei dire che la prevenzione alla corruzione ovviamente non è facile. Sì tratta di un fenomeno diffuso, complesso!!!

Continua

La responsabilità amministrativa dei dipendenti pubblici nella p.a.

Prima di tutto è necessario capire bene quali siano le differenze tra la responsabilità amministrativa, la responsabilità civile e la responsabilità contabile

Continua

Il modello europeo della prevenzione alla corruzione

Prima di tutto è importante chiarire che c’è sempre stata una preoccupazione internazionale nel perseguimento della pace nel mantenimento e rafforzamento dello Stato

Continua

Accesso civico nella P.A. semplice e generalizzato: cos'è e quale evoluzione?

Quando parliamo di pubblicità e trasparenza stiamo parlando di principi generali dell’attività amministrativa della P.A. previsti nell’articolo 1 dalla legge 241/1990

Continua

Il Lobbying nella Pubblica Amministrazione: problematiche e soluzioni!

Parliamo di lobbying, nelle sue diverse forme e variazioni, sia a livello ufficiale, sia a livello non ufficiale, però ad ogni modo una attività antipatica...

Continua

L'importanza della consapevolezza nella prevenzione alla corruzione

Per lottare veramente contro il fenomeno corruttivo è necessario assimilare e sanare le debilitazioni gestionali e organizzative dentro la p.a.

Continua

La discrezionalità della p.a. nei contratti e negli appalti pubblici

Il target principale delle organizzazioni criminose in Italia sono i contratti e gli appalti pubblici...qui si trova il problema centrale

Continua

La lotta alla corruzione in materia di sanità (Appalti - COVID-19)

L'incidenza della pianificazione anticorruzione quale strumento di ottimizzazione del procurement in sanità

Continua

L'immigrazione e la grande naturalizzazione degli italiani in Brasile

La c.d. “Grande Naturalizzazione” del 1889-1891 è stata introdotta con il “Decreto n. 58 A” emanato il 15.12.1889 dal Governo provvisorio brasiliano

Continua