Infortuni di un giorno


Dal 12 ottobre 2017 scatta l`obbligo di comunicazione al SINP degli infortuni di un giorno
Infortuni di un giorno
Dal 12 ottobre 2017 scatterà l’obbligo a carico dei datori di lavoro di comunicare, entro le 48 ore dalla ricezione del certificato medico, in via telematica all’INAIL, gli infortuni subiti sul lavoro che determinano l’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell’evento.

La finalità è statistica ed informativa.
L’obbligo diventa assicurativo per quegli infortuni che comportino un’assenza dal lavoro superiore a tre giorni, escluso quello dell’evento.
Tale disposizione trova la fonte nel decreto del Ministero del lavoro 183/2016, che ha dettato le regole tecniche per la realizzazione ed il funzionamento del SINP (Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione nei luoghi di lavoro).
La comunicazione ha finalità di orientamento, programmazione, pianificazione e valutazione nelle azioni di prevenzione degli infortuni e delle malattie correlate al lavoro, nonché di indirizzo delle relative attività di vigilanza.
La mancata comunicazione entro i termini richiesti, degli infortuni "brevi" che comportano l’assenza dal lavoro di almeno un giorno, comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da € 548,00 ad € 1.972,80, che sale da 1096,00 ad € 4.932,00 euro se la comunicazione omessa riguarda gli infortuni superiori ai tre giorni.

Articolo del:


di Ghione Maria Teresa

Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse