La scuola del futuro insieme alle aziende


Indicazioni che possono aiutare a comprendere e ad utilizzare gli strumenti e i mezzi applicati nella formazione dell’istituzioni scolastiche
La scuola del futuro insieme alle aziende
LA SCUOLA DEL FUTURO
Oggi in questa nuova fase di confronto Globale, sembra necessario fare il punto dello stato di salute che viene oggi rappresentata quale situazione risulta essere la nostra scuola italiana. Dopo oltre 24 Anni di insegnamento come docente di Economia Aziendale, sembra corretto rappresentare in modo semplice quelle giuste indicazioni che ci possano aiutare a comprendere e utilizzare gli strumenti e i mezzi applicati nella formazione dell’istituzioni scolastiche sia pubbliche che private negli indirizzi A.F.M., Somministrazione e Accoglienza Turistica, ovvero all’indirizzo Cat, Magistrali o altri indirizzi alternativi ai Licei Classici, Scientifici o Linguistici situazione potrebbe essere rappresentata in soli 5 punti che proverò semplicemente a rappresentare.
Tali punti sono quelli sotto indicati sinteticamente per poi specificarli in seguito.
1) Concetto di Business Plan quale argomento trattato nel 4 e 5 anno di indirizzi economici e commerciali: in tale approccio ogni studente se saggiamente temprato, può esprimere come sana e viva esercitazione la costruzione di una attività sorretta da una grande idea di ciò che da subito o grande gli sarebbe piaciuto realizzare dietro schemi di lavoro che ti costruiscono in modo semplificato il tuo Piano di Lavoro. I punti di partenza sono la tua attività di produrre come tuo prodotto un bene o un servizio. Deciso questo virtù che si passa ad analizzare tutte le nostre virtù proposte in quanto ci sembrano veramente originali e così semplicemente lo rappresentiamo per renderlo comprensibile anche a chi potrebbe aiutare a realizzarlo. Nel fare ciò cerchiamo di esaltare i punti di forza di questo prodotto rispetto a quello dei nostri rivali. Quindi rappresentiamo sinteticamente i pro e i contro del nostro prodotto rispetto a quello dei concorrenti. Seguendo le griglie che ci hanno presentato per costruirlo cerchiamo di renderlo ben descritto predisponendo sotto l’aspetto economico, patrimoniale e finanziario i vari aspetti del tutto. Tale Piano lo dividiamo in preventivo, consuntivo e scostamento per poterlo poi misurare. Fatto questo, cerchiamo di poterlo rappresentare graficamente con un bel grafico conoscendo così grazie alle griglie fornite il punto di equilibrio nel breve, medio e lungo periodo diviso in periodi settimanali, mensile, semestrali e altre forme di periodicità e di altre possibili forme di controllo e di altre metodologie.
2) Punto di Equilibrio: Tale punto viene spesso trattato abbondantemente in modo adeguato sia nelle materie aziendali che matematiche e statistiche per poi saperlo applicare in modo molto attendibile nella sua corretta e argomentata spiegazione del singolo caso concreto osservato e svolto nelle prove in classe.
3) Il costante controllo delle istituzioni su ogni singola attività: quali sono stati il redditometro, lo spesometro, parametri e studi di settore e adesso indici di solidarietà: nelle scuole che abbiamo indicato troppo spesso o quasi mai vengono trattati in modo applicato le regole da dove dover rispettare per essere in regola quali sono la congruità, la normalità, la coerenza, la calcolabilità ecc. e allora la formazione che ricevono non sono adeguata a quanto ogni giorno il mondo del lavoro richiede in ogni fase.
4) Adempimenti formativi per scelta Tipo di contabilità: Spesso durante i miei anni di studio e di insegnamento ho visto via via ridursi la disponibilità a rendere attuali nelle lezioni con ciò che il mondo del lavoro richiede al giovane assunto e spesso solo con stages mirati o corsi specifici organizzati nel mondo della scuola la stessa riesce a rispondere il modo adeguata a quanto dal solo libro ti testo. Grazie alle 400 ore richieste dalla legge 107 del 2015 oggi la scuola è tenuta a saper applicare le regole del mercato, pena la non idoneità degli stessi studenti ore scelte dall’istituzione scolastica tra le molteplici offerte di corsi offerti tra gli enti più o meno accreditati Bilanci, Dichiarativi redditi, Sostituti d’imposta, Irap, Isee, Iseu, Visura Catastali e Camerali, Red, C.U. e altri ancora
5) Informatizzazione e digitalizzazione del sistema formativo scolastico: Salvo rare eccezioni in molti anni di insegnamento troppo poco veniva fatto per essere il linea con ciò che il mercato del lavoro richiedeva. Ad esempio l’accesso ad Entratel, Fisco-on line, Scia, Impresa in un giorno, Comunica, Visure Camerali e Catastali,
Cassetto del cittadino per l’ Inps o Inail e altri ancora poco o niente sono stati inseriti nelle ore di lezione o con dei corsi che non sempre sono stati obbligatoriamente inseriti dentro le ore della materia. Insieme ai nostri studenti creiamo la scuola digitale con metologie innovative e gia dal 3 anno di studi sanno quanto i ragazzi delle 4 e 5 classi. Noi Docenti, Genitori aiutiamoli ad aprile le porte del mondo del lavoro insieme agli studi che stanno frequentanto, potranno ricevere anche proposte di stages e di corsi di specializzazione in base alle esigenze del mercato che si legano alle loro stesse aspirazioni, e cosi noi tutti insieme, scuole famiglie aziende confrontandoci prima dentro la stessa nostra scuola, e poi con le altre scuole, permettiamo di apprendere molto velocemente e se ben preparati non avranno da subito problemi di come trovare da soli il posto di lavoro.
dott.Massimo Di Stefano
Dottore Commercialista
docente di Economia Aziendale.

Articolo del:


di Dott. Massimo Di Stefano Commecialista

Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse