Richiedi una consulenza in studio gratuita!

La nuova detrazione del Superbonus 110% e gli interventi agevolabili


Ecco quali sono gli interventi per i quali è possibile fruire della nuova detrazione del Superbonus 110% differenziando tra interventi “trainanti” e “trainati”
La nuova detrazione del Superbonus 110% e gli interventi agevolabili

Al fine di individuare gli interventi per i quali è possibile fruire della nuova detrazione del Superbonus 110% l’Agenzia delle Entrate evidenzia che è necessario differenziare tra interventi “trainanti” e “trainati”. Gli interventi “trainati” sono agevolati con la detrazione del 110% soltanto se eseguiti congiuntamente a quelli “trainanti”.

E’ importante ricordare che la nuova detrazione si affianca a quelle già vigenti e pertanto le detrazioni spettanti per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, inclusi quelli antisismici (c.d. “sismabonus”), nonché per quelli di riqualificazione energetica degli edifici (c.d. “ecobonus”) continuano a trovare applicazione con le consuete modalità.

 

 

 

Edifici residenziali oggetto dei lavori agevolabili

Per poter fruire della detrazione nella misura del 110% (per le spese sostenute tra il 01/07/2020 e il 31/12/2021) gli interventi devono essere eseguiti su:
•    parti comuni condominiali di un edificio residenziale;
•    un edificio residenziale unifamiliare e relative pertinenze;
•    unità immobiliari residenziali funzionalmente indipendenti, con uno o più accessi autonomi dall’esterno;
•    singole unità immobiliari residenziali e relative pertinenze facenti parte di un condominio (con un ambito applicativo più ristretto, ossia circoscritto ai soli interventi “trainati”).

Sono esclusi dall’agevolazione gli interventi:
•    in unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali A/1 e A/8;
•    in unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali A/9 se non aperte al pubblico.

Per poter fruire della detrazione infine l’immobile oggetto dei lavori:
•    deve essere esistente (no nuove costruzioni, fatta eccezione per l’installazione di sistemi solari fotovoltaici);
•    può anche essere oggetto di interventi di demolizione e ricostruzione classificati “ristrutturazione edilizia”.

 

 

Chi può usufruirne

Il superbonus si applica agli interventi effettuati da:
•    i condomini;
•    le persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni;
•    gli Istituti autonomi case popolari;
•    le organizzazioni non lucrative di utilità sociale;
•    le associazioni e società sportive dilettantistiche limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi.

La detrazione spetta ai soggetti che possiedono o detengono l’immobile oggetto dell’intervento in base ad un titolo idoneo al momento di avvio dei lavori. Si può trattare dunque del proprietario, del nudo proprietario o del titolare di altro diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie), del detentore dell’immobile in base a contratto di locazione o di comodato.

 

 

Interventi trainanti

Nell’ambito della riqualificazione energetica gli interventi trainanti di seguito elencati devono garantire il miglioramento di almeno due classi energetiche ovvero, se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta. Il miglioramento energetico deve essere dimostrato dall’ Attestato di Prestazione Energetica (APE).

1.    L’isolamento termico con materiali isolanti che rispettino i criteri ambientali minimi
•    spesa max € 50.000 se unità unifamiliare o unità indipendente con accesso autonomo:
•    spesa max € 40.000 * numero unità (se edificio fino a 8 unità)
•    spesa max € 30.000 * numero unità (se edificio oltre le 8 unità)

2.    Sulle parti comuni degli edifici, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti:
•    spesa max € 20.000 * numero unità (se edificio fino a 8 unità)
•    spesa max € 15.000 * numero unità (se edificio oltre le 8 unità)

3.    Su edifici unifamiliari o comunque funzionalmente indipendenti, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti:
•    spesa max € 30.000 per singola unità immobiliare

Nell’ambito della riduzione del rischio sismico gli interventi “speciali” (ossia già agevolati al 50% - 70% - 75% - 80% - 85% in base all’art. 16 DL 4 Giugno 2013 n. 63) godono dell’elevazione alla detrazione al 110% senza lavori trainanti.

1.    Interventi di riduzione del rischio sismico / realizzazione di sistemi di monitoraggio strutturale continuo ai fini antisismici eseguiti congiuntamente ai predetti interventi:
•    spesa max € 96.000 se singola unità immobiliare
•    spesa max € 96.000 * numero unità (se si tratta di intervento sulle parti comuni dell’edificio)

2.    Acquisto delle c.d. “case antisismiche”
•    spesa max € 96.000

 

 

Interventi trainati

Sono gli interventi che godono della detrazione del 110% esclusivamente se eseguiti congiuntamente e contestualmente ad un intervento “trainante”.

1.    Interventi di riqualificazione energetica di cui all’art. 14, DL n. 63/2013 (c.d. “ecobonus”):
•    spesa max prevista per ciascun intervento dall’art. 14, DL n. 63/2013

2.    Installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici:
•    spesa max € 3.000

3.    Installazione di impianti solari fotovoltaici:
•    spesa max € 48.000 per singola unità immobiliare e max € 2.400 per ogni kW di potenza nominale dell’impianto (€ 1.600 per kW se ristrutturazione)

4.    Installazione contestuale o successiva di sistemi di accumulo integrati in impianti solari fotovoltaici agevolati:
•    Spesa max € 1.000 per ogni kWh di capacità di accumulo

Si specifica che per gli interventi di riqualificazione energetica di cui al citato art. 14 è previsto che gli interventi “trainanti” debbano essere solo quelli di riqualificazione energetica, ossia di isolamento termico o di sostituzione degli impianti di climatizzazione (e non anche quelli di riduzione del rischio sismico rientranti nel 110%).

 

 

Caratteristiche della detrazione

La detrazione è riconosciuta nella misura del 110%, da ripartire tra gli aventi diritto in 5 quote annuali di pari importo.

In luogo dell’utilizzo diretto della detrazione spettante è possibile optare per:
•    un contributo, sotto forma di sconto (sconto in fattura) sul corrispettivo dovuto, di importo massimo non superiore al corrispettivo stesso, anticipato dal fornitore di beni e servizi relativi agli interventi agevolati. Il fornitore recupera il contributo anticipato sotto forma di credito d’imposta di importo pari alla detrazione spettante, con facoltà di successive cessioni di tale credito ad altri soggetti, ivi inclusi gli istituti di credito;

•    la cessione di un credito d’imposta corrispondente alla detrazione spettante, ad altri soggetti, ivi inclusi istituti di credito, con facoltà di successive cessioni.

 

 

Adempimenti

Sia per l’utilizzo diretto del superbonus 110%, sia per la cessione del credito o sconto in fattura sono richieste le attestazioni:

•    per gli interventi di riqualificazione energetica i tecnici abilitati devono asseverare il rispetto dei requisiti e la corrispondenza delle spese sostenute;

•    per gli interventi antisismici l’asseverazione del professionista deve attestare l’efficacia rispetto la riduzione del rischio sismico nonché la congruità delle spese.

Al fine dell’esercizio dell’opzione per lo sconto in fattura o per la cessione del credito il contribuente deve acquisire il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta.

 

di Andrea Follador – Junior Tax Consultant

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Consulenza aziendale: se il piano di cassa non funziona...

Se il Piano di cassa non funziona l’azienda può incorrere in problemi di liquidità. Ecco come dovrebbe comportarsi un’azienda in caso di crisi di liquidità

Continua

Check-Up aziendale: sai davvero come stanno i conti della tua azienda?

Sai davvero come stanno i conti della tua azienda? Abbiamo formulato uno strumento che ti aiuta a capirlo. Scopri come funziona la nostra prima analisi gratuita.

Continua

Benefit per l’uso promiscuo della vettura

Auto in uso promiscuo al dipendente: nuove misure dei benefit solo per le immatricolazioni avvenute dal 1° luglio 2020

Continua

Bonus 110% al via: pubblicati i provvedimenti attuativi

Definite le modalità attuative per l’applicazione del superbonus del 110% per interventi di efficienza energetica e antisismici

Continua

Credito di imposta per spese di pubblicità su mezzi di informazione

Credito di imposta per spese di pubblicità su mezzi di informazione incrementato per il 2020 nella misura del 50% dei costi sostenuti

Continua

La contabilizzazione dei fabbricati e lo scorporo dei terreni

La corretta gestione contabile dei fabbricati richiede attenzione per le ricadute fiscali relative all'individuazione del valore teorico del terreno su cui sono ubicati

Continua

Principali scadenze dal 16 settembre al 15 ottobre 2020

Ecco i principali adempimenti da effettuare dal 16 settembre al 15 ottobre 2020, con il commento dei termini di prossima scadenza

Continua

Rafforzamento patrimoniale delle imprese: decreto attuativo

Pubblicato il decreto attuativo relativo al rafforzamento patrimoniale delle imprese dei soggetti di medie dimensioni

Continua

Rese note le agevolazioni agli autotrasportatori per il 2020

Ecco quali sono le misure delle deduzioni forfettarie a favore degli autotrasportatori per il periodo d’imposta 2019

Continua

Trasmissione dei corrispettivi per i distributori di medie dimensioni

Salvo ulteriori proroghe, scade il 30 settembre il primo obbligo di trasmissione dei corrispettivi per i distributori di medie dimensioni

Continua

Termine per il rimborso dell’Iva assolta in altri paesi europei

Scade il prossimo 30 settembre il termine per chiedere il rimborso dell’iva assolta in altri paesi europei

Continua

Auto aziendale in uso promiscuo: novità 2020

La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto delle modifiche in tema di fringe benefit per le auto aziendali concesse ad uso promiscuo ai dipendenti e agli amministratori

Continua

Nuovo credito d'imposta per investimenti in beni "Industria 4.0"

Il super e iper ammortamento sono stati sostituiti dal nuovo credito d’imposta dedicato a chi effettua investimenti in beni strumentali nuovi, generici o Industria 4.0

Continua

Dal 1° ottobre: nuovo tracciato di fattura elettronica facoltativo

Al via dal 1° ottobre l'utilizzo facoltativo del nuovo tracciato di fattura elettronica

Continua

Scadenze: versamento dell'imposta di bollo sulle fatture elettroniche

In scadenza il 20 ottobre il versamento dell'imposta di bollo sulle fatture elettroniche

Continua

Gli adeguamenti statutari degli Enti del Terzo settore

Ecco quali sono i dati e le regole che occorre inserire negli atti costitutivi e/o negli statuti degli ETS

Continua

Superbonus 110%: come funziona lo sconto in fattura

La nuova misura fiscale del Superbonus 110% offre la possibilità al contribuente di optare per un contributo sotto forma di "sconto fattura"

Continua

Superbonus 110%: la cessione del credito

La nuova misura fiscale del Superbonus 110% offre la possibilità al contribuente di optare per la "cessione del credito"

Continua

Le novità del “Decreto Agosto” dopo la conversione in legge

Alcune novità contenute nel Decreto Agosto: dalla sospensione degli ammortamenti alla proroga dei finanziamenti alle PMI, del versamento acconti 2020 e dei soggetti Isa

Continua

E-fattura: imposta di bollo virtuale

Con la fatturazione elettronica, l’imposta di bollo di 2 euro deve essere assolta virtualmente. Ecco a chi spetta e a chi non spetta

Continua

Breve guida sui bonus canoni di locazione immobili

Ecco cosa prevedono il “Decreto Rilancio” e il “Decreto Agosto” in merito al credito di imposta relativo ai canoni di locazione di immobili

Continua

Cartelle esattoriali: ampliata la sospensione fino al 31 dicembre 2020

Per tutto il 2020 si estende la sospensione del pagamento delle cartelle esattoriali.

Continua

Dpcm 25 ottobre 2020: cosa cambia per le nostre attività

Ecco cosa cambia dopo l'ultimo Dpcm del 25 ottobre

Continua

DURF: chiarimenti sul calcolo del 10% del conto fiscale

Ecco alcuni chiarimenti sul calcolo del 10% del conto fiscale

Continua

La prova della cessione all’esportazione

Ecco come funziona la prova della cessione all’esportazione

Continua

Detrazione IVA per i servizi di telefonia mobile ricaricabile

E' possibile detrarre l’Iva relativa alle fatture emesse dai gestori telefonici per i servizi di telefonia mobile ricaricabile assoggettati al regime monofase

Continua

La numerazione progressiva delle fatture emesse

La fattura emessa deve contenere “un numero progressivo che la identifichi in modo univoco”

Continua

Principali scadenze dal 16 Novembre al 15 Dicembre 2020

Ecco quali sono le principali scadenze da rispettare nel periodo compreso tra il 16 Novembre al 15 Dicembre 2020

Continua

Le novità del decreto ristori

Ecco quali sono le novità previste dal decreto Ristori contenente ulteriori misure urgenti di sostegno ai lavoratori e alle imprese

Continua

Le novità del D.P.C.M. 3 novembre 2020

Ecco quali sono le regole e le novità contenute nel D.P.C.M. 3 novembre 2020

Continua

Split payment, gli elenchi per il 2021

Split payment: versamento diretto dell’IVA all’Erario da parte del cliente

Continua

Nuovo contributo a fondo perduto del “Decreto Ristori-bis”

Ecco cosa prevede il nuovo contributo a fondo perduto del “Decreto Ristori-bis”

Continua

Le novità del c.d. “Decreto Ristori bis”

Ecco quali sono le principali novità del Decreto Ristori bis

Continua