IL COSTO DI GESTIONE DEL PERSONALE NELLA GARA D'APPALTO-PARTE PRIMA


Una variabile non trascurabile nella presentazione dell’offerta economica per la partecipazione ad una gara d’appalto riguarda il costo del personale
IL COSTO DI GESTIONE DEL PERSONALE NELLA GARA D'APPALTO-PARTE PRIMA

Una variabile non trascurabile nella presentazione dell’offerta economica per la    partecipazione ad una gara d’appalto riguarda il valore numerico che viene previsionalmente attribuito al costo del personale.

Vincere una gara d’appalto, in realtà, significa semplicemente studiare soluzioni previsionali economiche congruenti con varie problematiche ipotizzabili con special riguardo proprio alla gestione del costo del personale.

Un errore categorico da evitare nel mondo degli appalti pubblici o privati riguarda la corretta quantificazione del costo del lavoro e le strategie da applicare per permettere a quella variabile numerica di attestarsi su un valore ottimale inteso come correttamente stimato.

Oggi è convinzione generale che lo studio del ribasso statisticamente più probabile sia l’unico strumento che consente di vincere una gara d’appalto a procedura aperta per cui la maggior parte del tempo viene dedicata allo studio delle statistiche spesso trascurando i costi del lavoro inerenti alla gara.

Per le gare d’appalto con più di 10 partecipanti e con una procedura a massimo ribasso non si aggiudica la gara all’offerta più bassa e, quindi, come è noto spesso la percentuale vincente viene calcolata con un conteggio assimilabile ad una media aritmetica.

Parimente frequente risulta la credenza che consultare tutti gli esiti di gara dell’ente appaltante negli ultimi tre mesi, con la stessa categoria e simile classifica, risulti la soluzione ottimale.

Nella realtà ciò risulta parzialmente corretto, ma a rigor di logica necessiterebbe anche estendere la ricerca a tutti gli enti limitrofi all’ente appaltante, mettendo insieme tutte le percentuali degli esiti raccolti e calcolando una media aritmetica.

Da una analisi di tali dati, certamente, si evincerà che statisticamente, col passare del tempo, la percentuale del ribasso vincente aumenta leggermente non prendendo in considerazione le percentuali degli esiti di procedure diverse da quelle a massimo ribasso.

Sebbene studi statistici fatti abbiano dimostrato che una impresa ha una media di aggiudicazione di 1:38, la circostanza che la variabile del costo del lavoro preventivata sia quella fondamentale nella realtà porterebbe a smentire tale studio.

Spesso l’esclusione di una ditta dipende proprio dal valore attribuito al costo del lavoro come assai più di frequente una impresa che possiede lavoratori qualificati, e con un ciclo del lavoro collaudato, risulta quella ove gli utili finali registrati risultano in valore superiore a quelli preventivamente quantificati.

Una strategia vincente, in tal senso, è quella di elaborare un ciclo della performance dei lavoratori tale da ridurre il margine di errore relativo del 20%, endemicamente previsto, trasformando lo stesso valore addirittura in un utile sopraggiunto.

Di prassi l’imprenditore partecipa a gare di appalto anche lontane dal proprio paese operativo applicando il distacco del lavoro ed utilizzando personale locale.

Se ciò apparentemente sembra abbattere i costi di gestione è invece vero che tale scelta crea semplicemente una aleatorietà sui cicli della performance previsti che, spesso, si traduce in valori e risultati diversi, in senso negativo, da quanto preventivato.
Anche l’assioma per cui si consigli di fare uno studio delle zone in cui c’e’ un numero inferiore di imprese che partecipano alle gare di appalto risulta spesso errato.

Unica certezza è, invece, che nel momento in cui si decide di partecipare ad una gara d’appalto, lontano dalla propria sede operativa, sarà opportuno scegliere di partecipare a gare bandite in regioni che posseggano un costo del lavoro ex tabella ministeriale di costo medio orario del personale più basso rispetto alle altre.

Se è opinione diffusa che il marketing verso le pubbliche amministrazioni sia molto complicato tuttavia è lapalissianamente vero che la redazione di documenti di gara formali con efficacia e corretta previsione acclarata sia il miglior modo di fare marketing soprattutto approfondendo la variabile del costo del personale.

Infatti, l’uso di elaboratori statistici ad aggiornamenti in tempo reale per il calcolo del ribasso risulta assai utile quando i valore siano supportati da corollari corretti giacché una corretta attività di pianificazione supera una attività di intelligence e di analisi della concorrenza posto che non sempre, come indicato in apertura, un ribasso vincente del costo del lavoro si trasforma in un utile aggiuntivo.

Se spesso si considera una opportuna strategia di riduzione del costo del lavoro, ad esempio, quella di concedere le ferie ai dipendenti durante i momenti di chiusura delle strutture oggetto dell’appalto come anche una altra, di aumento delle prestazioni previste, potrebbe essere ricorrere alle tanto declamate “migliorie” aggiunte alla offerta economica, che spesso si concretizzavano precedentemente in servizi aggiuntivi di pulizia dei servizi igienici e adesso in attivita’ di sanificazione, è pur vero che in entrambi i casi spesso ci si concentra soltanto sulla stima dei costi della manodopera che effettuera’ il lavoro operativo e poco ci si concentra su quelli connessi alla manodopera che effettuera’ il lavoro preparatorio in sede legale e quello amministrativo in fase di esecuzione dell’appalto, rendendo nulli i benefici economici agognati.

A riguardo, infatti, nella redazione della griglia di lavoro va ricordato che le ore cosiddette lavorate sono diverse dalle ore cosiddette contrattuali e non soggette a sostituzioni.
Quelli che vengono indicati come costi aziendali, ed a cui viene attribuita una percentuale numerica sul valore complessivo, in realtà hanno una incidenza assai diversa da quella stimata e necessiterebbero, invece, di una proiezione completa al fine di evitare che lo stesso valore eroda quello dell’utile indicato.

La gestione di una azienda è un processo che si snoda annualmente nell’arco di dodici mesi ed in cui, pertanto, impercettibili erosioni percentuali, presenti con cadenza ciclica e continuativa, possono creare una situazione aziendale di entrate diverse da quelle preventivate intaccando la liquidità di fine anno necessaria all’ottempero degli esborsi finanziari consuntivati.

Nella elaborazione di una griglia inerenti ai costi del lavoro va, quindi, fatta attenzione alle voci inerenti il costo del lavoro connesso alla esecuzione della commessa al pari di quello connesso alla gestione amministrativa della stessa.

Nel primo come nel secondo caso la variabile delle sostituzioni è quella decisiva nella stima del costo del lavoro al pari di quanto non lo sia l’imponibile orario lavorato non solo dagli operai ma anche dagli impiegati amministrativi della azienda.

Una sostituzione monetariamente incide sia se riguarda un lavoratore addetto che se riguarda un impiegato addetto senza dimenticare che l’attività amministrativa preparatoria di partecipazione alla gara impiega sempre risorse con un’alea di risultato finale non scontata in positivo.

Anzianità servizio, inquadramento di livello, lavoro part time o full time, per il personale amministrativo sono variabili importanti nelle proiezioni di costo al pari di quanto non lo siano la capacita’ produzione individuale giornaliera in rapporto ai mq o la cadenza degli interventi giornalieri da effettuarsi ad opera della manodopera impiegata.

La quantificazione, quindi, dei costi connessi al personale operativo deve muoversi di pari passo con quella del personale amministrativo avuto riguardo alla variabile principe quale quella delle sostituzioni e delle assenze e considerando che tale valore di quantificazione certamente non puo’ essere rappresentato da una percentuale inglobata nel calderone dei costi aziendali.

 

Articolo del:


di Dott. Davide Maria De Filippi

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse