Richiedi una consulenza in studio gratuita!

L'esigenza previdenziale


La mutata gestione della ricchezza e le riforme pensionistiche
L'esigenza previdenziale
I cambiamenti demografici e socio economici alla base delle ultime riforme pensionistiche hanno prodotto in questi anni significative variazioni sul risparmio previdenziale riducendo di fatto il valore della rendita finale. Fattori importanti destinati ad incidere fortemente sul welfare familiare di cui però gli Italiani non sembrano ancora rendersene conto. Infatti, se da un lato la ricchezza privata delle famiglie sembra essere più che raddoppiata rispetto agli anni ’80, risulta ancora fortemente concentrata in abitazioni di proprietà, un asset poco liquido e inadeguato a soddisfare esigenze improvvise.
Tutto questo provoca un disequilibrio e porta a scelte forzate nella gestione del problema previdenziale che non hanno nulla di strategico. In questo senso si rileva interessante il risultato di un’indagine condotta dal centro studi di Tecnocasa che rivela come nel 2017 l’85,2% di chi vende la propria casa in nuda proprietà lo fa perché ha bisogno di liquidità, inclusa l’esigenza di sostenere i propri figli ancora a carico o aiutarli nella formazione o sostenerli nell’acquisto della casa. Solo il 12,3% cerca di migliorare la propria qualità abitativa. Trilocali e quadrilocali sono i più venduti, visto che un tempo era questo il taglio medio oggetto di interesse da parte degli acquirenti.
L’età di chi vende è superiore a 64 anni nel 77,5% dei casi, la condizione è di single nel 61,7% dei casi.
Chi compra, nel 64,2% dei casi, ha un’età che va dai 35 ai 54 anni, con il 68,1% coniugato. Nel Lazio la vendita della nuda proprietà è particolarmente diffusa, più che in altre regioni. Dopo il Lazio troviamo Campania, Lombardia e Piemonte. Chi vende la nuda proprietà incassa subito un capitale, potendo far fronte, nella maggioranza dei casi, a un tenore di vita migliore, oppure a spese che prima non riusciva a sostenere. Chi acquista lo fa a un prezzo agevolato, che varia in proporzione all’età dell’usufruttuario, mentre durante il periodo necessario a ottenere l’utilizzo dell’immobile, la nuda proprietà si rivaluta.
Da qui una considerazione, ultimamente evidenziata dallo stesso Tito Boeri, Presidente dell’INPS, secondo il quale resta cruciale il rafforzamento di una consapevolezza previdenziale: minore è la consapevolezza, maggiore è il rischio di non avere risorse adeguate quando si uscirà dal mercato del lavoro.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Tasse di successione

Un'incognita per il futuro. Come affrontarla?

Continua

PIR - Piani Individuali di Risparmio

Un nuovo modo di investire nell'economia reale. Ora si può

Continua

Previdenza integrativa

Il miglior prodotto finanziario che esista

Continua

La pianificazione patrimoniale

La strada che ogni imprenditore deve seguire se ha a cuore la sua azienda

Continua

Banche e fintech

Una sfida destinata a lasciare molte vittime sul campo

Continua

Il contante? Questo sconosciuto, almeno in Cina

Analisi di un fenomeno che cambierà le abitudini di tutti, nessuno escluso

Continua

Il debito mondiale. Un debito "Monstre"

Siamo sommersi da un mare di debiti: 233 mila miliardi di dollari

Continua

PSD2: rischio o opportunità per le banche?

Dall'Home-Banking all'Open-Banking

Continua

Più consulenti, meno impiegati bancari

La trasformazione in atto nel sistema distributivo bancario italiano

Continua

Il Bitcoin e il suo valore: la Blockchain

Il futuro del mercato dietro il Bitcoin

Continua

TFR in azienda: conviene?

Perchè accantonare nel fondo pensione anzichè in azienda

Continua

Conto corrente quanto mi costi?

Siamo sicuri che venga premiata la fedeltà del cliente?

Continua

Il nuovo EURIBOR

Quale impatto per i mutui a tasso variabile?

Continua

I contributi silenti

Quando l'INPS prende e non restituisce

Continua

Tutta colpa del VIX?

La miccia che ha fatto esplodere le turbolenze sui mercati

Continua

La forza dei Piani Individuali di Risparmio

La forza dei PIR e la debolezza del mercato delle PMI

Continua

Millenials e risparmio

I Millenials: che rapporto hanno con i soldi?

Continua

Trump e la deregolamentazione bancaria

l'Economia americana e il cambio delle regole del gioco

Continua

Pil Mondiale

Il ruolo fondamentale del consulente nell'analisi del portafoglio dei clienti

Continua

Gli sportelli bancari: quale futuro?

La filiale bancaria non sparirà, anzi....

Continua

Scattano maggiori controlli sull'uso del contante

Verranno segnalate all'UIF le operazioni in contante superiori a € 3000

Continua

Spread Btp Bund

Lo spread e il comportamento dei risparmiatori

Continua

Contanti e segnalazioni all'UIF

Attività di contrasto all'uso del contante

Continua

Risparmio ed educazione finanziaria

Italia paese ricchissimo, ma finanziariamente poco informato

Continua

Risparmiatori italiani e consulenza finanziaria

Il difficile rapporto degli Italiani con la consulenza finanziaria

Continua

Gli Italiani: risparmiatori o investitori?

Gli Italiani creano valore o fanno solo sacrifici?

Continua

R.I.T.A. - Rendita Integrativa Temporanea Anticipata

Vuoi anticipare la rendita della tua pensione integrativa? Ora è possibile farlo

Continua

I risparmiatori e il mercato

Il risparmio e una consapevole pianificazione finanziaria

Continua