Il polso della situazione sui mercati finanziari


Analisi della situazione dei mercati finanziari e sue prospettive
Il polso della situazione sui mercati finanziari

La fibrillazione sui tassi dei Treasury si è tradotta in uno dei peggiori periodi per l'indice Nasdaq che - partendo dal 18 febbraio - archivia un calo del 8%, azzerando le performance da inizio anno.

Meno volatilità invece sui mercati azionari europei, che chiudono la settimana con rialzi frazionali, e sui rendimenti dei titoli di stato, che proseguono nella fase di rialzo (il nostro BTP chiude a +0,74%).

E' molto probabile che nelle prossime settimane prosegua e aumenti lo sfasamento tra il "turnaround" americano e quello europeo. Il nuovo prolungamento del lockdown in Germania, il ritardo nella campagna vaccinale e i timori sulla disoccupazione e sui fallimenti spingono verso l'ipotesi di una ripartenza europea che avverrà almeno 1 trimestre (ma probabilmente due trimestri) più tardi rispetto a quella americana (prevista dagli analisti entro giugno 2021). Non cambia, quindi, la direzione al rialzo dei rendimenti, potrà cambiare però la velocità e la diversa inclinazione delle curve nelle due macro-economie.

Prosegue, quindi, l'indicazione di mantenere elevata l'esposizione azionaria, con preferenza ai mercati europei e giapponese, dove i titoli ciclici sono più ampiamente rappresentati alleggerendo quei listini dove i titoli growth sono più rilevanti. Si mantiene anche una view positiva sul mercato delle commodities, nonostante un probabile aumento della volatilità.

E' in fase di lancio - tra gli altri - l'ELTIF "ALIcrowd", un prodotto di Venture Capital che investirà in startup innovative che hanno già un prodotto o servizio sul mercato e presentano metriche di crescita. Oltre ad essere un utile veicolo per investire in economia reale e un ottimo strumento di diversificazione dei portafogli, il nuovo fondo offre importanti vantaggi fiscali: a) detrazione o deduzione pari al 30% dell'importo investito in tale Comparto, potenzialmente incrementabile al 50% sulla base della nuova normativa; b) è PIR compliant, quindi beneficia dell’esenzione dal capital gain e dall'imposta di successione.

 

Articolo del:


di Marco Stracquadaini

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse