Richiedi una consulenza in studio gratuita!

“Expo Dubai 2020”, l’internazionalizzazione delle imprese negli UAE


Come “Italian representative 2020”, il mio scopo è quello di agevolare nuovi business negli Emirati Arabi Uniti GULLì CONCETTINA  CAMERA DI COMMERCIO ITALIAN
“Expo Dubai 2020”, l’internazionalizzazione delle imprese negli UAE

 

L’internazionalizzazione delle imprese è un business che può aprire enormi occasioni e garantire una crescita notevole alle aziende che sanno cavalcarla.

Al tempo stesso, se non viene affrontata con la dovuta professionalità, l’internazionalizzazione rischia di consumare risorse preziose senza portare effettivi benefici.

Uno dei Paesi in cui certamente è redditizio volgere lo sguardo è UAE, ovvero gli Emirati Arabi Uniti.

Investire negli Emirati Arabi Uniti consente di creare nuovi business in un Paese strategico geograficamente, economicamente in continua evoluzione e capace di assorbire capitali e investimenti stranieri grazie alle zone di libero scambio presenti nel Paese.

Ma per farlo è necessario avere competenze specifiche, occorre conoscere la legislazione locale, la contrattualistica e le opportunità societarie.

Credo fermamente che ci siano tante opportunità interessanti per i nostri imprenditori, basta volgere lo sguardo all’orizzonte e avere il coraggio di affrontare nuove competizioni, il tutto con l’ausilio dei professionisti in grado di accompagnarli in questa nuova impresa.

La mia professione mi ha permesso di ricevere un prestigioso riconoscimento al congresso internazionale negli Emirati Arabi, organizzato dalla Camera di Commercio Italiana negli Eau, in vista di “Expo Dubai 2020”: “Italian representative 2020” della Camera di Commercio Italiana in UAE (Emirati Arabi Uniti), ossia referente per TORINO.

Si tratta di un incarico che ho accettato con molto entusiasmo e intraprendenza e che mi vedrà impegnata ancor di più nel supporto alle società italiane, consolidate o start-up, che intendono lavorare in un mercato moderno e dinamico, come quello degli Emirati Arabi Uniti.

Il mio ruolo sarà quello di essere il trait d’union tra gli imprenditori italiani e gli operatori locali: i miei compiti come “Italian Representative” sono selezionare le società interessate, offrire a nome della Camera di Commercio Italiana negli UAE informazioni legali e fiscali, prestare assistenza commerciale per promuovere le imprese e incontrare potenziali partner locali e, infine, occuparmi della stipula dei contratti.

La figura dell’“Italian Representative” è fondamentale in ogni fase dell’operazione, in quanto deve essere un profondo conoscitore delle tematiche specifiche degli Emirati Arabi Uniti e far coincidere gli interessi commerciali e le tutele legali di due Paesi differenti ad appannaggio delle imprese italiane e degli operatori locali in ottica di collaborazione e redditività.

Devo ammettere, sono molto orgogliosa ed entusiasta del mio nuovo incarico ricevuto il 7 e l’8 dicembre al “Gulf International Congress 2019” di Dubai, alla presenza di spicco dell’Ambasciatore d’Italia negli Emirati Arabi Uniti, del Presidente della Camera di Commercio Italiana negli EAU e del Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Roma, oltre a 180 tra avvocati e commercialisti di rilievo nazional e internazionale.

L’orgoglio non è rivolto solo alla soddisfazione personale, ma anche nei confronti del nostro Paese. Ricevere tale incarico significa, per me, far crescere e rafforzare la presenza delle imprese italiane negli Emirati Arabi Uniti.

Già la sola due giorni (7 e 8 dicembre) trascorsa a Dubai ha permesso un confronto all’interno dell’“Italian Startups road to Expo 2020”, il tema principale, in vista della prestigiosa manifestazione che si svolgerà proprio a Dubai dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021.

Durante l’incontro a cui ho partecipato e relazionato ho avuto modo di focalizzarmi su esperienze e suggerimenti pratici, grazie ai quali le imprese italiane potranno promuovere i servizi volti ad agevolare le realtà imprenditoriali ad approcciare un mercato ricco e competitivo come gli Emirati Arabi.  

La due giorni appena trascorsa è stato solo un anticipo di ciò che sarà il prossimo anno “Expo Dubai 2020”, un palcoscenico in cui si parlerà di opportunità, intesa come liberare il potenziale dei singoli e delle comunità per creare un futuro migliore, di mobilità nel senso di sistemi innovativi di logistica, trasporto e comunicazione di persone, beni e idee, e di sostenibilità quali accessibilità e resilienza delle risorse ambientali, energetiche e idriche.

Favorire la promozione e lo sviluppo dell’imprenditoria italiana all’estero, offrire nuove opportunità a società consolidate e a start-up, sostenere, assistere legalmente, farsi portavoce delle istanze delle società commerciali che intendono affrontare nuove sfide: è tutto possibile, anzi, è una realtà.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Gli ISA non virtuali per le tasche dei professionisti

Arrivati al debutto degli indici sintetici di affidabilità fiscale permangono criticità da risolvere

Continua

Mandato d’arresto europeo

Mandato d’arresto europeo e verifica del reato

Continua

Fatti verificatisi dopo la chiusura dell’esercizio

Fatti verificatisi dopo la chiusura dell’esercizio

Continua

700 mila lettere in arrivo dall’Agenzia delle Entrate

Entro il 31 ottobre l’Agenzia delle Entrate invierà una comunicazione sull'esito della richiesta di adesione alla Rottamazione-ter e Saldo e stralcio dei contribuenti

Continua