Richiedi una consulenza in studio gratuita!

La Meditazione: cos'è e a cosa serve


Sentiamo tanto parlare di meditazione: qualcuno è affascinato, qualcuno intimorito, altri pensano sia una "cosa strana". Ma avete mai provato a meditare?
La Meditazione: cos'è e a cosa serve

Con il termine “meditazione” si intende un insieme di tecniche atte a consentire un processo graduale di transizione da uno stato mentale ad un altro e, in senso più generale, da uno “stato di coscienza” ad un altro.

La meditazione si differenzia dai processi immaginativi in quanto questi ultimi si basano sull’utilizzo guidato di immagini o pensieri che forniscono messaggi o input di tipo rilassante, mentre con la meditazione si intende una condizione di coscienza “priva di oggetto” che coltiva il non attaccamento e l’accettazione di qualunque pensiero, immagine o condizione corporea, consentendo col tempo il raggiungimento di uno stato mentale di quiete estatica, di trascendenza dalla condizione del bisogno.

Questa dimensione favorisce lo sviluppo e il contatto con risorse evolutive interiori che Perls definisce di “autoregolazione organismica”.

Un altro importante concetto teorico meditativo è quello del non attaccamento, esso è necessario per arrendersi, per fluire.

La meditazione è semplicemente un esercizio di presenza e di connessione con noi stessi, permette di acquisire un maggior senso della realtà e di portare chi la pratica in stati di consapevolezza sempre più elevati; con il tempo e la pratica può essere parte integrante di ogni momento della nostra vita.

È uno degli strumenti più efficaci per ritrovare tranquillità e serenità ed uno stato di maggior consapevolezza.

Il nucleo della meditazione vipassana è proprio quello di osservare se stessi, quello che accade dentro di noi, accettando quello che c’è e questo, come già detto più volte precedentemente, è uno dei principi fondamentali della PdG.

Ciò che tuttavia è il punto fondamentale di convergenza è la visione olistica di entrambe le discipline: infatti, guardare l’insieme invece che le parti, implica guardare se stessi nella propria interezza. Implica guardarsi nell’operazione di osservare e implica l’intenzione della scelta all’interno di una gerarchia di valori: l’osservante deve rendersi conto, nell’osservare se stesso, di qualsiasi cosa attiri la sua attenzione, senza dare una direzione alla ricerca, ma affidandosi alla natura della mente, che vede più in là di quello che c’è, proprio perché ha un’inclinazione olistica.

Ciò che accade è proprio l’accettazione di come siamo e dei fatti che accadono nella realtà, e questo porta a ridurre in modo naturale le nostre resistenze e ad aprirci alla comunicazione sincera e alla comprensione intuitiva, senza distorcere la realtà; non si incoraggia più la conflittualità, ma si inizia a operare come una fonte di energia creativa.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Psicoterapia della Gestalt: principi base

Principi base della Psicoterapia della Gestalt, origini e fondamenta. Un approccio all'apparenza ateoretico...

Continua

Bullismo: conoscerlo per combatterlo!

Nella società odierna si sente sempre più spesso parlare di bullismo e cyber bullismo. Caratteristiche principali e differenze

Continua

Cyber-bullismo...parliamone

Il cyber-bullismo è un fenomeno in espansione. Cos'è? Quali sono le caratteristiche? Ecco brevemente di cosa si tratta

Continua

L’esperienza corporea in GESTALT

Corpo e mente, sono sempre più visti in uno stretto legame reciproco. <br />Di seguito il punto di vista della Psicoterapia della Gestalt

Continua

Gestalt, creatività e arte

Somiglianze e differenze tra arte e psicoterapia. <br /> L'articolo che segue spiega come e perchè la psicoterapia della Gestalt utilizza varie forme d'arte

Continua

Il lavoro sul corpo in Gestalt

Il corpo come nostro mezzo di contatto col mondo che si esprime attraverso il sintomo psicosomatico

Continua

Ansia, desensibilizzazione e somatizzazione

E' una breve descrizione di cosa sia l'ansia e di come si manifesta

Continua

Meditazione e rilassamento: gli effetti sul corpo da un punto di vista scientifico

Evidenze scientifiche sui benefici di meditazione e tecniche di rilassamento corporeo

Continua

Tecniche per il rilassamento corporeo

Cosa succede nell'organismo quando siamo in ansia? Le tecniche di rilassamento corporeo aiutano?

Continua

Tecniche di rilassamento corporeo e vuoto fertile

Il vuoto fertile non è che lo spazio entro cui può avvenire il cambiamento

Continua

Le diverse tecniche di meditazione per raggiungere la consapevolezza di sé

Scopi e caratteristiche delle diverse tecniche di meditazione. L'importanza per il contatto corporeo, la consapevolezza e la concentrazione

Continua

MEDILATES: sperimentando un nuovo metodo tra meditazione e pilates

Il Medilates nasce dall'unione della meditazione, del Pilates e della PdG allo scopo di riscoprire in modo nuovo il nostro corpo

Continua