Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Importanza della Due Diligence nelle compravendite


La finalità della Due Diligence, preliminare all’acquisto o alla vendita di un immobile, è di fondamentale importanza per evitare rischi
Importanza della Due Diligence nelle compravendite
Importanza della Dovuta Diligenza (Due Diligence) nelle compravendite immobiliari

La finalità della Due Diligence, preliminare all’acquisto o alla vendita di un immobile, è di fondamentale importanza, per evitare il rischio di inadempienze o illegittimità di un bene immobiliare che possono riguardare vari aspetti, che in fase di trattativa, o successivamente al preliminare, potrebbero essere tardivamente accertati, con le conseguenti situazioni economicamente e giuridicamente negative.
E’ importante pertanto, accingendosi all’acquisto immobiliare, oppure anche nel caso del venditore che voglia fare le verifiche della idoneità del bene immobile che prevede di vendere, verificare la legittimità degli atti di provenienza del’immobile, l’approfondimento storico della provenienza, se, ad esempio si tratti di un bene immobile derivante da precedenti acquisti o successioni ovvero donazioni, nonché la esistenza di pesi e gravami sull’immobile, la sua legittimità urbanistica, la sua conformità catastale di intestazione e planimetrica rispetto alla attualità, la conformità rispetto a pregresse eventuali sanatorie urbanistiche, la conformità impiantistica ed energetica ed altro, necessità che si sintetizzano nell’elenco seguente, che prevede le attività da parte del mio Studio con la cooperazione di un legale del team.
La lista sotto esposta valuterà preventivamente elementi e documenti già acquisiti ed idonei e comporterà l’indispensabile sopralluogo presso l’immobile.
· Atti di provenienza dell’immobile e delle eventuali pertinenze;
· Verifica catastale della corretta intestazione e della corretta toponomastica;
· Verifica delle risultanze della visura storica dell’immobile;
· Verifica della ultima planimetria depositata, confrontata con lo stato attuale;
· Verifica del progetto originario con l’attualità;
· Redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica (A.P.E.);
· Ispezione ipotecaria;
· Verifica della sussistenza di concessioni edilizia in sanatoria (condoni) o di richieste di condono pendenti;
· Verifica dell’eventuale stato locativo dell’immobile;
· Analisi urbanistica con le potenzialità di destinazioni d’uso dell’immobile;
· Verifica della certificazione di agibilità;
· Verifica della esistenza di eventuali vincoli urbanistici, archeologici, monumentali ecc. e servitù;
· Analisi degli impianti di elettrici, idraulici, di climatizzazione, con l’esame delle relative certificazioni; eventuale impianto antincendio, conformità alle norme per le barrire architettoniche ecc.; conformità dell’impianto TV e della presenza di materiali e sostanze pericolosi (amianto ecc.)

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Ancora sulla Due Diligence immobiliare

Scongiurare i rischi nelle compravendite immobiliari

Continua