La nuova vita dei bancari: consulenti senza sportello


Migliaia di professionisti della banca lasciano la sicurezza di un posto di lavoro stabile e si avventurano nel mondo della consulenza finanziaria
La nuova vita dei bancari: consulenti senza sportello

Migliaia di professionisti della banca lasciano la sicurezza di un posto di lavoro stabile e si avventurano nel mondo della consulenza finanziaria: una scelta che contiene tutte le opportunità di una vita professionale che sfida esperienze e competenze a diventare sempre più flessibili e vicine ai bisogni dei clienti.

Uno studio di Fondi & Sicav racconta questo fenomeno, sempre più ampio, attraverso alcune storie di professionisti della banca che hanno lasciato lo sportello, dopo parecchi anni e una carriera avviata ed esperta, per diventare consulenti finanziari.

Alla base di questo cambiamento ci sono motivazioni personali e professionali: la loro lettura analitica descrive bene una professione e spiega quali necessità spingano professionisti esperti verso stimoli nuovi che mettano al centro i clienti, le loro necessità di trovare alleati di fiducia, per capire e governare al meglio la complessità del mondo contemporaneo.

Alle spalle di tutte le storie raccolte da Fondi & Sicav ci sono carriere molto lunghe, curricula robusti, esperienza, formazione di alto livello, un continuo approfondimento delle proprie competenze e molta passione. Quello che poi emerge sono dei punti chiave che descrivono, ancora meglio, i profili dei consulenti finanziari e la spinta a trasformare la loro professione.

Ci sono ragioni legate a bisogni di gestione autonoma del tempo dedicato alla professione: una maggiore libertà di organizzazione, la flessibilità e la sensazione di essere padroni del proprio tempo. Non mancano motivazioni legate al desiderio di vivere il mestiere sfidando se stessi, le proprie competenze e responsabilità, così come la passione per la propria professione che si apre a una seconda vita.

Ma le ragioni che più ci interessano sono legate al ruolo del consulente finanziario nel suo rapporto con i clienti ed i loro bisogni.

Partendo dal fondamentale supporto dell'azienda in cui si opera da consulenti finanziari, questa professione orienta sempre più l'offerta commerciale al cliente e sempre meno al prodotto in sé.

Il consulente finanziario lavora grazie a una gamma di investimenti molto ampia per aumentare il livello di servizio alla clientela, in piena libertà e responsabilità nell'accompagnarli verso i loro obiettivi: gestire in completa autonomia i prodotti, organizzando sui clienti la loro architettura d'investimento, è a garanzia dei clienti stessi.

Emerge come obiettivo centrale quello di favorire la crescita patrimoniale, culturale e di pianificazione finanziaria di ogni persona: per farlo occorre liberarsi della logica tradizionale dettata dal budget e fare propria la visione in cui i bisogni dei clienti sono al centro.

I consulenti finanziari riconoscono l'aumentata soddisfazione e responsabilità del loro mestiere proprio nella capacità relazionale che aumenta il livello di servizio alla clientela.

Fondi & Sicav racconta un fenomeno professionale ma, contemporaneamente, le opportunità per ogni persona di dare ai propri obiettivi di investimento finanziario figure dedicate e altamente esperte.

Per approfondire tutte le storie selezionate da Fondi & Sicav potete leggere qui l'intero articolo, copiando questo link: https://www.fondiesicav.it/da-bancari-a-consulenti-fuga-dallo-sportello/.


Per un contatto di approfondimento sulla nostra esperienza di ex bancari, scrivici compilando il form apposito.

 

Articolo del:


di Alessandro Rupiani / Angelo Valente

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse