La protezione dei beni personali e familiari/2


Tutela della persona, che riguarda la difesa del livello di reddito attuale contro i danni improvvisi e imprevisti
La protezione dei beni personali e familiari/2
Il motivo principale del bisogno di sicurezza nell’attuale contesto sociale ed economico ha origine dall’incertezza della vita contemporanea. Il nostro patrimonio e il nostro reddito sono le difese che ci proteggono contro le crisi e gli eventi negativi. Per questo è necessario tutelarli adeguatamente, anche dai rischi indiretti (quelli che non danneggiano direttamente le nostre finanze) che possono colpire la nostra persona o i nostri cari. Quando si parla di questi rischi, la reazione automatica è di tipo scaramantico o fatalistico. Di conseguenza siamo portati facilmente ad assicurare la casa o l’automobile, ma spesso trascuriamo di proteggere noi stessi.

È stato calcolato che il costo medio per crescere un figlio è di circa 10.000 euro all’anno (fonte: Osservatorio Nazionale Federconsumatori). Poi ci sono le spese essenziali per la famiglia, le spese di manutenzione o ristrutturazione della casa, le vacanze, l’automobile e tutto il resto. In totale, secondo l’ISTAT, la spesa media di una famiglia italiana è di circa 30.000 euro all’anno. Ma non finisce qui. Per mantenere uno studente fuori sede che frequenta un corso universitario statale in una città di provincia, la spesa è di circa 8.000 euro. Uno studente fuori sede che frequenta un’università privata in una grande città costa circa 20.000 euro. Quanto è importante per ciascuno di noi riuscire a rispettare i progetti della propria famiglia nonostante i possibili ostacoli?

Il mio ruolo consiste nell’aiutarti a valutare, all’interno di un servizio di consulenza patrimoniale completo, la necessità di ricorrere a delle coperture assicurative seguendo dei principi che riguardano la probabilità che avvenga un imprevisto e il calcolo del possibile danno causato dallo stesso.

Il principale tipo di assicurazione che non può essere trascurato in una corretta pianificazione finanziaria è la polizza temporanea caso morte che prevede il pagamento di un capitale o di una rendita dopo il decesso dell’assicurato. In questo modo è possibile superare le prime spese di emergenza e mantenere il tenore di vita della famiglia in caso di premorienza di chi lavora e provvede alle entrate.

Per affrontare i danni economici in seguito alla perdita della capacità lavorativa a causa di disgrazie accidentali si può utilizzare la polizza contro gli infortuni, che riconosce un capitale in caso di invalidità temporanea o permanente o in caso di decesso dell’assicurato (solo se conseguente a infortunio, non in seguito a malattia).

Tutti noi ci affidiamo o ci siamo affidati per le nostre cure al Servizio Sanitario Nazionale, che è un’istituzione storica nel nostro paese, ma che ha alcune importanti lacune. Sappiamo tutti che è probabile che si dovrà attendere qualche settimana per farsi visitare da uno specialista o per farsi operare da un chirurgo e che a volte può essere frustrante doversi iscrivere su una lunga lista d’attesa. I prezzi delle cliniche specializzate, d’altro canto, sono piuttosto elevati. La polizza sanitaria che rimborsa i costi dei ricoveri, delle spese sanitarie e degli interventi chirurgici potrebbe essere la soluzione a queste problematiche. Non è più da considerare un prodotto di lusso, in quanto la concorrenza in questo settore ha permesso di diminuire i costi e ha portato a proposte personalizzate su base flessibile nelle quali inserire esclusivamente le coperture necessarie.

Una categoria di copertura molto diffusa nei paesi anglosassoni, ma quasi sconosciuta in Italia, è la Long Term Care, che paga una rendita vitalizia in caso di incapacità a svolgere in autonomia le più elementari attività della vita quotidiana.

Non possiamo evitare tutti gli eventi negativi ai quali andremo incontro nel corso della vita, però possiamo riconoscere per tempo i nostri eventuali punti deboli con l’obiettivo di limitare o azzerare le conseguenze economiche per noi e i nostri cari.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

La protezione dei beni personali e familiari/1

Un quadro globale sui danni economici e patrimoniali che possono colpire le nostre proprietà

Continua

La protezione dei beni personali e familiari/3

La difesa del futuro tenore di vita e l’integrazione della pensione

Continua

La protezione dei beni personali e familiari/4

Tutela nei confronti di terzi, la difesa da eventuali aggressioni relative ai beni di famiglia

Continua

La protezione dei beni personali e familiari/5

Tutela del valore e dell’integrità dei beni. La gestione dei rischi negli investimenti immobiliari

Continua

La protezione dei beni personali e familiari/6

Tutela del valore e dell’integrità dei beni. La gestione dei rischi negli investimenti finanziari

Continua

PIR - Presentazione Piani Individuali di Risparmio

Una forma di investimento nell’economia reale italiana fiscalmente agevolata

Continua

La protezione dei beni personali e familiari/7

Eredità, successione legittima e problemi collegati

Continua

La protezione dei beni personali e familiari/8

L’Italia è attualmente considerata un paradiso fiscale per le successioni. Ma per quanto?

Continua