Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Non saper prendere una decisione può derivare da una scarsa fiducia in se stessi


Attraverso un lavoro su se stessi è possibile rimuovere gli ostacoli che impediscono di prendere in mano la propria vita
Non saper prendere una decisione può derivare da una scarsa fiducia in se stessi

Alla domanda chiudevo gli occhi e sentivo il mio respiro profondo che inondava tutto il corpo, sentivo l’aria che entrava dal mio naso e arrivava fino all’osso sacro, accompagnato da un pizzico di eccitazione.

Era credo orgoglio, sì, mi sentivo orgogliosa di essere arrivata a un buon punto della mia vita, dove ormai avevo superato tanti blocchi emotivi.

Ormai sapevo che direzione dovevo prendere, sapevo dove andare, iniziavo a scegliere invece di accontentarmi o accettare quello che c’era per paura di non avere niente.

Però, nonostante sapessi cosa volevo nella mia vita, e facessi la vita che avevo deciso di fare, mi sentivo ferma, come se le cose non si muovessero esattamente come volevo io.

Il libro che stavo scrivendo era fermo, a casa avevo ancora un po’ di paura quando restavo da sola, ogni mattina facevo ancora fatica ad alzarmi. Mi risvegliavo sempre tutta rigida, con forte dolore alla cervicale e alle spalle e questo mi faceva restare ancora a letto. Dovevo fare stretching tutte le mattine e, quando non riuscivo a farlo al pomeriggio, mi stancavo subito e non vedevo l’ora di riposarmi.

Mi era capitato di ascoltare la formatrice di un corso di aggiornamento: diceva che quando si fa fatica a decidere è perché molto probabilmente non ci si fida di se stessi, e questo potrebbe essere dovuto a un conflitto che risale agli anni dello sviluppo.

Da piccoli, la famiglia è il proprio punto di riferimento. Comportarsi in modo non corretto, o almeno visto male dagli altri, porterà i nostri genitori (o i nostri parenti) a non fidarsi più di noi e, quindi, ci conformiamo cercando in tutti modi di mantenere l’idea positiva che abbiamo dato di noi stessi, e cioè della brava persona che si deve comportare bene. Peccato che nei momenti in cui dovrà decidere per se stessa, questa persona non lo farà, perché prima deve accontentare gli altri...

Ascoltando questo fatto, mi si accese la lampadina: mi venne in mente un ricordo di quando ero piccola. In realtà, questo ricordo l’avevo sempre avuto, ma non gli avevo mai dato molto peso. Capii che era proprio per quella ragione che non mi fidavo completamente di me stessa: non volevo essere come i miei genitori. Sì, perché quel ricordo era che loro litigavano duramente e io non sapevo cosa fare, cosi andavo di corsa a nascondermi sotto il letto, cercando di capire come dovessi agire. Alla fine, mettevo la maschera della brava ragazza e accettavo sempre che mio padre decidesse della mia vita, anche se io non ne ero molto convinta. Questo, ovviamente, si ripeté anche nella mia vita di adulta: senza rendermene conto, la storia si riproduceva.

Quando ebbi questo insight usai la mia tecnica preferita, il Fastreset e andai a integrare l’informazione che in quel momento mi mancava. Poco dopo mi misi a piangere per il dolore che avevo provato in quel momento, per la frustrazione di non riuscire a reagire, non solo in quel momento, ma un po’ in tutta la mia vita. Quando smisi di piangere e di resettarmi, provai, però, una pace interiore, una sensazione che già conoscevo, ma questa volta mi sentivo ancora più libera, sentivo un respiro ancora più completo, sentivo che realmente mi ero liberata da quella parte del mio passato che non mi permetteva di sentirmi fiduciosa in me stessa.

Il giorno dopo finii il mio libro - che era rimasto sulla scrivania per tanto tempo - e inviai le bozze. Sparì la mia paura di rimanere da sola a casa, perché mi resi conto che non avevo bisogno di nessuno, ma solo di me stessa, della mia tranquillità di sapere che nella vita può succedere di tutto in qualsiasi momento e che nessuno, neanche mio marito, mi poteva aiutare a sentirmi sicura, perché la sicurezza adesso faceva parte di me, era dentro di me e nessuno poteva togliermela.

Dopo qualche giorno ancora, andai alla mia programmata visita dal dentista e finalmente capii che il problema della cervicale che mi disturbava da tempo, e anche i dolori alle scapole, alla schiena, alla zona lombare, erano dovuti alla malformazione dei miei denti, probabilmente perché da piccola avevo bevuto dal biberon fino all’età di 6 anni, e in seguito i due colpi di frusta che avevo subito a causa di due incidenti stradali non avevano fatto altro che peggiorare la mia situazione.

Nella vita affrontiamo tante situazioni, tanti cambiamenti, ma grazie al lavoro su me stessa, alla consapevolezza, ai consigli di persone competenti e all’uso di vari strumenti come il reiki, il Fastreset, la somato experience e alcune tecniche di respirazione, sono stata in grado di prendere in mano la mia vita, capire da dove venivano alcune difficoltà e superarle, vedendo davanti a me una molteplicità di opportunità per realizzare il mio potenziale e diventare quella che, anche senza saperlo con certezza, volevo essere.

Se vuoi avere anche tu degli strumenti che ti permettano di affrontare al meglio i cambiamenti della tua vita, scrivi a: info@radicalcoaching.it  per Corso esperienziale: sabato 18 maggio dalle 10.00 – 13.00 a Locate Varesino (CO).

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Il professionista emotivamente competente

Hai mai pensato che la conoscenza delle proprie emozioni, e il sentire quanto sente l’altro, sono abilità molto utili nel lavoro?

Continua

Obiettivi, Focus, Emozioni

Tre parole chiave che cooperano tra loro

Continua

Professionista e Sindrome del sacrificio

Sindrome del sacrificio, cosa c’entra con il professionista?

Continua

Ottimismo e schemi mentali

E' meglio essere ottimisti e avere torto piuttosto che pessimisti e avere ragione (Albert Einstein)

Continua

Conosci te stesso, riconosci le tue potenzialità

Riconoscendo le nostre potenzialità, il lavoro può diventare meno noioso e stressante. Scopri come!

Continua

Schemi ripetitivi ed emozioni?

Sì, perché quando le nostre emozioni sono forti e inaspettate si legano ai nostri ricordi

Continua

Superare l’ansia di parlare in pubblico

Quando i trucchetti per parlare in pubblico non bastano...

Continua

La stessa persona!?

Quando i nostri ruoli diventano rigidi, ci dimentichiamo di noi stessi

Continua

Vivere senza stress? È possibile con la tecnica del FastReset

FastReset, accettiamo di avere un problema di stress e serviamoci degli strumenti per affrontarlo

Continua

Una Leadership riconosciuta e condivisa

Oggi vorrei iniziare con una storia che parla di fiducia reciproca in un gruppo coeso

Continua

Avete già in mente il vostro "Obiettivo 2019"?

Se ancora non avete definito il vostro obiettivo per questo anno, questo articolo è per voi!

Continua

Come diventare life coach

Voglio raccontarvi la mia esperienza e il perchè sono diventata coach

Continua

Smetti di mangiare peperoncini e sii felice!

Vi racconto una storia sulla felicità che ho sentito in una conferenza di Alejandro Jodorowsky

Continua

Alla ricerca di riconoscimento

Vi voglio raccontare una storia che ho letto su un libro di Jorge Bucay, che parla di quando desideriamo il riconoscimento dagli altri

Continua

Ennesimo fallimento in amore? Prova e riprova, e niente!

Non capisci cosa succede! I tuoi uomini sono sempre tutti sbagliati! Ti fai domande del tipo: quale sarà stato il mio errore questa volta?

Continua

Gli errori non ti fermano, ti fortificano

L’unica cosa che può veramente fermati sei tu! O, meglio, sono le tue emozioni a fermarti

Continua

Basta sentirsi Vittima!

Fin da piccola ho sempre visto lontana mia madre, aveva litigato con mio padre per colpa nostra (parlo in plurale perché ho una sorella gemella)

Continua

L’uomo perfetto esiste?

Fin da quando siamo piccole, a noi donne viene raccontata la storia del principe azzurro

Continua

Il primo bacio non si scorda mai...ma tu puoi cambiare!

Esistono tecniche molto semplici che ti permettono di cambiare i tuoi schemi mentali e non funzionali in amore

Continua

Don’t touch my men! Gelosa io? NO…

Esistono tecniche molto semplici che ti permettono di cambiare i tuoi schemi e di gestire la gelosia

Continua

Seguire le proprie passioni? Non è mai troppo tardi!

Seguite sempre le vostre passioni anche se sembra che non vi portino da nessuna parte!

Continua

Io sono una brava ragazza! Io evito di litigare.

Era questo ciò che mi dicevo sempre, ogni volta che avrei invece voluto affrontare qualcuno.

Continua