Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Il professionista emotivamente competente


Hai mai pensato che la conoscenza delle proprie emozioni, e il sentire quanto sente l’altro, sono abilità molto utili nel lavoro?
Il professionista emotivamente competente
Il professionista emotivamente competente

Hai mai pensato che la conoscenza delle emozioni, il sentire quanto sente l’altro, il comprenderlo e poter entrare in relazione con lui sono abilità che possono essere sviluppate e affinate? Tali abilità sono estremamente utili nel mondo del lavoro, per gestire una trattativa, per relazionarsi con un gruppo di lavoro, per negoziare il prezzo di una prestazione, per accettare nuovi incarichi...

Il professionista emotivamente competente è dunque colui che, oltre a mostrare conoscenza teorica e pratica nel proprio campo di specializzazione ha capacità nel dirigere, suggerire, consigliare, proporre idee, mostrandosi consapevole delle emozioni proprie e altrui. Si impegna a realizzare ciò in cui crede, si mantiene fedele ai propri valori e per questo riesce a contagiare positivamente i suoi collaboratori, i suoi clienti, i suoi fornitori, i suoi consulenti, l’ambiente che lo circonda.

Il professionista emotivamente competente si propone di riuscire "al meglio", non tanto con riferimento ad un livello di prestazione fissato per sé o per gli altri, ma piuttosto ad un valore ideale, a un "assoluto", a cui tende costantemente in una prospettiva di effettivo e continuo miglioramento.

Essere emotivamente competenti nella propria professione significa anche ricercare un orientamento propositivo verso il futuro: essere motivati e motivare, evitando di mettere in atto meccanismi difensivi e assumersi rischi anche in situazione di stress.

La chiave del professionista emotivamente competente sta allora nell’empatia.

Ci sono tre diversi tipi di empatia, che collaborano tra loro:
Empatia Cognitiva: abilità di capire la prospettiva di altre persone.
Empatia emozionale: abilità di capire ciò che le altre persone sentono.
Empatia: abilità di capire ciò che gli altri hanno bisogno da noi.

Questi tre tipi di empatia esistono in ogni professionista, sono capacità innate che abbiamo tutti, che spesso sono non consideriamo perché ritenute poco importanti o non utili in una certa situazione. Fortunatamente, non è tardi perché tu possa migliorarle attraverso l’allenamento.

Il professionista emotivamente competetene le ha già sviluppate, le utilizza per comprendere meglio i suoi interlocutori, per gestire meglio le proprie e altrui emozioni, soprattutto capire quando il suo interlocutore ha bisogno del suo aiuto.

Se tu sei un professionista che vuole utilizzare al meglio queste abilità, per essere più empatico e più efficace nel tuo lavoro, io sono la persona giusta per allenarti! Contattami che insieme defineremo il miglior programma per te!

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Obiettivi, Focus, Emozioni

Tre parole chiave che cooperano tra loro

Continua

Professionista e Sindrome del sacrificio

Sindrome del sacrificio, cosa c’entra con il professionista?

Continua

Ottimismo e schemi mentali

E' meglio essere ottimisti e avere torto piuttosto che pessimisti e avere ragione (Albert Einstein)

Continua

Conosci te stesso, riconosci le tue potenzialità

Riconoscendo le nostre potenzialità, il lavoro può diventare meno noioso e stressante. Scopri come!

Continua

Schemi ripetitivi ed emozioni?

Sì, perché quando le nostre emozioni sono forti e inaspettate si legano ai nostri ricordi

Continua

Superare l’ansia di parlare in pubblico

Quando i trucchetti per parlare in pubblico non bastano...

Continua

La stessa persona!?

Quando i nostri ruoli diventano rigidi, ci dimentichiamo di noi stessi

Continua

Vivere senza stress? È possibile con la tecnica del FastReset

FastReset, accettiamo di avere un problema di stress e serviamoci degli strumenti per affrontarlo

Continua

Una Leadership riconosciuta e condivisa

Oggi vorrei iniziare con una storia che parla di fiducia reciproca in un gruppo coeso

Continua

Avete già in mente il vostro "Obiettivo 2019"?

Se ancora non avete definito il vostro obiettivo per questo anno, questo articolo è per voi!

Continua

Come diventare life coach

Voglio raccontarvi la mia esperienza e il perchè sono diventata coach

Continua

Smetti di mangiare peperoncini e sii felice!

Vi racconto una storia sulla felicità che ho sentito in una conferenza di Alejandro Jodorowsky

Continua

Alla ricerca di riconoscimento

Vi voglio raccontare una storia che ho letto su un libro di Jorge Bucay, che parla di quando desideriamo il riconoscimento dagli altri

Continua

Ennesimo fallimento in amore? Prova e riprova, e niente!

Non capisci cosa succede! I tuoi uomini sono sempre tutti sbagliati! Ti fai domande del tipo: quale sarà stato il mio errore questa volta?

Continua

Gli errori non ti fermano, ti fortificano

L’unica cosa che può veramente fermati sei tu! O, meglio, sono le tue emozioni a fermarti

Continua

Basta sentirsi Vittima!

Fin da piccola ho sempre visto lontana mia madre, aveva litigato con mio padre per colpa nostra (parlo in plurale perché ho una sorella gemella)

Continua

L’uomo perfetto esiste?

Fin da quando siamo piccole, a noi donne viene raccontata la storia del principe azzurro

Continua

Il primo bacio non si scorda mai...ma tu puoi cambiare!

Esistono tecniche molto semplici che ti permettono di cambiare i tuoi schemi mentali e non funzionali in amore

Continua

Don’t touch my men! Gelosa io? NO…

Esistono tecniche molto semplici che ti permettono di cambiare i tuoi schemi e di gestire la gelosia

Continua

Seguire le proprie passioni? Non è mai troppo tardi!

Seguite sempre le vostre passioni anche se sembra che non vi portino da nessuna parte!

Continua

Non saper prendere una decisione può derivare da una scarsa fiducia in se stessi

Attraverso un lavoro su se stessi è possibile rimuovere gli ostacoli che impediscono di prendere in mano la propria vita

Continua

Io sono una brava ragazza! Non riesco a dire di no...

Cosa si nasconde dietro lo schema mentale che ci fare ciò che gli altri si aspettano da noi e non ciò che vorremmo fare realmente?

Continua