Richiedi una consulenza in studio gratuita!

In Italia il picco dei tumori d’amianto come il mesotelioma


A quasi 30 anni dopo l’entrata in vigore della legge che in Italia ha vietato l’estrazione, l’uso e la commercializzazione dell’amianto, il paese affronta il picco
In Italia il picco dei tumori d’amianto come il mesotelioma

Il peggio è appena arrivato!

L’amianto è la causa principale del mesotelioma, ma vietarlo non ha rallentato il tasso di diagnosi o morte per questo tumore raro e aggressivo.

L’International Journal of Environmental Research and Public Health ha recentemente pubblicato uno studio approfondito che ha esaminato la connessione in Italia tra il divieto dell’amianto e le morti per mesotelioma.

I ricercatori hanno scoperto che non vi è alcun beneficio immediato dal divieto di amianto, che sicuramente serve come promemoria per continuare la ricerca di una cura per salvare coloro a cui saranno diagnosticati in futuro malattie asbesto correlate.

“L’epidemia da [mesotelioma pleurico maligno] in Italia è ancora lontana dall’essere conclusa”, scrivono gli autori dello studio.
“I nostri risultati suggeriscono che il numero di casi di mesotelioma pleurico maligno è ancora in aumento”.

L’Italia ha superato il divieto quasi 30 anni fa

L’Italia ha approvato il divieto dell’amianto nel 1992. Oggi è uno degli oltre 60 paesi che hanno istituito una qualche forma di divieto.

Tuttavia, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, il tasso di malattie correlate all’amianto è ai massimi storici, superando i 100.000 decessi stimati all’anno.

Gli effetti del passato utilizzo dell’amianto in Italia – e in tutto il mondo – possono persistere in maniera indefinita. C’è l’amianto legacy, che rimane massicciamente presente  nelle strutture commerciali e residenziali costruite nel 20° secolo.

E c’è il lungo periodo di latenza tra la prima esposizione all’amianto e il sorgere di patologie asbesto correlate. Una diagnosi potrebbe non arrivare fino a 20-60 anni dopo.

“Diversi paesi industrializzati che hanno vietato l’amianto molto tempo fa si stanno ora avvicinando al picco dei casi di mesotelioma", hanno scritto gli autori. “In altri paesi, dove l’uso diffuso dell’amianto era comune fino a poco tempo fa o è ancora in corso, si prevede che l’aumento dell’incidenza del mesotelioma pleurico duri per molti decenni”.

I numeri stanno raggiungendo il picco ora

Lo studio prevede un numero di 7.000 morti per mesotelioma in Italia tra il 2020 e il 2024, il massimo per un periodo di cinque anni da quando i dati sono stati presi in considerazione nel lontano 1970.

Quasi 29.000 italiani sono morti di mesotelioma dal 1970 al 2014, secondo lo studio.

I decessi sono aumentati in ciascuno dei segmenti quinquennali, raggiungendo 5.844 dal 2010 al 2014.

Altri 26.200 decessi per mesotelioma sono previsti dal 2015 al 2039.

I ricercatori ritengono che il declino sarà graduale. Si aspettano solo un calo del 20% dal picco al periodo 2035-2039.

Nelle loro previsioni, gli autori hanno ammesso di non aver tenuto conto di eventuali progressi terapeutici potenziali che potrebbero prolungare i tempi di sopravvivenza del mesotelioma.

Hanno analizzato studi precedenti di altri paesi, tra cui Spagna e Canada, e sembra che le loro morti per mesotelioma hanno raggiunto il picco nel 2020.

Il Brasile prevede un picco nel 2026 e Giappone e Corea del Sud nel 2030.

Gli Stati Uniti sono uno dei pochi paesi industrializzati a non avere un divieto completo sull’amianto. I decessi per mesotelioma negli Stati Uniti sono in calo, secondo i Centers for Disease Control and Prevention.

Un totale di 45.221 decessi per mesotelioma maligno sono stati segnalati negli Stati Uniti tra il 1999 e il 2015.

“Nel nostro caso, il divieto italiano attuato nel 1992 sta probabilmente iniziando a mostrare i suoi effetti positivi solo ora”, scrivono gli autori.
“Ma una parte consistente dell’epidemia di mesotelioma pleurico in Italia deve ancora arrivare”.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Pericolo amianto 2022

Nonostante la piena conscenza ormai degli effetti cancerogeni dell'amianto, il business prevale sulla salute pubblica

Continua