Richiedi una consulenza in studio gratuita!

ISO 37101 per lo sviluppo sostenibile nelle comunità: punti chiave e vantaggi


La ISO 37101 è una norma internazionale che definisce i requisiti di un sistema di gestione per lo sviluppo sostenibile nelle comunità
ISO 37101 per lo sviluppo sostenibile nelle comunità: punti chiave e vantaggi

La ISO 37101 è una norma internazionale che definisce i requisiti di un sistema di gestione per lo sviluppo sostenibile nelle comunità.

La visione dello sviluppo sostenibile si basa sui tre pilastri della sostenibilità: ambientale, sociale ed economico.

Questo standard adotta quindi un approccio olistico nel definire i requisiti del sistema di gestione e fornisce una guida per:

  • un maggior apporto delle comunità allo sviluppo sostenibile;
  • favorire la resilienza e la capacità di adattamento delle comunità, in relazione al contesto ambientale e sociale su cui insistono;
  • valutare le performance delle comunità, nell’ottica del miglioramento continuo.

La norma non si focalizza sul raggiungimento di determinate performance di sostenibilità in quanto permette a ciascuna comunità di scegliere il proprio percorso di sviluppo sostenibile, guidandola nella scelta degli indicatori in funzione del territorio, del contesto sociale e dei target che si vogliono raggiungere.

 

Punti chiave

La norma che segue l’High Level Structure prevede, in quanto sistema di gestione, i seguenti requisiti portanti:

  • Analisi del contesto di riferimento: comprensione delle questioni rilevanti, conoscenza delle esigenze e delle aspettative delle parti interessate, scopo del sistema.
  • Impegno della direzione e leadership.
  • Politica.
  • Pianificazione in funzione di rischi, opportunità ed obiettivi.
  • Risorse, competenze, comunicazione, documentazione.
  • Controllo operativo.
  • Valutazione delle performance (compresi audit interni).
  • Miglioramento continuo.

Nella definizione del contesto, l’Organizzazione deve identificare tutti i “purpose” e gli “issue” che contribuiscono all’implementazione della norma stessa. Tra i primi troviamo ad esempio, la conservazione e il miglioramento dell’ambiente, l’uso responsabile delle risorse, la resilienza e la coesione della comunità; tra i secondi si annoverano la governance, l’innovazione, la salute e sicurezza della comunità, l’identità culturale ecc.

 

Vantaggi 

La norma favorisce:

  • il dialogo tra le parti interessate al fine di definire strategie più sostenibili e condivise;
  • il confronto all’interno della comunità e la crescita della stessa rispetto allo sviluppo sostenibile;
  • una visione olistica e di lungo termine, in base alla quale definire obiettivi e traguardi legati alla sostenibilità;
  • il monitoraggio delle performance finalizzato al miglioramento continuo del sistema.

Vi.Si.Consult è a disposizione per servizi di consulenza sulle principali norme di riferimento, sugli adempimenti legislativi e sulle certificazioni di prodotto e/o servizio.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Ergonomia: le novità della nuova UNI ISO 11228-1:2022

UNI ISO 11228-1:2022 "Ergonomia - Movimentazione manuale - Parte 1: Sollevamento, abbassamento e trasporto"

Continua

Superbonus 110% e bonus edilizi, certificazione SOA: come si ottiene

Superbonus 110% e bonus edilizi, cos’è la certificazione SOA e come si ottiene

Continua

Cybersecurity e sostenibilità possono collaborare?

L’Agenda 2030 dice sì! Il percorso iniziato dall'ONU al cui centro c’è lo sviluppo sostenibile passa anche e soprattutto attraverso la connessione di idee e dati

Continua

Sistemi di gestione di salute e sicurezza sul lavoro

Bilanci e prospettive dei sistemi di gestione di salute e sicurezza sul lavoro

Continua

I modelli ESG cambiano le relazioni delle imprese con gli stakeholder

L’approccio Enviromental Social and Governance - ESG e le relazioni delle imprese con gli stakeholders

Continua

Norma UNI EN ISO 7010:2022, segnali di sicurezza

UNI EN ISO 7010:2022 dal titolo “Segno grafici – Colori e segnali di sicurezza – Segnali di sicurezza registrati”

Continua

Certificazioni Aziendali: i 4 pilastri per il successo

Ci sono 4 pilastri fondamentali in base ai quali avere ottime certificazioni spiana la strada verso il successo

Continua

Informativa UNI/PdR 125:2022 per la Parità di Genere

"Linee guida sul sistema di gestione per la parità di genere che prevede l'adozione di specifici KPI inerenti alle Politiche di parità di genere nelle organizzazioni"

Continua

High Level Structure: il nucleo degli standard internazionali

Pubblicata ad aprile la versione della struttura di alto livello, il framework comune per tutte le norme ISO relative ai sistemi di gestione.

Continua

Istituti di Vigilanza Privata: servizi di qualità con la UNI 10891

La UNI 10891:2022 fissa i requisiti minimi obbligatori per gli Istituti di Vigilanza Privata che hanno l’obbligo di ottenere la certificazione accreditata

Continua

ISO 50001: approfondimento sui Sistemi di Gestione dell’Energia

UNI CEI EN ISO 50001:2018 - Sistema di Gestione dell'Energia

Continua

ISO 14001: lo Standard dei Sistemi di Gestione Ambientale

Perché certificarsi ISO 14001? Ecco quali sono i vantaggi

Continua

Diversity & Inclusion: i vantaggi per la tua azienda

I concetti di Diversità e Inclusione sono molto estesi e variegati e fanno riferimento a tutti quegli elementi che differenziano un individuo dagli altri

Continua

SA 8000, responsabilità sociale ed etica

La norma SA8000 mira a coniugare criteri di gestione aziendali e principi di responsabilità sociale

Continua

ISO 14001: i vantaggi competitivi della Certificazione Ambientale

Ti sei sempre chiesto se vale la pena affrontare i costi di un percorso di certificazione ISO 14001 ma non sei ancora riuscito a darti una risposta? Ecco i vantaggi

Continua

La figura del Mobility Manager: cosa fa, quando è obbligatorio

Quando è obbligatorio avere un mobility manager, anche alla luce delle novità del decreto 16 settembre 2022 del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica

Continua