Richiedi una consulenza in studio gratuita!

La previdenza complementare, come costruire il futuro


La previdenza complementare si “affianca” a quella obbligatoria erogata dall'INPS
La previdenza complementare, come costruire il futuro

La differenza principale tra la previdenza complementare e quella obbligatoria è che quest’ultima viene erogata grazie al versamento dei contributi dei lavoratori attivi ad appannaggio dei pensionati, mentre la previdenza complementare si basa esclusivamente su un sistema di finanziamento a capitalizzazione dei risparmi del lavoratore che nel futuro andrà in pensione.

In altre parole, la previdenza complementare serve a finanziare e si finanzia esclusivamente con il risparmio del lavoratore che, nel futuro, sarà anche l’unico beneficiario dei frutti dell’investimento.

Lo scopo è semplice: il passaggio del meccanismo di calcolo delle pensioni da retributivo a contributivo ha generato un abbassamento generalizzato degli assegni pensionistici e, di conseguenza, una riduzione della qualità di vita goduta durante gli anni di attività lavorativa. A ciò si deve aggiungere, e non sottovalutare, la situazione finanziaria dell’Inps e la sua futura capacità di far fronte all’erogazione delle pensioni prossime (si pensi all’invecchiamento della popolazione italiana), nonché gli scenari politici che potrebbero aprirsi per porre rimedio a un dispendio eccessivamente oneroso delle casse dell’Inps.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Mese dell'educazione finanziaria

Educarsi alla finanza e alla gestione del risparmio è diventato fondamentale per le famiglie.

Continua

Le persone risparmiano abbastanza per la loro pensione?

Da una ricerca, emerge che il 58% dei pensionati vorrebbe un reddito piu elevato

Continua

Ci stai pensando in tempo?

QUANTO conta piu del QUANDO

Continua