Richiedi una consulenza in studio gratuita!

La risposta corretta alla domanda sbagliata


Riflessioni sul coaching per gli adolescenti
La risposta corretta alla domanda sbagliata
Per quaranta minuti un coach parla con il ragazzo di cose incomprensibili per un adulto: l'ultimo videogioco, il video del Dj, gruppi rap il cui successo appare inspiegabile. Eppure anche quei momenti sono importanti per costruire l'alleanza forte con l'adolescente.
Il tempo restante è dedicato a riflettere sulle esperienze, fissare i successi nella memoria, confrontarsi sull'azione sbagliata, guardare alla stessa con occhi nuovi, immaginare una strategia di riparazione.
C'è stata una reazione violenta nei confronti di un compagno di classe. Vi è accordo sul fatto che quel comportamento è sbagliato. Emerge una forma di pentimento dopo scuse e giustificazioni. La situazione è utile ad elaborare una nuova visione del rapporto con gli altri.
Come ti relazioni con le persone?
Che riflessioni fai su quanto accaduto?
Ti sei scusato con lui?
Emerge dalla coscienza una serie di opzione dettate dalle potenzialità del perdono e della creatività. Si tratta di perdonare l'altro per l'insulto, reale o presunto. Ma anche perdonarsi per non essere stato in grado di gestire la frustrazione. La creatività aiuta a scoprire come trasformare l'ostacolo in un nuovo obiettivo di sviluppo.
Così il paradigma "nemico fino a prova contraria" cambia in qualcos'altro.
Il coaching assume una veste umanista partendo dal presupposto che ogni uomo è ricolmo di risorse valevoli per lui e per la comunità (Stanchieri 2017). Anche se è difficile farle emergere in un contesto anti umanista.
Per risucire nell'opera occorre tenere a mente che la prima domanda posta dai genitori o dall'adolescente stesso, il primo problema presentato all'attenzione del coach, non è l'obiettivo sul quale lavorare. La soluzione alla demotivazione nello studio non sta solo nella motivazione allo studio. Mettere il problema allo specchio serve soltanto ad avere un'immagine riflessa dello stesso.
Occorre guardarlo dall'alto ed evitare di offrire la risposta corretta alla domanda sbagliata.




Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Perchè non si deve avere l’auto più bella del capo

Coloro che mettono alla prova il senso di autostima dell’interlocutore rischiano molto

Continua

In azienda non esistono bugie

Quale verità mi racconta quella fandonia?

Continua

Il discorso efficace: come trovare l'idea forza

Oltre le tecniche del public speaking: cosa fa veramente la differenza nel parlare in pubblico? <br />Tre spunti pratici per un intervento memorabile

Continua

Allenamento o adattamento?

La sfida del Coaching formativo

Continua

La montagna del conflitto

Perdere la faccia. Come si passa dalla tensione alla guerra totale

Continua

Pensieri a trazione integrale

L’ultimo giorno dell’anno alcune riflessioni tentano la scalata

Continua

Le due verità sugli obiettivi

Elaborare un buon piano d’azione per il 2017. Parte 1

Continua

Lasciatemi vendere in pace

Cosa precede le tecniche di comunicazione

Continua

L’avvocato antifragile

Distinguersi nella professione forense allenandosi con il coaching

Continua

Persone di carattere

Dimensioni, fascino e allenamento di un concetto dai molteplici significati

Continua

E' credibile?

L'uso delle nostre potenzialità per capire a chi dar credito

Continua

Lo scettico credulone

Paradossi della credibilità tra comunicazione e autogoverno

Continua

La fiducia

Costruire un’alleanza forte andando oltre le tattiche di comunicazione

Continua

Il valore del lavoro genera alleati

Migliora il prodotto e difinisci il significato dell’ opera: avrai solidarietà e supporto

Continua

Altro che meraviglia!

La filosofia di vita cambia grazie ad un atto di ribellione

Continua

L’autogoverno con l’aiutino

Tattiche per darsi un po' di disciplina

Continua

Come affronti le tue battaglie?

L’atteggiamento giusto per tirar fuori risorse e soluzioni

Continua

Quattro domande più una per prendersi sul serio

Un filosofo e un allenatore aziendale alle prese con il tema del cambiamento

Continua

Taccagni ma creativi

Cerchiamo conferme o nuove idee per migliorare la vita?

Continua

Le App non bastano

I nativi digitali alle prese con le scelte importanti

Continua

I dieci comandamenti del formatore

Cosa aver presente prima di entrare in aula

Continua

Anche i gruppi sbagliano

Opportunità e rischi dello scegliere insieme

Continua

Mediocri di successo

Il ruolo di fortuna, talento e antifragilità nella realizzazione professionale

Continua

L'equazione della grinta

Come si arriva dall'attitudine ai risultati

Continua

Pensare la tecnologia

La sfida del miglioramento nel nuovo mondo digitale

Continua