Il risparmio gestito


Fondi comuni d’investimento: caratteristiche
Il risparmio gestito
Il risparmio di un investitore diviene "gestito" quado viene affidato ad un intermediario finanziario specializzato, che sia società di gestione o una banca, tramite un mandato per la gestione di un portafoglio di strumenti finanziari.
L'intermediario incaricato della gestione effettua tutte le operazioni di acquisto e vendita di attività finanziarie per costruire un portafoglio diversificato, caratterizzato da un livello di rischio/rendimento coerente con quanto stabilito nel mandato di gestione, che può riguardare sia un patrimonio collettivo sia individuale.
Tra i principali prodotti di risparmio gestito ci sono i fondi comuni d’investimento, gli ETF, le gestioni patrimoniali, i fondi pensione, le SICAV e le polizze finanziarie.

FONDI COMUNI D’INVESTIMENTO
I fondi comuni sono patrimoni collettivi costituiti con i capitali raccolti da una pluralità di risparmiatori, capitali che vengono investiti in valori mobiliari (titoli di Stato, obbligazioni, azioni ecc.) da società di gestione del risparmio (Sgr) iscritte in un apposito Albo.
I fondi comuni sono un prodotto facile e relativamente sicuro e consentono di investire sui mercati finanziari anche piccole somme, conservando i vantaggi offerti dalla diversificazione di portafoglio.

CARATTERISTICHE

- Riduce il rischio credito: grazie alla varietà delle azioni che costituiscono il fondo. Il vantaggio offerto dal fondo comune di investimento è l'accesso alla diversificazione di portafoglio, anche disponendo di risorse minime.
Il rischio credito è infatti il rischio che l'emittente non paghi le cedole e/o rimborsi il capitale, perché è in grosse difficoltà o perché è fallito. Nel caso dei fondi comuni risulta assai meno rischioso un portafoglio che contiene diversi tipi di azioni o di obbligazioni, perché le sorti di un singolo emittente possono influire solo su una parte modesta del patrimonio.

- Riduce il rischio liquidità/liquidabilità: ovvero il rischio di non riuscire a disinvestire rapidamente il titolo acquistato, qualora se ne presenti la necessità, in quanto i fondi comuni possono essere liquidati in qualsiasi momento.

Articolo del:


di Gionni Bailetti

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse